Connect with us
Pubblicità

Trento

Rinnovato il Comitato provinciale di coordinamento per la salute e la sicurezza sul lavoro

Pubblicato

-

Oggi la Giunta provinciale, su proposta dell’assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, ha rinnovato il Comitato provinciale di coordinamento in materia di salute e sicurezza sul lavoro, che è formato da rappresentanti di Provincia (Dipartimento sviluppo economico, ricerca e lavoro, Dipartimento salute e politiche sociali, Sicurezza ambienti di lavoro, Servizio lavoro, Servizio antincendi e protezione civile, Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente); Azienda provinciale per i servizi sanitari; Inail; Inps; Consorzio dei Comuni; organizzazioni sindacali dei datori di lavoro; organizzazioni sindacali dei lavoratori.

Tra i componenti aggiunti è stata data attenzione alla cultura della sicurezza coinvolgendo il Corso di Laurea specifico; sono chiamati a collaborare nel Comitato i consulenti del lavoro ed i professionisti della sicurezza, attraversi i relativi ordini professionali.

Il Comitato è presieduto dal presidente o dall’assessore da lui delegato, ha compiti di programmazione e indirizzo delle attività di prevenzione e vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro, raccolta ed analisi delle informazioni relative agli eventi dannosi e ai rischi, valorizzazione degli accordi aziendali e territoriali che orientino i comportamenti dei datori di lavoro ai fini del miglioramento dei livelli di tutela.

Pubblicità
Pubblicità

Contestualmente si è innovato il sistema per cercare una maggiore efficacia dell’organismo, anche affiancando alle funzioni del Comitato i compiti più esecutivi con una cabina di regia, come previsto anche nelle altre Regioni.

Infatti è stato costituito l’Ufficio operativo provinciale, interconnesso al Comitato, dovrà definire i piani operativi di vigilanza nei quali sono individuati gli obiettivi, gli ambiti territoriali, i settori produttivi, i tempi, i mezzi e le risorse e successivamente monitorare i risultati.

Il Comitato provinciale di coordinamento in materia di salute e sicurezza sul lavoro è composto dalle seguenti figure con diritto di voto:

Pubblicità
Pubblicità
  • presidente della Provincia o assessore da lui delegato;
  • dirigente generale del Dipartimento Sviluppo economico, ricerca e lavoro;
  • dirigente generale Dipartimento Salute e politiche sociali;
  • direttore Ufficio sicurezza ambienti di lavoro della Provincia;
  • direttore Unità operativa prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro dell’Apss;
  • dirigente generale dell’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente;
  • dirigente generale Servizio lavoro della Provincia;
  • dirigente Servizio antincendi e protezione civile della Provincia;
  • direttore provinciale Inail di Bolzano;
  • direttore provinciale Inail di Trento;
  • direttore regionale Inps Trento;
  • direttore generale Consorzio dei Comuni trentini;
  • 4 rappresentanti dei lavoratori designati dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori comparativamente più rappresentative a livello provinciale;
  • 4 rappresentati dei datori di lavoro designati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro maggiormente rappresentative a livello provinciale.

Su invito del presidente possono partecipare gli assessori provinciali competenti per le specifiche funzioni in discussione, nonché altri soggetti esperti.

Questi i componenti aggiunti senza diritto di voto:

  • un referente dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza operativi sul territorio provinciale, designato congiuntamente dalle 4 organizzazioni sindacali più rappresentati a livello provinciale;
  • un referente dei rappresentanti territoriali dei lavoratori per la sicurezza operativi sul territorio provinciale, designato congiuntamente dagli enti bilaterali che hanno istituito rappresenti territoriali dei lavoratori per la sicurezza;
  • un rappresentante tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro designato dall’Ordine delle professioni sanitarie tecniche della riabilitazione e della prevenzione di Trento;
  • un rappresentante designato dal Coordinamento imprenditori della provincia di Trento;
  • un rappresentante dell’Associazione nazionale mutilati ed invalidi del lavoro – sede di Trento;
  • un rappresentante dell’Associazione professionale italiana ambiente e sicurezza;
  • un rappresentate designato congiuntamente da CIA – Agricoltori italiani del Trento e Confagricoltura del Trentino;
  • un rappresentante designato dai consulenti del lavoro della provincia di Trento;
  • un rappresentante dell’Associazione nazionale costruttori edili del Trentino;
  • un rappresentante del corso di laurea interateneo Università di Verona e Università di Trento in Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, designato dal presidente del CdL.

Il Comitato viene convocato con cadenza periodica e comunque tra una riunione e l’altra devono intercorrere al massimo tre mesi. Ai sensi della normativa vigente nessun compenso o rimborso spese viene corrisposto ai componenti designati, in quanto gli stessi svolgono la loro attività in rappresentanza delle rispettive organizzazioni.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa
    Una possibile alternativa per acquistare casa potrebbe essere l’affitto con riscatto. Negli ultimi anni, la mancanza di liquidità, le garanzie delle banche sempre più stringenti e gli alti tassi di intesse, incidono negativamente sull’acquisto di... The post Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa appeared first on Benessere Economico.
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza