Connect with us
Pubblicità

Trento

Al via le riprese del documentario «Credici! By Alice Magnani»

Pubblicato

-

L’intervista al dott. Ivo Graziani Chief of Cabinet of the Grand Hospitaller, realizzata martedì 20 luglio a Roma, a palazzo Magistrale di via Condotti, ha segnato l’inizio delle riprese del documentario “Credici! by Alice Magnani”.

Si tratta del sequel del primo documentario dal titolo «Il sogno di guarigione» in cui si narra la storia di Alice Magnani, affetta da artrire reumatoide, diventata nonostante questo una della giocatrici di tamburello più forti del mondo.

Il film è stato presentato in numerose scuole e teatri in Trentino ed in altre regioni passando anche su molte televisioni. La presentazione ufficiale era avvenuta presso il Coni di Roma, ente patrocinante del progetto, alla presenza del presidente Giovanni Malagò. Il documentario è stato proiettato anche al festival dello sport di Trento 2019 dove è stato fonte anche di una serie di dibattiti con protagonisti tutti coloro che si sono resi disponibili alla realizzazione del documentario.

Pubblicità
Pubblicità

L’obiettivo di Alice era quello di portare aiuto ai bambini dell’Africa, per questo aveva coniato un suo motto: “Credici!”. 

Purtroppo il sogno della forte atleta nonesa di 22 anni si è interrotto nel maggio del 2015 quando di ritorno da una allenamento, un terribile incidente a Dolcè l’ha portata via per sempre.

Ma l’imperativo che l’ha aiutata a superare le difficoltà ha continuato a vivere attraverso «Tabaka Mission Hospital’s Friends», associazione nata nel suo ricordo che ha realizzato il reparto pediatrico del Tabaka Mission Hospital, ospedale dei padri Camilliani situato a Tabaka in Kenya intitolato ad Alice Magnani (qui il video)

Pubblicità
Pubblicità

Anche il sequel sarà realizzato dal regista Massimo Gabbani che spiega come «il messaggio lasciato da Alice contiene in sé tutta la forza, il coraggio e la tenacia di una campionessa che non ha mai mollato e che è stata sconfitta solo dalla tragica morte avvenuta sulla Statale vicino a Dolcè 6 anni fa. Il destino beffardo ha messo fine alla sua vita ma non certo al suo ricordo».

Nella seconda puntata il regista Massimo Gabbani racconterà come la determinazione e la forza di volontà che aveva Alice nel raggiungere sempre i suoi sogni, qualità innate, ma rafforzate anche dalla pratica dello sport, siano andate oltre la sua vita coinvolgendo, istituzioni, persone, associazioni e grossi imprenditori, unendo tutti in una sorta di squadra sportiva che ha lavorato insieme per raggiungere l’obiettivo, vincere! Realizzando il sogno di Alice. Il film conterrà alcune prestigiose interviste, fra le quali anche quella dell’assessore all’istruzione della provincia di Trento Mirko Bisesti. 

«I sogni, i desideri, se fortemente voluti e perseguiti posso diventare realtà – aggiunge ancora il regista Gabbani –  a volte nei modi più impensabili e inaspettati, possono coinvolgere persone che non hanno nulla in comune se non la volontà di portare avanti questo obiettivo. Racconteremo cosa è stato fatto nel nome e nel ricordo di Alice in questi anni. Una storia che coinvolge volontari, persone normali, e uomini politici che si sono messi in gioco per dare una mano».

Il nuovo documentario lanci molti spunti di riflessione: una determinazione così forte è solo innata, o può essere acquisita e rafforzata con la pratica dello sport? Questa riflessione sarà la linea guida del documentario, che oltre a raccontare come sia stato realizzato questo progetto vuole mettere in luce i valori dello sport.

Il Sovrano Ordine di Malta, ha avuto un ruolo fondamentale nella realizzazione di questo progetto, in un momento in cui il mondo era bloccato. Ma molte sono state le associazioni, persone che hanno reso possibile tutto questo.

Il sequel della prima puntata potrà essere realizzato anche grazie a numerosi enti, e gruppi di persone. Al progetto infatti hanno partecipato: Sat gruppo corse in montagna – round table 10 Trento – Apibimi rovereto – melamango – u. S. Segno – i. S. San paolo d’argon (bg) – comitato fipt Brescia – Alpini Segno – gruppo donne Segno – gruppo missionario Predaia Taio – casa riposo Strigno – casa  riposo Mezzocorona – biblioteca Sarnonico – il noce Mezzocorona – Sistemi seqex ciré di Pergine – pro loco Taio – colleghi del commissariato del governo e della questura di trento associazione ex dipendente caritro onlus – cassa rurale val di non – famiglie bambini 1 comunione 2018 di Segno E e tantissimi amici volontari che hanno collaborato sia con donazioni in denaro che con aiuto manuale.

Sotto alcuni dei post di Alice Magnani scritti prima della sua morte

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza