Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Ritrovato morto Alberto Bressan: tentava di scalare in solitaria la via Castiglioni/Detassis

Pubblicato

-

Alberto Bressan, l’alpinista veneto di 51 anni residente a Valdagno le cui ricerche erano cominciate questa notte, è stato ritrovato senza vita intorno alle 9.30 di questa mattina su una cengia della parete della Pala del Rifugio (gruppo Pale di San Martino), a 500 metri circa da terra.

L’allarme al Numero Unico per le Emergenze 112 era stato lanciato verso la mezzanotte dal gestore del rifugio Treviso in Val Canali, che non lo ha visto rientrare.

L’uomo aveva lasciato detto di voler scalare in solitaria in “free” solo la via Castiglioni/Detassis alla Pala e lo Spigolo Sass d’Ortiga (gruppo Pale di San Martino). Fatale una caduta presunta di più di 100 metri lungo la via Castiglioni/Detassis.

Pubblicità
Pubblicità

Le ricerche erano cominciate nella notte, con il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino e Speleologico che ha chiesto l’intervento dell’elicottero per effettuare un sorvolo sulla zona, con l’ausilio dei visori notturni in dotazione all’equipaggio.

L’elicottero ha imbarcato a bordo un operatore della Stazione di Primiero ed è salito in quota ma la ricerca dall’alto non ha dato nessun esito.

Un secondo tentativo di sorvolo è stato fatto alle prime luci dell’alba ma ancora nessun esito.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo il ritrovamento dei Carabinieri della sua auto parcheggiata in Val Canali, due operatori della Stazione di Primiero sono saliti al rifugio Treviso per fare una ricognizione alla base della parete, mentre l’elicottero è decollato da Trento per effettuare un altro sorvolo, imbarcando due operatori della Stazione di Primiero.

Dopo pochi minuti di volo, l’equipaggio è riuscito ad individuare il corpo dell’alpinista su una cengia. Sul posto sono stati verricellati il Tecnico di Elisoccorso e un soccorritore ma per l’uomo non c’era nulla da fare.

Dopo che il medico ne ha dichiarato il decesso e dopo il nullaosta delle autorità, la salma è stata recuperata a bordo dell’elicottero ed elitrasportata a Fiera di Primiero. 

Ventiquattro ore prima un escursionista del 1960, Silvano Angelo Cotugno, consulente finanziario nato in Svizzera e residente a Portogruaro (Venezia) era scivolato per circa una quarantina di metri lungo un canalone, mentre stava percorrendo in discesa il sentiero 713 che dal rifugio Velo della Madonna (gruppo Pale di San Martino) rientra a San Martino di Castrozza.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza