Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

La peste del Tirolo e del Trentino in mostra a Casa de Gentili a Sanzeno

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Apre ufficialmente dopodomani, sabato 28 agosto 2021 alle ore 18, nel giardino di Casa de Gentili a Sanzeno, la mostra “Epidemia senza confini. La peste in Tirolo e in Trentino al tempo della Guerra dei Trent’Anni”, un progetto promosso dal Comune di Sanzeno, l’Associazione Culturale G. B. Lampi e il Centro Culturale d’Anaunia.

Si tratta di un percorso di visita, condiviso con il Museo di San Procolo a Naturno e con il patrocinio dell’Euregio, creato per comprendere storicamente il diffondersi della pandemia e le conseguenze, a volte non tutte disastrose se si pensa all’arte, che da essa inevitabilmente ne derivano.

«Già nel corso del 2019 – spiega il sindaco di Sanzeno Martin Slaifer Ziller – il Centro Culturale d’Anaunia dialogava con i curatori della mostra al fine di collaborare nell’ambito del progetto dell’Anno Tematico dei Musei dell’Euregio. La posizione strategica del paese di Sanzeno, posto su una delle principali vie di comunicazione tra nord e sud delle Alpi, ha reso la proposta di completare il percorso espositivo rivoltaci dai promotori del Museo di San Procolo a Naturno naturale e suggestiva».

Pubblicità
Pubblicità

«Ad inizio 2020 è arrivata la “Peste del XXI secolo” – aggiunge il primo cittadino –. Il Covid-19 ci ha resi tutti vulnerabili e la tematica è parsa subito terribilmente attuale. Storicamente, di fronte alla morte portata dal ‘nemico invisibile’, alla popolazione non restava che affidarsi alla fede: è proprio alla devozione popolare, soprattutto per i santi Rocco e Sebastiano visibili in mostra (protettori contro la peste), che dobbiamo numerose opere d’arte, testimonianze toccanti di quegli eventi tragici, tanto lontani quanto vivi nel loro riproporsi».

La mostra è curata da Marcello Beato e Matteo Cova e sarà visitabile fino al 12 settembre tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00, e dal 13 settembre al 31 ottobre: lunedì-giovedì 9.00-14.00 venerdì-domenica 9.00-18.00.

«È desiderio dell’amministrazione comunale – afferma l’assessore alla cultura del Comune di Sanzeno Mara Pancherisottolineare la presenza, per la prima volta in Casa de Gentili, delle opere dei bambini della scuola elementare di Sanzeno, che hanno arricchito questa mostra con i loro pensieri creativi nati da un confronto sulla pandemia dei nostri tempi. Grazie a loro ed ai loro insegnati è emerso un percorso allestito negli spazi del piano nobile della storica dimora di Sanzeno intitolato “Il Covid 19 visto dai bambini”. Un’importante menzione va fatta alla disponibilità e alla presenza dell’Associazione Culturale G. B. Lampi, senza la cui fattiva collaborazione non saremmo riusciti a corredare la mostra con lo splendido catalogo appositamente realizzato».

Pubblicità
Pubblicità

E dell’associazione Lampi è il presidente Walter Iori a spiegare che «il progetto della mostra è stato pensato e realizzato in tempi non sospetti, pre pandemia, per analizzare le situazioni economiche e sociali dei territori montani in periodi difficili, di malattie ed epidemia. Successivamente il tema è diventato estremamente attuale e ci darà l’occasione, soprattutto con una tavola rotonda che si terrà ad ottobre, di riflettere sulla capacità dei territori montani di ripartire dopo un momento particolarmente difficile».

«La mostra, seppur contenuta per motivi legati agli spazi di allestimento presso il museo di San Procolo a Naturno, ci permette però di recuperare uno spaccato di storia interessante e poco conosciuto che ha coinvolto trasversalmente territori lontani ma particolarmente legati dal contatto umano, dai trasporti e dagli interessi economici».

IL PERCORSO ESPOSITIVO – Nella prima metà del ‘600 l’Europa è colpita da due grandi flagelli: guerra e peste.

Nata come conflitto religioso, la Guerra dei Trent’anni (1618-1648) trasforma il territorio europeo continentale in un esteso campo di battaglia.

Indirettamente coinvolta, l’area trentino-tirolese, posta sulla principale via di comunicazione tra nord e sud delle Alpi, vede il transito degli eserciti impegnati nello scenario di guerra dell’Italia settentrionale. Il continuo passaggio di soldati, così come la rete dei commerci transalpini, favoriscono inevitabilmente la diffusione delle malattie infettive.

La peste degli anni 1628-1636, diffusa in tutto il nord Italia e nell’arco alpino, è solo una delle numerose epidemie che a partire dalla grande ‘peste nera’ del 1347 colpiscono l’Europa in modo ciclico ogni quindici o vent’anni, seppure interessando di volta in volta territori circoscritti.

Mentre le autorità locali cercano di frenare i contagi limitando spostamenti e accessi alle città, la medicina combatte il morbo con gli inefficaci rimedi allora a disposizione.

Di fronte alla morte portata dal ‘nemico invisibile’, alla popolazione non resta che affidarsi alla fede: è proprio alla devozione popolare, soprattutto per i santi Rocco e Sebastiano, protettori contro la peste, che dobbiamo numerose opere d’arte, testimonianze toccanti di quegli eventi tragici, tanto lontani quanto vivi nel loro riproporsi.

EVENTI COLLATERALI – CASA DE GENTILI, SANZENO – Casa de Gentili ospiterà, oltre all’esposizione, anche alcuni eventi collaterali.

Il primo è in programma lunedì prossimo 30 agosto alle 20.30, vedrà protagonisti i curatori Matteo Cova e Marcello Beato ed è intitolato “Epidemia senza confini”.

Venerdì 10 settembre alle 20.30 si terrà la serata dal titolo “Sed libera nos a malo – Epidemie e contagi: dalla peste alla “spagnola” (passando per colera e Tbc)” con relatore il giornalista Alberto Folgheraiter.

A ottobre avrà luogo infine la #tavolarotonda su:“Ripartire dopo la pandemia: economia, cultura, comunicazione”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento7 ore fa

Scuola, stop all’obbligo di indossare le mascherine per personale e alunni

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

“Quello che possiamo imparare in Africa”: Cavareno incontra don Dante Carraro

Trento7 ore fa

Sanità trentina: 4,5 milioni di euro per abbassare le liste di attesa

Valsugana e Primiero9 ore fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura9 ore fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento11 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento11 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra11 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion13 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero13 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro13 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina13 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento2 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Trento2 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento2 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Trento2 giorni fa

Grosso incendio presso la discarica Podetti. In azione decine di vigili del fuoco

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Lavarone: anche oggi si cerca senza sosta il corpo di Willy

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

fashion13 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Trento3 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

eventi3 giorni fa

Miss Italia: ad Andalo vince la 18 enne Isabel Vincenzi

Italia ed estero1 giorno fa

29 enne austriaca rifiuta un’eredità di 4 miliardi di euro

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza