Connect with us
Pubblicità

Telescopio Universitario

I «No green pass» contro il Rettore che replica: «Scelta fatta da larga maggioranza della comunità univesitaria»

Pubblicato

-

Polemica a colpi di comunicati stampa ieri fra un gruppo di studenti universitari e il rettore dell’ateneo Trentino.

Il gruppo di studenti contro il green pass (minoritario) chiedeva al rettore e ai docenti di ascoltare le proprie istanze. Poi nel giro di pochi minuti è arrivata la replica del rettore che ha accusato il gruppo di comunicare le istanza in forma anonima.

Infatti sotto la lettera mancano le firma degli studenti. Quindi si potrebbe anche pensare che a chiedere queste istanze sia un a sola persona oppure un gruppo ristretto. 

Pubblicità
Pubblicità

Nella lettera in poche parole gli studenti hanno voluto riportare «le preoccupazioni che si accumulano, faticando a trovare risposte: molti di noi si chiedono cosa ne sarà dell’Università e dell’istruzione accademica dopo l’emanazione del DL. 111/2021, ormai noto come “Decreto Legge sul Green Pass”. La recente comunicazione inviataci dal Rettore dell’ Ateneo trentino il 20 agosto 21 lascia poco spazio ai nostri dubbi riguardo l’efficacia sanitaria del Green Pass e il mascherato obbligo vaccinale che esso cela».

Gli studenti «no green pass» e «No vax» parlano di una «situazione incerta quale è la nostra realtà sociale, nella quale le tensioni sono fortissime su tutti i piani della vita (politico, sociale, istituzionale e relazionale), ci sentiamo in dovere di richiamare il Rettore all’osservanza dei princìpi sottoscritti nel Codice Etico di Ateneo, nello Statuto, nel Codice di Comportamento e nel Codice d’Onore degli Studenti. Il governo Draghi ha scelto di alimentare un grave circuito di discriminazione all’interno della comunità universitaria. In sede universitaria si produrrà l’ inevitabile divisione della medesima comunità in due macro-categorie tra esse antitetiche (“il vaccinato” e “il non vaccinato”), implicitamente correlate ad una valutazione etica di natura esclusiva e binaria (“il buono” che si scontra con “il cattivo/l’untore”)».

Gli studenti hanno ribadito che «il Regolamento UE 953/2021, disciplinante la Certificazione Verde, specifica all’art. 36 l’assoluta necessità di evitare qualsiasi forma di discriminazione (diretta o indiretta) verso le persone che «non si sono vaccinate per motivi di salute, opportunità o scelta personale». La normativa italiana che disciplina il Green Pass (DL. 52/2021), pur prevedendo espressamente l’applicabilità di tali disposizioni solo se compatibili con quelle europee, finisce per violare queste ultime. In un contesto di Stato di Emergenza nel quale ancora ci troviamo, eliminare la didattica a distanza, costringendo migliaia di studenti ad ambienti saturi e per nulla sicuri (pena il declassamento a non frequentanti), è una presa di posizione miope ed avventata. Di più, l’impedire agli studenti non in possesso della Certificazione Verde di partecipare alle lezioni in presenza, di sostenere gli esami e di frequentare le biblioteche si configura come una gravissima violazione del diritto allo studio tutelato dall’art. 34 della Costituzione».

Pubblicità
Pubblicità

Secondo gli studenti si tratta di «un pericoloso attacco allo Stato di Diritto. Invitiamo ogni delegato al controllo degli ingressi e ogni singolo docente a non tener fede a prescrizioni che risultano essere in palese contrasto con i principi costituzionali, ma di compiere un gesto di assoluta disobbedienza civile verso tali norme illegittime, rifiutandosi di richiedere di visionare alcuna Certificazione Verde».

A stretto giro di posta è arrivata la replica del Rettore Deflorian che rimane aperto al dialogo ma ricorda che la larga maggioranza della comunità universitaria, sia studentesca che dei lavoratori, si è espressa favorevolmente alla misura dell’obbligatorietà del greenpass.

LA RISPOSTA DEL RETTORE – ho ricevuto e letto con attenzione la vostra lettera contro il greenpass. Vi anticipo che avrei piacere, in futuro, ricevere delle lettere firmate, anche semplicemente in rappresentanza del vostro gruppo. La lettera che avete inviato è tecnicamente una lettera anonima.

Detto questo vorrei esporvi il mio punto di vista. Sulla legittimità delle misure prese, rispetto al diritto europeo e nazionale, non posso esprimermi, non avendo competenze specifiche. So che sono state sollevate obiezioni, anche davanti agli organi che possono vagliare la legittimità delle norme di legge, e rimango in attesa di eventuali pronunce avverse. Per ora (vedi recenti sentenze del TAR del Lazio e della Corte di Strasburgo) le pronunce hanno rigettato i rilievi.

Anche riguardo all’efficacia dei vaccini, ai loro rischi e controindicazioni, resto alle prese di posizione della comunità scientifica che sono largamente favorevoli, pur essendoci, come è normale e giusto che sia, opinioni dissenzienti.

La larga maggioranza della comunità universitaria, sia studentesca che dei lavoratori, si è espressa favorevolmente alla misura dell’obbligatorietà del greenpass come misura che aumenta la sicurezza e favorisce le attività in presenza, anche se questo, naturalmente, non toglie il diritto al dissenso e alla legittimità di opinioni diverse. Per quel poco che conta, non nascondo la mia opinione personale favorevole alla vaccinazione di tutti coloro non abbiano controindicazioni di tipo medico. E’ quanto più volte auspicato anche dal nostro presidente Mattarella.

Come rettore non posso non tenere conto di quanto la legge stabilisce, ma tengo anche a precisare che non intendo nel modo più assoluto discriminare nessuno, né considerare studenti di serie A e di serie B. Considero da respingere nel modo più netto atteggiamenti discriminatori o derisori delle opinioni minoritarie. Tutti gli studenti e le studentesse sono egualmente importanti per me, e ne rispetto le opinioni. Ci faremo carico, con le differenziazioni che la legge prescrive, di accompagnare negli studi tutti gli studenti, indipendentemente se presenti in aula o meno.

Confermando la disponibilità a tenere aperto il dialogo, vi saluto cordialmente.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza