Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Altri dettagli shock sulla morte di Saman Abbas: «La faccio a pezzi e la buttiamo là»

Pubblicato

-

Le indagini sulla sparizione e probabile morte di Saman Abbas, la 18enne pakistana di cui non si hanno più notizie dallo scorso aprile, continuano facendo emergere particolari ancora più macabri.

I nuovi particolari e le ultime notizie emergono dalle dichiarazioni del fratello che ha rivelato agli investigatori i dialoghi avvenuti fra i famigliari il giorno prima della scomparsda della 18 enne.

La faccio a pezzi piccoli e se volete porto anch’io a Guastalla, buttiamo là“. Sarebbe questo il contenuto choc di alcune dichiarazioni rese appunto dal fratello di Saman Abbas.

Pubblicità
Pubblicità

Il ragazzo ha rivelato agli inquirenti che, il giorno precedente alla scomparsa, in casa Abbas si sarebbe tenuta una “riunione familiare” per pianificare i dettagli del delitto.

Intanto, secondo il tribunale del Riesame di Bologna, il movente dell’omicidio sottenderebbe il rifiuto del matrimonio combinato che “affonda in una temibile sinergia – si legge nell’ordinanza – tra i precetti religiosi e i dettami della tradizione locali“.

La Procura a Reggio Emilia lavora sull’ipotesi di reato per omicidio premeditato e occultamento di cadavere. La premeditazione, già avvalorata dai video che immortalerebbero alcuni membri del clan Abbas aggirarsi con fare sospetto nelle campagne di Novellara il giorno della scomparsa, troverebbe ulteriore riscontro in alcune dichiarazioni rese ai pm dal fratello minore della 18enne.

Pubblicità
Pubblicità

Stando a quanto riporta Repubblica.it, il ragazzo avrebbe riferito di una “riunione familiare” tenutasi la sera del 30 aprile in cui sarebbero stati definiti i dettagli del piano delittuoso.

All’incontro avrebbero partecipato lo zio della giovane, Danish Hasnain, i cugini Ikram Ijaz e Nomanhulaq Nomanhulaq.

Uno dei partecipanti si sarebbe proposto di farsi carico della sepoltura del cadavere. Ha detto: ‘Io faccio piccoli pezzi e se volete porto anch’io a Guastalla, – dichiara il fratello di Saman – buttiamo là, perché così non va bene”.

Il fratello di Saman Abbas ha negato la responsabilità dei genitori nella morte della 18enne pakistana sparita da Novellara (Reggio Emilia) il 30 aprile.

Nel corso dell’audizione, il giovane ha detto che ideazione ed esecuzione dell’omicidio vadano attribuite allo zio Danish, a sua volta fortemente spinto da altri due cugini, che non sono quelli già indagati per il delitto. “Mio papà e mamma non hanno mai pensato di fare questa cosa”, ha aggiunto.

Alla misteriosa storia si aggiunge un altro tassello. In una delle telefonate con il fidanzato, Saman lo mise in guardia sulla pericolosità del padre Shabbar, che sarebbe collegato alla mafia pakistana e responsabile dell’uccisione di persone, in Italia e in Pakistan. “Ho molta paura perché è una persona pericolosa e ho paura anche per i miei genitori che sono in Pakistan. Infatti Saman in alcune chiamate mi ha fatto chiaramente capire che suo padre ha già ucciso altre persone sia in Italia che in Pakistan”, ha detto il ragazzo, sentito il 5 maggio dai carabinieri, dopo aver riferito le minacce subite dai suoi parenti in patria, a motivo della sua relazione sentimentale con la 18enne di Novellara.

Ricordiamo che tra i 5 indagati con l’ipotesi di reato per omicidio premeditato e occultamento di cadavere, oltre ai genitori di Saman (ancora latitanti), vi sono anche lo zio Danish Hasnain, ritenuto l’esecutore materiale del delitto, i due cugini Nomanhulaq Nomanhulaq e Ikram Ijaz. Quest’ultimo, in carcere dallo scorso maggio, avrebbe partecipato alla fase preparatoria del piano delittuoso.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Saman Abbas sarebbe stata vittima di una congiura familiare dopo aver rifiutato le nozze combinate con cugino in Pakistan.

Il movente dell’omicidio “affonda in una temibile sinergia – si legge nel testo dell’ordinanza –tra i precetti religiosi e i dettami della tradizione locali (che arrivano a vincolare i membri del clan ad una rozza, cieca e assolutamente acritica osservanza pure della direttiva del femminicidio)“.

La 18enne, ospite in una struttura protetta dopo la denuncia di induzione al matrimonio, aveva affidato le sue preoccupazioni ai carabinieri. “Parlando con mia madre le dicevo: ‘Dai mamma, tu sei una mamma, lui è troppo grande per me, – aveva raccontato la ragazza ai militari dell’Arma lo scorso 3 febbraio – anche lui non vuole sposarsi con me’. Lei mi rispondeva che non è una decisione mia“.

Dal primo momento in cui ho saputo che la loro intenzione era quella di farmi sposare con mio cugino, io ho detto di non volerlo fare“, spiegava Saman ai carabinieri. Poi, il racconto delle violenze subite dal padre Shabbar: “Le reazioni di mio padre erano violente a livello fisico. Mi picchiava. Una volta, 5 mesi fa, ha lanciato un coltello nella mia direzione e non ha colpito me, ma mio fratello che aveva 15 anni, ferendolo a una mano. Mi picchiava perché io volevo andare a scuola, ma lui non voleva“.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza