Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

E’ stata la Fiom del Trentino a denunciare il caso di caporalato alla BM Service di Lavis

Pubblicato

-

A innescare l’indagine per caporalato alla BM Service di Lavis, è stata la Fiom dopo che in autunno due lavoratori pakistani si erano rivolti al sindacato per denunciare le pessime condizioni di lavoro.

A quel punto la Fiom ha cercato una soluzione bonaria di quanto accadeva, non trovando però la collaborazione della proprietà che anzi licenziava uno dei dipendenti.

Nella nota diffusa dal sindacato l’evolversi della vicenda: “E’ partita dalla Fiom del Trentino la denuncia per i gravissimi fatti di caporalato che si sono verificati nell’azienda BM Service di Lavis, almeno per quanto riguarda il filone relativo al nostro territorio. Nell’autunno scorso, infatti, due lavoratori pakistani si sono rivolti al sindacato di Via Muredei per chiedere aiuto e supporto raccontando le scorrettezze e vessazioni subite dall’azienda.

Pubblicità
Pubblicità

Anche in Trentino come in Veneto, purtroppo, i lavoratori, tutti cittadini pakistani, erano assunti con regolare contratto, ma lavoravano anche dodici ore al giorno senza pause né ferie. BM Service non corrispondeva in modo corretto le retribuzioni rispetto alla quantità e qualità del lavoro prestato, i lavoratori venivano costretti a prelevare con il bancomat e restituire una parte della retribuzione erogata, e venivano ospitati in situazioni alloggiative degradanti.

“I lavoratori vittime di questa situazione sono tutte persone che versavano in uno stato di bisogno – precisa la Fiom –  avendo per lo più permessi di soggiorno per motivi di asilo politico e senza fissa dimora”.

Appurati i fatti la Fiom si è subito attivata prima presso la proprietà denunciando con forza la violazione dei contratti, ma la società non ha fatto nulla per ripristinare condizioni di regolarità e, addirittura, a seguito dell’intervento del sindacato ha anche messo alla porta uno dei lavoratori.

Pubblicità
Pubblicità

A questo punto la Fiom assistita dall’avvocato Giovanni Guarini vista anche la gravità dei fatti, è ricorsa alla magistratura denunciando per caporalato la società.

La questione per il sindacato, comunque, non si chiude qui e la Fiom “continuerà a restare a fianco dei lavoratori sfruttati condannando sin d’ora ogni “schiavitù di ritorno”, cioè quel grave sfruttamento lavorativo compromette seriamente la dignità e la capacità di autodeterminazione degli individui”. Non bisogna commettere l’errore di pensare che si possa trattare di un modus operandi importato dal Veneto, perché anche il Trentino non è di certo estraneo a vicende di questo genere. Lo testimoniano le recenti inchieste che hanno fatto emergere situazioni similari”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza