Connect with us
Pubblicità

Trento

A Meano faida tra vicini, uno dei quali è costretto ad uccidere 3 galli

Pubblicato

-

Di liti o guerre fra vicini che si protraggono nel tempo ce ne sono molte, ma sono poche quelle dove ci scappa il morto, anzi, tre morti. Tranquilli i deceduti sono solo dei galli e non esseri umani e sono i malcapitati e sfortunati animali al centro di una faida che ormai dura da molti anni.

E’ accaduto giovedì scorso a Meano, e la storia merita di essere raccontata. Quando alla porta della moglie di un contadino si sono presentati 3 uomini delle forze dell’ordine insieme a due veterinari dell’azienda sanitaria la donna è trasalita pensando che fosse successo qualcosa di grave al marito che stava lavorando nei campi oppure al figlio.

Quando però hanno chiesto di vedere il pollaio la donna ha tirato un sospiro di sollievo.

Pubblicità
Pubblicità

Il vicino si lamentava per la puzza proveniente dal pollaio e per il fastidio che i due galli provocavano cantando la mattina presto. I vigili naturalmente erano stati inviati dal solerte vicino di casa.

Chiamato dalla moglie il contadino ha mostrato il pollaio  che possiede da quando è nato.«È stato costruito insieme alla casa»  – sottolinea l’uomo

I veterinari dopo l’ispezione hanno considerato il pollaio adeguatamente curato nonostante la presenza di alcuni polli in eccesso. Sarà cura ora del contadino recarsi presso gli uffici competenti per segnalare il numero dei polli e l’ubicazione dello stesso pollaio (nelle foto) che trovandosi in mezzo a delle case ha bisogno di un’ulteriore autorizzazione. Cose da poco insomma.

Pubblicità
Pubblicità

Dai verbali non emerge nessuna sanzione elevata al contadino che pensava forse di averla passata liscia. «Devo dire che gli uomini delle forze dell’ordine e i veterinari sono stati molto professionali e gentili, fin da subito ho capito che stavano facendo il proprio lavoro, e alla fine pensavo che tutto finisse li» – spiega il 73 enne di Meano.

Ma purtroppo le speranze del  73 enne contadino si sono affievolite lasciando spazio alla rabbia quando le forze dell’ordine lo hanno invitaro ad abbattere uno dei due galli.

«Il fatto è che questo è già il terzo gallo che sono costretto ad uccidere a causa del vicino che abita qui sopra – spiega l’uomo – sono veramente arrivato al limite. Quando ho dovuto uccidere anche questo mi veniva da piangere, d’altronde le forze dell’ordine mi hanno detto che se non lo facevo la prossima volta mi avrebbero denuciato e sanzionato».

E ancora:«I vigili naturalmente non hanno nessuna colpa, anzi, sono stati molto gentili e disponibili anche nell’aiutarmi ma devono applicare le leggi ed io li capisco – ci spiega il malcapitato – il problema non sono loro ma il vicino. Lui può tenere gli animali nelle gabbie che utilizzano negli allevamenti intensivi mentre io non posso più tenere una gallina a casa mia.»

Anche il segnalatore infatti avrebbe, secondo il settantatreenne, nel campo vicino, un pollaio e delle piante tenute in malo modo.

Infine l’uomo conclude:  «Io non riesco proprio a capire queste leggi che, solamente per le lamentele di una testa di ca**o, mi costringono ad uccidere un gallo che, per sua natura fa il gallo e la mattina canta».

Insomma, alla fine per un lite di vicinato a rimetterci sono stati 3 galli che sono passati a miglior vita.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza