Connect with us
Pubblicità

Le ultime dal Web

Lo studio conferma: una mega tempesta solare potrebbe causare «L’apocalisse del web»

Pubblicato

-


Riuscite a immaginare una vita senza internet? Nel mondo attuale, dove il web è entrato prepotentemente a far parte della quotidianità di tutti, uno scenario del genere risulterebbe quasi impossibile.

Le cose che facciamo grazie a internet e i contenuti che passano attraverso la rete sono talmente tanti che, se qualcosa andasse storto, non mancherebbero i problemi. Ma ormai siamo pronti a tutto, nessuno pensava infatti che una pandemia avrebbe messo in ginocchio l’intero pianeta, erano cose viste solo nei film, come lo scenario che potrebbe configurarsi fra poco sulla terra e visto solo in qualche film catastrofico. 

Problemi piuttosto seri, proprio come quelli che il nostro Pianeta potrebbe sperimentare stando a quanto afferma lo studio di cui stiamo per parlarvi. Secondo la ricerca, una sorta di “apocalisse web” non è affatto improbabile, e potrebbe aver luogo nel caso si verificasse una situazione eccezionale ma non impossibile.

Pubblicità
Pubblicità

Di cosa stiamo parlando? Di una tempesta solare particolarmente intensa, così forte da riuscire a provocare un vero blackout delle comunicazioni web, con effetti a dir poco catastrofici sul nostro stile di vita attuale.

Non si tratta, purtroppo, di un’esagerazione in chiave apocalittica. I ricercatori dell’Università della California Irvine hanno davvero ipotizzato uno scenario simile, causato da una tempesta solare forte e inaspettata che potrebbe interessare il nostro Pianeta nell’arco dei prossimi 10 anni.

Quelle che comunemente definiamo “tempeste solari” sono, per dirlo in gergo scientifico, espulsioni di massa coronale. Quando avvengono, il sole inonda il nostro Pianeta di particelle magnetizzate, che fanno parte del vento solare. Se la loro entità è contenuta, lo scudo magnetico terrestre riesce a proteggerci, ma di tanto in tanto questi eventi si intensificano, con effetti mai sperimentati nell’era contemporanea.

Pubblicità
Pubblicità

Stando alle previsioni scientifiche, infatti, entro il 2025 è atteso il periodo di massima attività solare, una contingenza per la quale è opportuno prepararsi. Cosa c’entra internet in tutto questo? Semplice: un evento così intenso ed estremo non si è mai verificato nell’era del web, e le infrastrutture che permettono alla rete di metterci in comunicazione col mondo potrebbero essere decisamente a rischio.

I cavi sottomarini che collegano nazioni e continenti sono dotati di ripetitori per amplificare il segnale, e questi dispositivi sono particolarmente sensibili alle correnti geomagnetiche. Ecco perché, in circostanze eccezionali, potrebbero andare offline, portando con sé blackout del web di proporzioni enormi.

Gli ultimi eventi solari così intensi sono stati registrati nel 1859 e nel 1921, anni in cui l’umanità non era certo dipendente da internet come lo è ora. Da qui nasce la preoccupazione del mondo scientifico. “I potenziali impatti di una massiccia tempesta geomagnetica sulle infrastrutture attuali sono in gran parte non studiati e non considerati” ha affermato Adbu Jyothi, ricercatore che ha contribuito allo studio. “È difficile prevedere quanto tempo ci vorrebbe per riparare i cavi sottomarini e i ripetitori – ha continuato – ma potrebbero essere verosimili interruzioni di internet lunghe settimane o mesi“.

Non è difficile pensare alle conseguenze di una situazione simile, sia in termini di comunicazione che, soprattutto, di impatto economico. Sarebbe decisamente meglio non scoprire sulla nostra pelle cosa potrebbe davvero accadere nella pratica e, sempre secondo gli scienziati, prepararsi per tempo a una possibilità tutt’altro che remota.

Del resto, la storia ci insegna che prevenire è meglio che curare, e non possiamo far altro che confidare nella lungimiranza degli esseri umani, nonché nella “clemenza” di una possibile tempesta solare.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza