Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Scorci e Paesaggi, breve viaggio tra le vie di Castello Tesino con il fotografo Paolo Sandri

Pubblicato

-

Non ha la pretesa di essere un corso di fotografia, ma è propedeutico saper osservare e captare le sensazioni che offre uno scorcio o un paesaggio, quell’interazione tra uomo e natura che fa la differenza tra un turista frettoloso di passaggio e il viaggiatore che vuole conoscere le bellezze di un luogo mediante la fotografia meditata.

E’ questo l’intento del Comune di Castello Tesino nell’organizzare l’evento “Scorci e Paesaggi”, due mezze giornate a luglio e agosto 2021 camminando per le vie del paese alla scoperta di angoli a volte nascosti insieme al fotografo e docente Paolo Sandri.

Ci troviamo sul sagrato della chiesa di San Giorgio per una breve presentazione tra i partecipanti (una decina), il docente e Riccardo Sordo, che recentemente ha presentato la sua personale fotografica dal titolo “Il rumore del silenzio”.

Pubblicità
Pubblicità

Tra le prime nozioni pratiche indispensabili prima di partire per un giro fotografico, Paolo Sandri invita a controllare la propria macchina fotografica, digitale o smartphone che si vuole utilizzare.

Verificare che la batteria sia carica (meglio averne una di scorta), che la scheda di memoria sia libera (aver scaricato le foto precedenti), inoltre dare un assetto alle impostazioni di base.

Il tema previsto nel primo incontro del 24 luglio 2021 è l’inquadratura, dalla terrazza della chiesa parrocchiale di Castello Tesino il fotografo fa notare alcune caratteristiche del luogo sopraelevato, salire quei 4-5 metri offre una prospettiva in più; campanili, tetti, vicoli, luce e ombre, un punto di osservazione senza l’ingombro di auto.

Pubblicità
Pubblicità

Raggiungiamo la vicina chiesa della Madonna delle Grazie, detta la Torricella del ‘600 orientata a nord (caratteristica delle chiese dedicate alla Madonna), mentre le altre sono orientate ad est.

Entriamo nella chiesa dove campeggia un grande affresco del 1521 miracolosamente salvato dai bombardamenti. Per fotografare l’interno l’ideale è utilizzare il treppiede.

A volte è bene girarsi e guardare da dove siamo partiti, vediamo la facciata dipinta della chiesa di San Giorgio incorniciata tra due pregevoli palazzi.

Salendo lungo via Pelloso arriviamo alla piazza con la fontana, un angolo suggestivo contraddistinto da case affiancate, alcune impreziosite da grandi murales e la presenza di una casa antica in sasso.

Cos’è un luogo? E’ uno spazio circoscritto che ha caratteristiche proprie ben definite e uniche, che gli antichi definivano “genius loci”, un’entità che protegge. I luoghi sono fatti di contrasti, vecchio e nuovo, pittoresco o inespressivo.

Si differenza dal non luogo, cioè uno spazio privo di elementi distintivi (centri commerciali, uffici, ecc..).
Entrare in un luogo significa raccontare agli altri e soprattutto a noi stessi ciò che vediamo. Vi sono fotografie simili, ma ciascuno osserva, pensa, ragiona e seleziona in modo diverso.

L’orario migliore per fotografare è al mattino o nel tardo pomeriggio, per il gioco di ombre e luci che si riflettono sulle case. Prima di scattare una foto occorre allenarsi con lo sguardo, osservando scorci, anfratti poco utilizzati, vicoli e scalinate.

Raggiungiamo la chiesa dedicata a Sant’Ippolito e Cassiano costruita nel 1436 sul dosso che sovrasta l’abitato, un bellissimo punto panoramico perfetto per introdurre il concetto di paesaggio, che si differenzia da “luogo”.

La Convenzione europea del paesaggio (2000) introduce la seguente definizione: “Il Paesaggio designa una determinata parte di territorio, così come è percepita dalle popolazioni, il cui carattere deriva dall’azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni”.

Ha un significato più ampio che riguarda l’ambiente, l’interazione tra fattori naturali e antropici. Ciò che percepiamo non è esterno a noi, sono le nostre sensazioni sulla pelle, gli odori, la vista, la temperatura, la leggera brezza del mattino, i suoni, ecc..

Nella foto traduciamo queste sensazioni e raccontiamo quello che abbiamo percepito, le nostre emozioni passano attraverso di noi.

Fotografare è diverso da scrivere ciò che vediamo, non è la semplice sostituzione e riproduzione dello sguardo; noi osserviamo utilizzando tre dimensioni della visione (dinamica), mentre la foto della realtà esterna è bidimensionale (statica).

Dall’alto di una chiesa si guarda con uno stato d’animo diverso che da una fortificazione (controllo del territorio a scopo militare), nel primo caso lo scopo è meditativo, spirituale, comunicativo.

Paolo Sandri nel libro “Dal Belvedere di cui è coautore insieme ad Alessandro Franceschini, descrive quei luoghi dai quali l’uomo ammira il contesto che sta attraversando, e dai quali contempla – come in uno specchio – la propria condizione umana. L’indagine percorre l’itinerario geografico del bacino idrografico del fiume Adige, nell’ambito della provincia di Trento.

Il dosso di Sant’Ippolito è un belvedere, si ammira il paesaggio in ogni direzione, la presenza di un muretto, le panchine da cui lo sguardo può spaziare e soffermarsi sul borgo, le montagne e la natura circostante.

Sandri sostiene che in Trentino ci sono sempre meno punti panoramici, a differenza dell’Alto Adige: spesso le panchine sono state tolte o trascurate, è mutato il rapporto con il territorio.
Il paesaggio è un’opera collettiva e serve per vivere, ciò che siamo è collegato a ciò che vediamo.

Anche nelle scuole dove il fotografo insegna, è importante far riflettere i giovani su questo tema, altrimenti si rischia di non riconoscere più il posto in cui si vive.

Abitare ha un significato diverso dal trascorrere il tempo in modo utilitaristico, esistono due dimensioni del termine: orientarsi dentro un luogo e quindi identificarsi.

Un partecipante racconta che ad inizio secolo nella torretta di S. Polo alloggiava un guardiano che vigilava sull’abitato per prevenire eventuali incendi, a Castello Tesino sono divampati sette incendi storici nel corso della storia.

Il nostro sguardo cambia se conosciamo qualcosa in più che stimola la nostra osservazione, vediamo l’antico quartiere di Terrasanta rimasto indenne dall’incendio che distrusse il paese.

Il muretto di S. Ippolito diventa un palcoscenico se si scatta una foto facendo un passo indietro, ma è interessante anche fotografare la chiesa in notturna, soprattutto durante le visite guidate la domenica sera.

Occorre trovare la prospettiva giusta e poi scegliere l’inquadratura, non considerando eventuali elementi di disturbo, oppure decidere di inserirli (es. il lampione).

Basta muoversi, spostandosi lateralmente a destra/sinistra, avanti/in dietro, in alto/in basso, in tal modo i nostri occhi riescono a percepire nuovi punti di vista utili per scattare una bella fotografia.

Ombra e luce morbida mette in rilievo le minime screpolature, è ideale per i ritratti.
Attraversando il centro storico del paese, innumerevoli scorci risaltano ai nostri occhi con maggiore consapevolezza.

Dai punti panoramici di via Baili alla terrazza di via Dante ci soffermiamo ad osservare altri aspetti del paesaggio sottostante: dalla natura progettata alla natura gestita, di naturale c’è poco, i boschi sono tagliati o piantati.

L’architettura nella storia spiega come abitavano le persone ed è di stimolo per recuperare le vecchie case favorendo l’identità di un luogo, invece l’edilizia è un insieme di attività tecniche che non sempre ha avuto esiti positivi.

La fotografia può essere critica nel rappresentare ciò che vogliamo raccontare, sarà interessante tra alcuni decenni vedere come è cambiato il paesaggio, mettendo a confronto scatti avvenuti in tempi diversi. Sandri consiglia di fare poche fotografie mirate, per gestire un archivio ben strutturato.

Raggiungiamo la chiesa di San Rocco in posizione isolata e immersa nel parco, un altro punto di vista dal quale ammirare il paese di Castello Tesino con i suoi campanili. Le fronde degli alberi fanno da cornice ad una bella immagine della chiesa, costruita in ottemperanza ad un voto fatto in occasione di un’epidemia di peste che lasciò indenne il paese.

Sulla porta laterale è incisa la data 1541, mentre la vivace decorazione della volta dell’abside risale alla fine del XV secolo.
L’analisi del paesaggio vede la perfezione di un ambiente con elementi naturali e antropici.

Tra i primi rientra l’orografia del territorio che descrive le caratteristiche dei rilievi montuosi e crea la base su cui le persone hanno deciso di vivere, i boschi e piante gestite dall’uomo e gli spazi liberi, non da ultimo il clima che influenza il paesaggio. Tra gli interventi di trasformazione dell’ambiente naturale da parte dell’uomo, rientrano stradine, prati, panchine, lampioni, ecc..

Il fotografo Paolo Sandri invita ad entrare in sintonia con le nostre percezioni: ascoltare i rumori ovattati sullo sfondo, i ragazzi che giocano a palla, le persone al bar e il cinguettio degli uccelli. Sentire la brezza piacevole e il profumo dell’erba, tutti elementi che ispirano l’inquadratura.

Per scegliere la luce giusta, occorre considerare quattro fattori: la direzione della luce che cambia continuamente, la luce può essere dura o morbida (effetto meridiana), luce bianca o colorata (azzurrina/blu) e infine l’intensità della luce.

Il tempo è volato e si fa sentire il caldo di mezzogiorno, risaliamo le scalinate verso l’antico quartiere di Terrasanta, ancora antiche case e scorci ameni da fotografare prima di raggiungere piazza S. Giorgio, luogo di partenza del nostro tour.

E’ stato un viaggio tra le bellezze di Castello Tesino, nuove modalità di interpretare e imparare a fotografare che approfondiremo anche nel secondo incontro del 16 agosto 2021.

.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza