Connect with us
Pubblicità

Trento

Riforma sanità: oggi incontro tra l’assessora Segnana e i sindacati

Pubblicato

-

Ospedale policentrico ovvero un’unica rete ospedaliera articolata su 7 strutture aziendali, ripristino e potenziamento dei distretti sanitari e del Dipartimento di prevenzione, medicina del territorio e Scuola di Medicina.

Sono questi i cardini su cui ruota il nuovo modello organizzativo dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari, che dopo essere stato adottato in via preliminare dall’esecutivo, in questi giorni viene presentato agli stakeholder del territorio.

L’altro giorno il percorso è stato illustrato ai membri della Consulta della salute, oggi invece è stato il turno dei sindacati di categoria, quindi nei prossimi giorni, prima dell’adozione definitiva che dovrà avvenire entro la fine di agosto, la riforma approderà in Quarta commissione.

Pubblicità
Pubblicità

All’incontro, che si è tenuto via meet, erano presenti l’assessore provinciale alla salute Stefania Segnana, il direttore generale facente funzioni dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari Antonio Ferro con il direttore del Servizio ospedaliero provinciale Pier Paolo Benetollo e il dirigente generale del Dipartimento provinciale salute Giancarlo Ruscitti.

Come illustrato dall’assessore e dal dirigente generale Ruscitti, il nuovo modello organizzativo proposto per Apss si inserisce nel più ampio quadro della riforma della sanità nazionale, che dovrebbe concludersi entro fine anno.

Obiettivo rispondere alle criticità messe in luce dalla pandemia e non solo da essa, come anche valorizzare i punti di forza del sistema trentino, in un’ottica appunto provinciale.

Pubblicità
Pubblicità

Cuore del sistema l’ospedale “policentrico” ovvero non un ospedale nel quale concentrare tutte le attività, ma ospedali in rete, che hanno bisogno l’uno dell’altro e dove alcune attività possono essere potenziate o caratterizzate.

E in questo senso, come hanno illustrati i vertici della sanità trentina, la riforma andrà ad accentuare quanto già accade in Trentino, basti pensare alla procreazione medicalmente assistita, attività che già avviene per tutto il territorio solo nell’ospedale di Arco.

Ampia e articolata la discussione con le organizzazioni sindacali di categoria; da parte dell’esponente di Giunta è arriva l’assicurazione che verranno raccolte ed esaminate le varie proposte che perverranno, in vista della stesura del Regolamento – che farà seguito all’adozione definitiva – nel quale verranno dettagliate tutte le attività di programmazione della riforma della sanità.

Nervosismo invece da parte dei Sindacati che in una nota congiunta spiegano che la convocazione è avvenuta in tempi troppo stretti «solo per adempiere formalmente a un obbligo di legge, abbiamo incontrato l’assessora Segnana e i Dirigenti Ruscitti, Ferro e Benettollo. Un unico incontro con le rappresentanze del comparto e della dirigenza sanitaria non medica – dopo gli oltre 30 che ci sarebbero stati, così ci è stato riferito, con gli altri attori del sistema a partire dai rappresentanti dei Medici di medicina generale – non può certamente intendersi rispettoso del ruolo e del lavoro di tutto il personale che a vario titolo opera in Sanità». Queste le parole del segretario generale della Fp Cgil del Trentino Luigi Diaspro che, assieme a Gianna Colle e Marco Cont, ha partecipato all’incontro di questa mattina.

Fp Cgil spiega che una riforma di tale portata non può prescindere da metodi e tempi di confronto congrui, inoltre: «È complicato fare valutazioni visti gli scarni contenuti della delibera: priva di dettagli su ragioni, modalità e risorse per raggiungere obiettivi espressi, anch’essi, in maniera generica». Bene il maggiore coordinamento e prossimità potenziando e ampliando strutture e reti territoriali, bene agire sulla semplificazione e l’efficientamento della catena di comando, ma mancano il come, il quando e con quali risorse umane e finanziarie visto che il maggior costo dell’operazione è indicato in delibera in (soli) 400.000 euro.

Sull’organizzazione territoriale: «Conveniamo sulla necessità del decentramento, ma sull’ospedale policentrico mancano dettagli su costi, organizzazione e fabbisogni di personale. E quale attrattività avrebbero strutture che per dimensione e numero dei casi non assicurano carriera, crescita professionale, formazione d’avanguardia, eccellenza?»

I Sindacati hanno anche stigmatizzato l’assenza di risorse per rinnovare il contratto. «Importante inoltre avere contezza di come si inscrive la riforma nel quadro del Pnrr che prevede importanti risorse per i territori ma anche ipotesi operative concrete, con le Case e gli Ospedali di Comunità previsti anche in Trentino. Ci sono poi i temi non affrontati del ruolo e del perimetro della sanità privata, degli obiettivi su integrazione socio-sanitaria-assistenziale-domiciliare di cui è parte integrante il progetto Spazio Argento in fase sperimentale (?), il progetto di integrazione tra la Facoltà di medicina e il Polo universitario».

I sindacati in conclusione hanno chiesto all’Assessora Segnana di calendarizzare al più presto una serie di incontri con le rappresentanze delle lavoratrici e dei lavoratori che «non comprendono come si possa mettere mano a una riforma che riguarda in primo luogo il loro lavoro e le loro competenze, senza un percorso partecipato e auspicabilmente condiviso, una beffa dopo 18 mesi di assoluta abnegazione e sacrifico nella lotta alla pandemia».

Da ricordare che alcuni giorni fa i sindacati erano già stati convocati ma avevano deciso di boiccotare l’incontro senza nessun preavvertimento. 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza