Connect with us
Pubblicità

eventi

Coltiviamo il cambiamento: un Workshop diffuso per costruire comunità educanti

Pubblicato

-

L’ 8 settembre, a partire dalle ore 16.00, un evento diffuso su quattro territori per condividere l’esperienza triennale del progetto #Fuoricentro e confrontarsi sugli strumenti che possono supportare nuove alleanze educative territoriali.

Il presidente della Fondazione Con i Bambini, Marco Rossi Doria, interverrà in diretta streaming per una lectio sul rapporto fra comunità educanti e lotta alla povertà educativa. A conclusione dell’evento verrà presentato il Kit della comunità educante, un vademecum di innovazione progettuale per favorire idee, processi e prassi che si pongono l’obiettivo di attivare comunità educanti.

Un workshop diffuso su 4 territori: al Mart di Rovereto, al Bar educante di San Giovanni di Fassa, presso il Comune di Andalo e la sede della Comunità Valsugana e Tesino a Borgo. L’ 8 settembre con “Coltiviamo il cambiamento – per costruire comunità educanti“, il progetto #Fuoricentro punta a coinvolgere attorno al tema delle innovazioni educative territoriali i principali soggetti che vivono l’impegno di partecipare e contribuire alla crescita educativa, culturale e sociale delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi, degli stessi adulti e delle comunità in cui operano: istituzioni pubbliche e private, cooperative sociali e istituti scolastici, professionisti dell’educazione e del community building.

Pubblicità
Pubblicità

Un percorso iniziato nel 2018 in tre comunitànon al centro” e che vuole ribadire con questa proposta formativa conclusiva l’importanza del dialogo e del confronto fra territori.

Presentato da Fondazione Trentina per il Volontariato Sociale, “#Fuoricentro” è uno degli 86 progetti selezionati dall’impresa sociale Con i Bambini di Roma (unico in Trentino A.A.) attraverso il Bando Adolescenza nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il progetto ha coinvolto per 3 anni una rete di 30 partner su tre territori: Comunità Valsugana e Tesino, Comun General de Fascia e Comunità di Paganella. In cabina di regia anche NPN-CSV Trentino che coordina l’intero progetto e la Provincia autonoma di Trento con il Servizio Politiche Sociali e il Dipartimento Istruzione e Cultura.

I numeri del progetto #Fuoricentro

Pubblicità
Pubblicità

L’evento sarà anche l’occasione per presentare i risultati e le esperienze maturate all’interno di #Fuoricentro, che in questi tre anni di sviluppo ha lavorato in particolare con l’obiettivo di promuovere l’attivazione di “comunità educanti” e dare vita ad alleanze educative territoriali sperimentando nuovi modelli di welfare comunitario: un tessuto di relazioni solidali e collaboranti, costituito e alimentato da coloro che vivono in un territorio e che ne hanno a cuore tanto il destino quanto la responsabilità dell’abitarlo insieme.

Un percorso di intenso scambio fra pubblico e privato, fra istituzioni profit e no profit, che nonostante la pandemia ancora in corso ha promosso 68 attività coinvolgendo 832 minori, 188 genitori, 82 insegnanti e oltre1200 cittadini e attori della comunità educante anche grazie all’esperienza e all’incontro con 40 professionisti del territorio.

Per Donatella Turrina, presidente della Fondazione Trentina per il Volontariato Sociale, “quello di comunità educante è un concetto centrale, in un momento nel quale troppo spesso le famiglie si sentono sole e le scuole si sentono sovraccaricate di compiti non loro e per i quali non sempre dispongono delle competenze necessarie. In questo senso, è la comunità tutta che deve farsi carico, anche attraverso sperimentazioni di innovazione educativa, di una crescita attenta ai bisogni, alle esigenze, al potenziale inespresso e anche ai disagi di ciascuno. In quest’ottica, questi tre anni di #Fuoricentro hanno costituito una grande opportunità di crescita per le comunità e i territori coinvolti, sviluppando motivazione e autostima non solo nei singoli – giovani, ragazzi, adulti – ma anche nelle istituzioni, facilitando la capacità di intrecciare relazioni, e quindi di aprire una finestra per immaginare e costruire un futuro migliore per tutti”.

Il workshop Coltiviamo il cambiamento sarà però soprattutto l’occasione per confrontarsi sull’importanza delle comunità educanti come strumento principale nella lotta alle povertà educative. Ed è proprio su questo punto cruciale che interverrà in diretta streaming Marco Rossi Doria, presidente della Fondazione con i Bambini.

Il Kit della comunità educante – una cassetta degli attrezzi per innovatori territoriali

Momento saliente del workshop sarà infine rappresentato dalla presentazione ai partecipanti del Kit della comunità educante, una vera e propria cassetta degli attrezzi dell’innovazione progettuale per favorire idee, processi e prassi che si pongono l’obiettivo di attivare comunità educanti.

Al centro della proposta laboratoriale diffusa sui 4 territori saranno nello specifico proprio Il Manifesto e la Carta delle comunità educanti: due degli strumenti presenti realizzati e ideati da #Fuoricentro in collaborazione con Pares attraverso una serie di incontri di co-progettazione che hanno visto protagonisti cittadini e famiglie, bambini e ragazzi, insegnanti e dirigenti scolastici, rappresentanti di organizzazioni di volontariato, culturali e sportive, cooperative sociali, operatrici e operatori dei servizi alla persona dei comuni e delle comunità di valle coinvolti, bibliotecari e operatori culturali, operatori economici del territorio, amministratori locali.

Progettate in collaborazione con l’area educazione del Mart, le Community card sono un altro elemento poliedrico presente nel KIT: carte da gioco dal taglio artistico che possono essere messe in relazione tra loro in modo tridimensionale per attività formative rompighiaccio e di brainstormig incentrate sul rapporto fra comunità ed educazione.

All’evento interverranno per i saluti istituzionali Donatella Turrina presidente della Fondazione Trentina per il Volontariato Sociale, il presidente di CSV Trentino Network Giorgio Casagranda e rappresentanti delle istituzioni provinciali e delle comunità di valle coinvolte.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento3 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Valsugana e Primiero3 giorni fa

Dopo il caos attorno al video, arriva la risposta dell’APT Valsugana

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento6 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Valsugana e Primiero4 giorni fa

San Valentino col bacio Gay, bufera sull’Apt della Valsugana

Offerte lavoro1 giorno fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza