Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Dopo trent’anni di amicizia firmato a Cles il gemellaggio con la città polacca di Slawno

Pubblicato

-


Un gemellaggio tanto atteso che è stato presentato in conferenza stampa il 17 agosto scorso, dove il Sindaco di Cles Arch. Ruggero Mucchi ha anticipato la firma ufficiale del gemellaggio con la città di Slawno in Polonia, uno stato spesso prevaricato da invasori e dittature: durante la 2a guerra mondiale, sottomessa al regime comunista russo, e solo dal 1989 resasi nazione indipendente.

Spiega Mucchi: “Alcuni anni fa una delegazione clesiana composta da me, dall’allora Presidente del Consiglio Comunale Luciano Bresadola, l’ex vigile urbano Giorgio Debiasi e Ivo Menapace, ci siamo recati a nord della Polonia nella bellissima cittadina di Slawno, che per alcuni aspetti assomiglia abbastanza alla nostra Cles, sia per estensione, latitudine, economia e modo di vivere. Questo viaggio aveva lo scopo di rafforzare i trascorsi anni di amicizia creando opportunità lavorative, ospitalità, scambi culturali ed artistici.

Avevamo sottoposto la proposta di gemellaggio già due anni fa al Ministero dell’Interno ed alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ma purtroppo la pandemia in corso ha impedito tutto ciò; ora finalmente tutto questo è possibile. Finora questo è il primo gemellaggio con una città facente parte della Comunità Europea; Cles è gemellato anche con la città di Pemba in Tanzania, ove si trova anche il complesso umanitario creato dalla Fondazione Ivo de Carneri, e con la città di Suzdal in Russia, con la quale ogni anno avviene uno scambio culturale tra giovani ragazzi di ambo i paesi. Ma l’obiettivo principale del gemellaggio con Slawno è quello di far arrivare alla popolazione il concetto di scambio, l’importanza del rapporto tra due città molto simili fra loro”.

Pubblicità
Pubblicità

Giorgio Debiasi, grande attivista della comunità clesiana, racconta la sua esperienza con Slawno: “Tutto è iniziato nel 1987, quando, dopo la caduta del muro di Berlino, un gruppo di giovani universitari kayakisti di Slawno vennero in valle per praticare kayak nel torrente Noce, stabilendosi con le loro tende da campeggio al Bersaglio sul monte Cles.

Purtroppo la loro esperienza sportiva venne funestata da un grave incidente: uno di loro, durante una discesa, battè la testa sulle rocce che gli costò la vita. A quel punto la loro permanenza venne prolungata a causa del tragico evento. All’epoca io ero vigile urbano, e l’allora Sindaco Giacomo Dusini mi incaricò di dare un’occhiata a quei ragazzi, se stavano bene e se avessero bisogno di qualcosa; non solo: lui si prodigò e pagò di tasca sua le spese che il gruppo dovette affrontare.

Quei ragazzi studiavano presso le università di Danzica e Cracovia, ed erano sportivi davvero bravi, volevano girare il mondo, ma non trovando nessuno sponsor, pensarono di autofinanziarsi e per questo iniziarono a tornare anno dopo anno per la raccolta delle mele, seguiti da parenti e amici, ed arrivarono in massa. Da allora mi sono recato a Slawno tantissime volte, e fu nel 2004 che nacque il primo progetto di gemellaggio sottoscritto da Giacomo Dusini”.

Pubblicità
Pubblicità

Ivo Menapace fu uno dei primi agricoltori ad avvalersi della manodopera polacca per raccogliere mele e ricorda: “Loro si trovavano molto bene con la nostra famiglia, soprattutto era molto apprezzata la cucina di mia madre, ed ogni anno sempre più persone volevano venire a lavorare da noi. Anche io mi sono recato parecchie volte da loro, e sono stati davvero ospitali; col tempo abbiamo costruito un rapporto di reciproca fiducia ed amicizia. I polacchi sono un popolo che ha sofferto tantissimo, per secoli gli hanno rubato la terra”.

L’Assessore all’urbanistica Diego Fondriest commenta: “La prima volta che sono stato a Slawno ci hanno riservato una calda accoglienza, ci hanno fatto sentire come a casa nostra, mi sembrava di essere a Cles. Prima non conoscevo la storia che ha portato al gemellaggio, ed ora sono felice perchè finalmente si è concluso l’iter burocratico e si può procedere alla firma. Nei tre giorni che sono stato in Polonia il Consiglio Comunale e le autorità di Slawno ci hanno perfino consegnato delle medaglie!”

Conclude il Sindaco Mucchi: “Sabato mattina alle 9,30 qui a Palazzo Assessorile ci sarà la firma ufficiale del gemellaggio alla presenza del Consiglio Comunale. Avremo un programma abbastanza fitto: dopo il discorso di accoglienza alle 11,00 in piazza Municipio il Gruppo Bandistico Clesiano si esibirà suonando i rispettivi inni nazionali ed altri brani. Lo scopo è di far conoscere alla popolazione la delegazione polacca, vogliamo trasmettere un messaggio di amicizia, e vogliamo che i delegati di Slawno vedano come si vive a Cles, clesiani e turisti che vanno al mercato contadino, poi si incontreranno con i rappresentanti dei gruppi rionali di Pez e Mechel; vogliamo farli partecipi della nostra quotidianità, di come si finanzia questo comune, le scuole, i servizi, i cantieri, le strutture, con i suoi lati positivi ed anche le pecche, senza nascondere nulla”.

Sabato 21 agosto a Palazzo Assessorile di Cles è avvenuto il vero e proprio gemellaggio, alla presenza delle autorità locali. Ha presentato la cerimonia e tutti gli intervenuti lo storico Dott. Alberto Mosca.

L’introduzione spetta al Sindaco di Cles Ruggero Mucchi, che elenca i vari rappresentati della Giunta e del Consiglio comunale presenti all’evento (a stretto numero chiuso, causa le restrizioni epidemiologiche in atto), oltre ai rappresentanti delle forze dell’ordine, alcuni personaggi di spicco della comunità clesiana ed ovviamente la delegazione polacca composta da Frankenstein Krzyszof Sindaco di Sławno, Łużyńska Marzena Presidente del Consiglio Comunale di Sławno, Jankowski Robert Presidente dell’energia termica comunale, ed infine Stepień Robert, interprete ufficiale nonchè Presidente del Consiglio del fondo provinciale per la protezione dell’ambiente e la gestione delle acque.

Il Sindaco spiega: “Negli anni ’80 e ’90 non era così facile venire a lavorare nelle nostre zone, sia dal punto di vista burocratico che da quello umano, a differenza di oggi dove incontrare lavoratori stranieri è divenuta una cosa normalissima, rafforzata dalla presenza di un grande papa polacco, Karol Wojtyla, ovvero Giovanni Paolo II°, che ha accomunato le due nazioni, augurandosi che questo gemellaggio prosegua attraverso i giovani, tramite scambi culturali, artistici e lavorativi da ambo le parti e che li facciano sentire a casa propria in entrambe gli stati. Firmare questo gemellaggio deve servire come esempio per le generazione future”.

Il Presidente del Consiglio Comunale Claudio Taller si ritiene importante e fortunato di partecipare a questo evento: “Bisogna capire cosa sta dietro la firma di un gemellaggio; da un evento tragico nasce un’amicizia tra due paesi. Questo gemellaggio è legato alla parola ‘futuro'”.

L’Assessore Regionale Lorenzo Ossanna conferma la pluriennale affluenza di lavoratori agricoli polacchi nella nostra provincia, sottolineando l’importanza di riuscire a creare collegamenti a favore dei giovani, e trovare motivi di collaborazione, scambio e crescita per ambedue i paesi.

La Consigliera Provinciale Paola Demagri afferma che anche se la distanza tra Cles e Slawno è di circa Km. 1300 e per arrivarci bisogna attraversare tre confini, non esistono limiti invalicabili al gemellaggio: “Ho sentito parlare di di ambiente, energia, acqua, cose che interessano anche la nostra comunità, lontane ma vicine perchè accomunate da beni comuni”.

Giorgio Debiasi che da trent’anni si occupa dei rapporti con Slawno, legge una dettagliata cronistoria sulle visite e manifestazioni intercorse fra i due comuni durante tutto questo tempo, facendo presente che dal lontano 1986 ad oggi circa 300 persone hanno trovato impiego nella nostra comunità.

Ivo Menapace, fra i promotori di questo gemellaggio, ha condiviso con Debiasi gli innumerevoli viaggi in terra polacca, e rende noto di come l’inno nazionale polacco sia stato scritto nel 1797 a Reggio Emilia, da Józef Wybicki durante la guerra napoleonica e citi testualmente: ‘Marcia, marcia Dąbrowski dalla terra italiana alla Polonia. Sotto il tuo comando ci uniremo come popolo!’

Il Sindaco di Slawno Krzyszof Frankenstein dichiara: “Questa amicizia nata trent’anni fa oggi viene finalmente ufficializzata. I polacchi sono sempre stati grati agli italiani per il loro aiuto, specie dopo la caduta del muro di Berlino, quando il paese ha attraversato una profonda crisi economica, e se sarà necessario ci aiuteremo anche in futuro”.

La Presidente del Consiglio Marzena Łużyńska punta molto sugli scambi culturali fra le scuole, tra giovani studenti e bambini, e aggiunge in perfetto italiano: “Cles è una città bella e affascinante!”

L’interprete Robert Stepień afferma che questo sarà un giorno che non si dimentica per questo progetto che è giunto finalmente alla tanto attesa conclusione.

Presenti anche i bambini del Consiglio Comunale dei Ragazzi: la Vice Presidente Emma Bonetti spera in futuro di poter visitare la città di Slawno e la Polonia, mentre il Consigliere Junior Cristian Rauzi si augura che queste due comunità, anche se molto diverse fra loro, insieme riescano a convivere bene.

Dopo la lettura del testo del gemellaggio da parte del Dott. Mosca, si procede alle firme ed al rituale scambio di doni da parte delle due delegazioni: il Comune di Cles dona a ciascun delegato il nuovo libro su Cles appena uscito (qui l’articolo), ed un quadro dipinto dall’artista Marcello Nebl, il quale illustra il suo dipinto, che immortala Cles e la vallata: “E’ un paesaggio semplice che rappresenta al meglio la nostra comunità: il lago che ci fornisce energia elettrica, l’urbanistica di Cles con le sue quattro frazioni, la chiesa parrocchiale, il castello, la catena del Brenta ed il monte Peller, la campagna, e non poteva mancare lo stemma della città”.

I Consiglieri Demagri ed Ossanna donano libri sul Trentino e medaglie commemorative, mentre la delegazione polacca dona a sua volta un quadro raffigurante i rispettivi palazzi comunali con gli stemmi e le bandiere.

La cerimonia si è conclusa nel piazzale del Palazzo Assessorile con l’esibizione del Gruppo Bandistico Clesiano.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza