Connect with us
Pubblicità

Trento

Sotto la sede Rai i manifestanti hanno ricordato con un minuto di silenzio il dottor Giuseppe De Donno

Pubblicato

-

Sarà così fino a quando il green pass non sarà abolito. É la promessa dei manifestanti che per il secondo sabato consecutivo si sono ritrovati in Piazza Dante e da qui hanno sfilato per le vie del centro fino a tornare sotto il monumento.

Il corteo era formato dai «No pass», ma anche dai «No Mask» e «Non Vax», inomma il popolo del «No» alle regole imposte dal governo per combattere la pandemia. 

“Giù le mani dai bambini”, “ Libertà, no green pass” e “Resistenza, resistenza” gli slogan più frequenti un corteo urlato, ma sempre spontaneo.

Pubblicità
Pubblicità

Quanti erano i manifestanti? Davvero tanti, si parla di circa un migliaio.

Trentini e nuovi trentini di tutte le età, ma in maggioranza donne. Non mancavano i bambini.

Questa volta è stato poco lo spazio per i discorsi ed a prevalere è stata la voglia di dar voce e gambe alla protesta.

Pubblicità
Pubblicità

Il corteo dei manifestanti si è snodato da Piazza Dante nelle vie del Giro al Sass, poi per via Mantova, via Dordi, Piazza Fiera, Corso tre novembre, con sosta davanti al commissariato del governo e in via Perini nei pressi della sede della Rai.

Abbiamo detto corteo gridato ed ha fatto una certa impressione sentir calare il silenzio tra uno slogan e l’altro sotto la sede della Rai.

E’ stato il momento in cui i manifestanti hanno ricordato con un minuto di silenzio il dottor Giuseppe De Donno suicidato a 54 anni: era il sostenitore delle cure alternative al vaccino con l’utilizzo del plasma iperimmune.

Alla Rai i manifestanti dopo averla apostrofata al grido di venduti, è stata chiesta “verità”, Verità e libertà sono state gridate a gran voce lungo le vie del centro cittadino.

Sorprende ancora una volta quanti trentini abbiano deciso di metterci la faccia, di manifestare in questo ultimo sabato di luglio, sotto la canicola solo in nome della libertà ed in difesa della democrazia. Da sottolineare anche che quasi nessuno indossava la mascherina. 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza