Connect with us
Pubblicità

Trento

Approvata nella notte la manovra di assestamento e il Defp

Pubblicato

-


E’ stato approvato nella notte, con 19 sì, 9 no e 4 astenuti (De Godenz Upt; Demagri, Dallapiccola e Ossanna del Patt) il ddl di assestamento di bilancio.

Dei 197 milioni messi sul tavolo dalla Giunta per l’assestamento 33 vanno alla sanità, 16 alla scuola e 26 milioni all’economia dei quali due vanno alla promozione dei prodotti trentini.

Ci sono poi 23 milioni per le opere pubbliche e 40 per interventi dei comuni. Una manovra aggiuntiva che dà ossigeno all’economia.

Pubblicità
Pubblicità

Approvato, dopo un lungo confronto, nonostante il no, oltre che dell’opposizione, di Fratelli d’Italia e Fassa, anche l’articolo sulle concessioni idroelettriche.

Sì anche la risoluzione sul Defp con 20 sì 7 no e 4 astenuti. Sul Documento di economia e finanza Tonini del Pd ha ribadito che manca il piano provinciale di riforme che avrebbe dato una spinta strategica alla manovra.

Mentre nel Governo nazionale c’è la forte consapevolezza che se si vogliono ripagare i debiti, oltre agli investimenti pubblici, servono le riforme. Tonini ha sottolineato che solo una crescita del Pil, attraverso la ristrutturazione dell’apparato produttivo, ci potrà affrancare dalla finanza statale. Su questo, ha continuato l’esponente dem, c’è una carenza da parte della Giunta.

Pubblicità
Pubblicità

Alle 20 era stata decisa una sospensione di un’ora per poii andare avanti ad oltranza duratnte la notte. Alla ripressa dei lavori è iniziata la discussione dell’articolo 24, che riguarda la scuola e i bisogni educativi speciali, con l’intervento di Sara Ferrari (Pd) che ha presentato la sua proposta (bocciata) che mirava a garantire da parte della Pat il servizio di sostegno psicologico per gli studenti.

Anche Paolo Zanella (Futura) ha ricordato di aver presentato alcuni emendamenti, respinti, per rimpinguare i fondi per l’intervento degli psicologi e affidare all’Apss l’accertamento dei disturbi specifici dell’apprendimento, per la sostituzione nella legge la parola handicap con disabilià, e quello per sostituire per il servizio di controllo mensa il personale delle coop con i docenti.

Approvato anche un emendamento di Filippo Degasperi (Onda Civica) con il quale in via sperimentale, per il prossimo anno scolastico, le sedute del consiglio dell’istruzione, del collegio docenti, dei consigli di classe potranno svolgersi in videoconferenza.

La parte più intensa del confronto, come si è visto in queste giornate d’aula, è stato sull’articolo 30, approvato con 17 sì, 15 no 2 astenuti, quello sulle concessioni idroelettriche dove lo scontro fra la stessa maggioranza si è fatto più acceso.

Alessia Ambrosi (FdI) ha fatto un ultimo appello alla Giunta affinché fermasse la norma approvando gli emendamenti di FdI e ha ricordato le battaglie della Lega a favore delle comunità locali. Perché, ha aggiunto, non si può andare contro l’autonomia, i piccoli imprenditori, i comuni. Non riconosco, ha affermato, più il presidente in questa azione e chiedo di cuore a nome dei trentini di fermare questa norma.

Ivano Job (Lega) ha affermato che dopo tanti anni di governo di centro sinistra autonomista questa Giunta ha il coraggio di arrivare al dunque. E’ vero, la scelta crea un po’ di scompiglio, ci sono stati problemi ma ci sono concessioni che vengono prorogate da 10 anni e quindi era corretto arrivare ad un punto fermo.

Infine, Mario Tonina, rivolgendosi a tutti i consiglieri dopo l’appello di Ambrosi, ha detto che con un no il danno sarebbe stato sicuramente maggiore e rivolto ad Ambrosi ha detto che non sarebbe stato possibile riassegnare le concessioni.

La norma si è resa necessaria in seguito a istanze degli uffici i quali hanno evidenziato l’obbligo della disapplicazione del regio decreto del ‘33. Un obbligo ineludibile come ineludibile è apparsa l’approvazione di una disciplina specifica. In caso diverso non si sarebbero potuti regolòare aspetti significativi come la destinazone e la valutazione dei beni del concessionario uscente e i criteri di scelta dei più interessati. anche all’esito tra uffici.

Tonina ha ricordato che c’è sempre stato un proficuo confronto col Cal, sopratutto per capire le possibili ricadute sui comuni nel caso di perdita delle concessione. Di qui anche la previsione di canoni aggiuntivi da destinarsi a comuni o loro associazioni da concertare nell’ambito del protocollo di finanza locale. Si sta pensa all’ipotesi della costituzione di società miste pubblico – private o forme di partenariato e si dovrà approfondire l’ipotesi dell’evoluzione di alcuni impianti comunali verso la costituzione di Comunità energetiche.

Claudio Cia, capogruppo FdI ha ricordato la vicenda Itas: anche in questo caso, a detta degli esperti, tutto era regolare. Invece, l’articolo è stato impugnato. Cia ha ricordato che Alessia Ambrosi sulle concessioni ha fatto un lavoro certosino come quello per l’Itas sul quale ha avuto ragione. Se inolre ci sono 40 sindaci che sottoscrivono un appello c’è qualcosa che non va.

Fugatti, ha aggiunto, in questi giorni non ha mai cercato il confronto con Fratelli d’Italia. L’emendamento del gruppo di Fdl e Luca Guglielmi di Fassa (chiedeva il rinvio fino all’introduzione delle normativa nazionale) votato con voto segreto, è stato bocciato con 17 no, 14 sì e 3 astenuti. No con 19 no e 12 sì e 2 astenuti anche l’altro emendamento con quale si chiedeva l’adeguamento della norma provinciale a quella statale.

Ambrosi ha dichiarato il no all’articolo di FdI e ha ricordato che non pare così sconata la disapplicazione del regio decreto del ‘33 che permette la riassegnazione delle concessioni. Gugliemi (Fassa) ha detto che sul tema concessioni non starà zitto.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza