Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Green pass obbligatorio per entrare al supermercato: ok da Zampa (Pd) e Toti

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il governatore della Liguria Giovanni Toti è intervenuto sulla possibile estensione del Green Pass obbligatorio in alcuni luoghi di lavoro: “Rifletterei sul fatto che all’interno di luoghi chiusi, dove si lavora insieme tutto il giorno, vi siano delle regole più flebili rispetto a chi si incontra in pizzeria a un metro di distanza e ci sta un’ora. Qualcosa non torna”, ha detto alla trasmissione Agorà Estate su Rai3. “Se fossi un lavoratore alla catena di montaggio gomito a gomito con un mio collega, pretenderei che avesse il Green Pass”, ha aggiunto

Negli Stati Uniti, “gran parte delle aziende progressiste, più evolute, ha già messo l’obbligo di Green Pass all’ingresso. Da Microsoft a Google, sono moltissime le aziende che lo chiedono per accedere, ha ricordato il presidente della Regione Liguria.

E ieri, in un’intervista al Corriere della Sera, Toti aveva chiesto l’estensione del certificato verde per l’ingresso in “centri commerciali, negozi e supermercati”

Pubblicità
Pubblicità

Anche la responsabile Salute del Pd ed ex sottosegretaria, Sandra Zampa, propone di estendere l’uso del green pass anche ai supermercati: “Dipendesse da me lo renderei obbligatorio anche per entrare al supermercato. Se può rappresentare una ulteriore spinta per convincere gli indecisi a prendere l’appuntamento con le due dosi, varrebbe la pena prevederne un uso a tutto raggio”.

Ricordiamo che la certificazione verde per il momento è richiesta nei ristoranti al chiuso, nelle Rsa, nei cinema e nei teatri, per gli eventi sportivi e culturali. Da settembre sarà obbligatoria anche per i trasporti a lunga percorrenza e per gli insegnanti.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza