Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Ripartenza scuola, Maria Rachele Ruiu: «Scelte ministro creano terreno fertile per discriminazioni, odio tra ragazzi e bullismo»

Pubblicato

-

Sono giorni agitati per la ripartenza della scuola, per la quale regna ancora un pochino di confusione. Da una parte il Green Pass, e dall’altra le dichiarazioni del ministro Bianchi sulla possibilità di assenza di mascherine in classe ma solo con tutti gli studenti vaccinati.

Misure che, come ha denunciato la onlus Pro Vita & Famiglia, sarebbero discriminatorie per centinaia di docenti e ancor più studenti di ogni età che, per varie ragioni, sono ancora sprovvisti di Green Pass o non si vogliono vaccinare.

La onlus – che tramite il suo braccio operativo Generazione Famiglia e la responsabile Maria Rachele Ruiu (foto)  è presente anche all’interno del Fonags, il Forum nazionale delle associazioni dei genitori della scuola – ha recentemente incontrato il ministro Bianchi, chiedendo interventi più adeguati e inclusivi per “mettere al centro la salute, il benessere e l’educazione” dei ragazzi che “hanno già pagato un prezzo elevato” come conseguenza del lockdown e delle chiusure dell’ultimo anno e mezzo.

Pubblicità
Pubblicità

Proprio Ruiu ha chiarito la posizione e le richieste che in questi giorni molti genitori e personale scolastico stanno avanzando, allarmati per una situazione caotica che è già realà.

Come commenta questo momento?

«Siamo tutti molto preoccupati, parlo al plurale perché stiamo ricevendo centinaia di segnalazioni di mamme e i papà allarmati e confusi perché, come abbiamo già denunciato, sta vigendo il caos più totale. Rispetto alle mascherine e a quello che ha detto il ministro, i genitori trovano inaccettabile che il ministro apra il terreno ad uno scontro ragazzi. Sono infatti ipotesi che rischiano di creare terreno fertile per discriminazioni, odio tra ragazzi e famiglie e soprattutto bullismo. Basta solamente pensare, e rabbrividisco facendolo, all’idea di un ragazzo non vaccinato, a prescindere dal motivo, preso di mira dagli altri ragazzi perché, a causa sua, la mascherina devono indossarla tutti. La cosa assurda è che è acclarato che non c’è alcuna motivazione scientifica per cui i vaccinati e i non vaccinati possano rispettivamente togliere e tenere la mascherina. L’unica soluzione per togliere la mascherina sono la distanza di 1 metro tra gli studenti, come dice il CTS dall’inizio della pandemia. Speriamo che, infatti, che si ritorni quanto meno a settembre dello scorso anno quando i più piccoli avevamo obbligo di mascherina solo quando in piedi. Ancora: per fermare la pandemia basterebbe l’areazione delle aule e i tamponi salivari. Tutti ci stiamo domandando se il ministro ha fatto davvero qualcosa a riguardo».

Pubblicità
Pubblicità

Perché tutto questo allarme?

«La situazione attuale e le segnalazioni che ci arrivano svelano una drammatica cecità politica. Siamo preoccupati perché i nostri studenti, i nostri figli, hanno già pagato un prezzo altissimo con il primo lockdown e le successive chiusure, Dad compresa. Medici, scienziati e professionisti della salute hanno lanciato da tempo l’allarme del peggioramento generale della salute mentale dei nostri figli: sono aumentate le dipendenze, i disturbi alimentari, le depressioni, i tentati suicidi.

I reparti di psichiatria sono pieni e di fronte ad una situazione di questo tipo il faro di ogni scelta politica del governo dovrebbe essere la salute e il benessere dei nostri figli perché sono il futuro della società, perché sono i più fragili. Ogni Stato civile degno di questo nome dovrebbe avere come priorità, come faro, la scuole, e invece continuiamo a scorgere politiche miopi, al ribasso, proponendo soluzioni facili, ma non risolutive, anzi. Vogliamo ricordare i banchi a rotelle? ».

Cosa intendete fare quindi?

«Siamo già all’erta e saremo sentinelle, non faremo un passo indietro e continueremo a indicare soluzioni che possano preservare i nostri figli da questi rischi. Come abbiamo già indicato proprio al ministro Bianchi, si può tornare in presenza e in sicurezza a scuola con sistemi di areazione – come quelli delle Marche –, con tamponi salivari gratuiti o a prezzi calmierati e con la distanza di un metro tra i banchi, cioè con quello che da quasi due anni ripete il Cts. Non si può far pagare ai nostri figli, ancora una volta, le bagarre politiche in corso nel governo».

E cosa possono fare i genitori?

«Vigilare. Candidatevi per essere rappresentanti, e vigilate. Ricordatevi, mamma e papà, che la costituzione riconosce e difende la vostra priorità educativa. E soprattutto che noi, tramite Generazione Famiglia, siamo al FONAGS e al FORAGS per voi. Non abbiate remore a contattarci. Siamo lì per portare la vostra voce, i vostri dubbi, le vostre perplessità e denunciare eventuali abusi sulle misure di sicurezza come sull’educazione su temi sensibili: ricordatevi che i figli sono nostri e l’educazione spetta a noi, in collaborazione certamente, anzi, in alleanza con la scuola.

Proprio per questo, abbiamo ribadito al Ministro la necessità di restituire alla famiglia la centralità che gli è dovuta, rinnovando il patto di corresponsabilità, cioè lo strumento perché questa alleanza, foriera di benessere , sia rinsaldata. Ciò si può concretizzare con la partecipazioni dei genitori, attraverso noi associazioni, ai tavoli tecnici, delle Regioni e del Miur, che si occupano della ripartenza in sicurezza della scuola.

Questa presenza è importantissima perché, per esempio, dove si faranno campioni dei test salivari nelle scuole, per noi è importantissimo che i genitori siano avvisati preventivamente perché possano essere presenti, e in caso di contagio, possano prendersi subito cura del proprio figlio senza ulteriori traumi. Non faremo alcun passo indietro, per i vostri e nostri figli. Vi promettiamo che non faremo un passo indietro».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza