Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Si apre con una proiezione spettacolare sulla facciata di Palazzo Assessorile a Cles il “Festival Kino”

Pubblicato

-

foto Stefano Benedetti

Verrà inaugurato domani sera, mercoledì 4 agosto alle ore 21, nella splendida location di Palazzo Assessorile a Cles il “Festival Kino” dedicato a Padre Eusebio Francesco Chini, il missionario noneso venerato in Messico e America che fu anche cartografo e astronomo.

Un progetto, quello ideato dalla Fondazione Cassa Rurale Val di Non con la Cassa Rurale Val di Non e l’Associazione Culturale P. Eusebio F. Chini di Segno, che tra mille difficoltà legate al delicato periodo in cui stiamo vivendo, è stato fortemente voluto e tenacemente portato avanti per riscoprire e attualizzare la figura del gesuita che, nato a Segno (Trento) in Val di Non il 10 agosto del 1645, è considerato uno dei padri fondatori degli Stati di Sonora e dell’Arizona.

Obiettivo principale della Fondazione Cassa Rurale Val di Non quello di allargare il target di riferimento indirizzando gli eventi a un ampio pubblico, dai bambini agli anziani, compresi i giovani e gli adulti con proposte diversificate volte a sottolineare i principi della cooperazione e della solidarietà. Varie le idee messe in campo per arrivare a comunicare l’importanza di una figura – ricordata in Val di Non attraverso due importanti monumenti in bronzo collocati nel paese di Segno – a molti ancora sconosciuta.

Pubblicità
Pubblicità

Una spettacolare proiezione Video Mapping realizzata da Stefano Benedetti con la collaborazione di Lucia Barison, coordinatrice di tutta la rassegna di eventi, Marcello Nebl, autore della trama, Jacopo Laurino ed Elena Galvani, splendide voci narranti, proietterà nel vero senso della parola lo spettatore nella suggestiva storia di Kino grazie a effetti speciali realizzati ad hoc sulla facciata di Palazzo Assessorile che verrà destrutturata e ancor più valorizzata in giochi di luce ed effetti spettacolari.

Mercoledì 4 e giovedì 5 agosto sera alle ore 21.30, 22.00 e 22.30, saranno le stelle a narrare la storia di Kino che, tra il dicembre 1680 e il febbraio 1681, osservò il passaggio di una cometa della quale diede un’ampia e approfondita descrizione in un testo che anticipò i moderni trattati di astronomia (durata della proiezione ’10 circa).

Sempre le stelle, quali fonte inesauribile di ispirazione ed immaginazione, saranno il filo conduttore di un altro evento diffuso nel territorio non a caso chiamato “Costellazione Kino”.

Pubblicità
Pubblicità

Una mostra diffusa di beni, opere e oggetti selezionati dal Museo di Segno verranno esposti da venerdì 13 agosto a venerdì 24 settembre 2021 in cinque filiali della Cassa Rurale Val di Non nel paese di Cles (Centro Direzionale di Via Marconi), Denno, Taio, Coredo e Sanzeno (orari di apertura delle filiali).

Una mostra pensata per legare simbolicamente il territorio attraverso una importante pagina di storia della Val di Non – quella di Padre Kino – rappresentata, nell’ambito di una mostra diffusa temporanea, attraverso un segno grafico che rievoca una costellazione qui originatasi dall’unione delle cinque filiali della Cassa Rurale Val di Non.

Con l’intento di raccontare – soprattutto ai giovani – chi era e cosa fece Padre Chini nei 24 anni di permanenza in Nuova Spagna, nel corso dei 50 viaggi di esplorazione calcolati in almeno trentamila chilometri e nei 130.000 km² di spedizioni a cavallo da lui percorsi, il Festival percorrerà le rive del Lago di Santa Giustina per arrivare in località Le Plaze nel Comune di Predaia dove sabato 21 agosto vi sarà l’evento APERIKINO, l’aperitivo con finger food americani e messicani dedicato ai giovani.

Padre Chini fu il primo a dedurre che la Bassa California era una penisola. Fino al suo arrivo in Nuova Spagna, infatti, si riteneva che la Baja California, così come la Isla de Mujeres, fosse un’isola, staccata dal continente nordamericano. Egli scoprì il passaggio via terra dalla Bassa California al continente, dimostrando quindi che non era un’isola, ma una peninsula.

Tutto questo e altro ancora verrà raccontato da un ciclo di proiezioni nei Teatri Parrocchiali dei paesi di Coredo, Tuenno, Romeno e nella spettacolare e storica location di Castel Belasi a Campodenno il 2, 9, 16 e 30 settembre alle ore 20.45. Ad arricchire gli incontri l’eccezionale testimonianza dei registi Lia Giovanazzi Beltrami, Joachim von Weinheim, Alessandro Cagol e Mauro Vittorio Quattrina che racconteranno la loro esperienza professionale e la vita di Kino vista ed interpretata nei loro documentari.

A ottobre il Festival interesserà anche il comparto scolastico al quale verrà indirizzato un calendario di appuntamenti nell’ambito del quale alcuni testimoni tra cui il giornalista Mauro Neri e l’illustratore Fulvio Bernardini (in arte Fulber), racconteranno la loro personale esperienza di vita, professionale o di volontariato legata alla figura di Padre Kino.

A ciascun Istituto Scolastico aderente all’iniziativa verrà inviato un pacco “brandizzato” con il logo appositamente creato per l’iniziativa dall’artista noneso Felix Lalù contenente una selezione di materiale edito fino ad ora tra cui libri, guide e dvd donata dall’Associazione Culturale P. Eusebio F. Chini da sempre impegnata nella valorizzazione e divulgazione della storia di Padre Kino.

Numerosi i soggetti, gli enti e le associazioni coinvolti nel progetto di valorizzazione di una delle figure più affascinanti della Val di Non come la Comunità della Val di Non, il Comune di Predaia, il Comune di Cles con la Pro Loco del capoluogo, Melinda, l’Azienda per il Turismo della Val di Non, il Consorzio Bim dell’Adige, il Comune di Ville d’Anaunia, il Comune di Romeno con la Filodrammatica Amicizia e il Comune di Campodenno. Hanno patrocinato e collaborato attivamente al progetto le Associazioni Trentini nel Mondo e Giovani Soci Cassa Rurale Val di Non.

Vasto è il raggio di influenza del missionario cui – non a caso – sono intitolati due prodotti vinicoli come il vino KINONERO della cantina De Vescovi Ulzbach di Mezzocorona e il TrentoDoc INKINO della Cantina Mas dei Chini di Trento che, aderendo al progetto, propongono un’esperienza in cantina il 12 e 19 agosto 2021 a partire dalle ore 17.30.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza