Connect with us
Pubblicità

Trento

Ultimo avviso, linea dura per sanitari e docenti: in Trentino a rischio sospensione 7.000 persone

Pubblicato

-

Partono lunedì in Trentino le raccomandate con appuntamento fissato per la vaccinazione al personale sanitario non ancora vaccinato per il Covid.

Le raccomandate dell’Azienda sanitaria saranno circa 1.100 e coloro che decideranno di non presentarsi all’hub vaccinale nel momento e luogo prefissato verranno sanzionati.

Le pene sono il possibile demansionamento oppure la sospensione senza stipendio. Tutti hanno già ricevuto degli avvertimenti ai quali però non c’è stato nessun riscontro, almeno fino ad oggi.

Pubblicità
Pubblicità

Altri 1000 sono invece i non vaccinati che hanno risposto alle sollecitazioni con delle motivazioni sul perché non volessero fare l’inoculazione. A valutare l’accettabilità delle motivazioni sarà un’apposita commissione dell’Azienda. Si utilizzeranno gli stessi criteri che si usano per valutare le motivazioni per le quali non vengono vaccinati i bambini piccoli.

Una volta valutata la motivazione, l’Azienda deciderà sul da farsi. A questi 2.100 si aggiungono un altro migliaio di persone che, essendo stati infettati di recente, non sono tenuti all’inoculazione. A costoro verranno inviati solamente degli inviti a farsi il ciclo. Per loro, fino ad oggi non c’è obbligatorietà.

Si parla quindi di circa 3.100 persone ancora da vaccinare nell’Azienda sanitaria. Nel caso in cui anche solo la metà di questi decidesse di opporsi all’obbligo e di non presentarsi all’hub dal 16 agosto in poi (data a partire dalla quale sono fissati gli appuntamenti) si parlerebbe comunque di 1.500 persone demansionate o sospese.

Pubblicità
Pubblicità

Si potrebbe quindi presupporre, secondo l’assessore alla sanità Segnana, il rischio della chiusura di alcuni reparti. L’Azienda sanitaria dunque nel caso di una scarsa adesione alla campagna vaccinale da parte di chi non vi ha ancora aderito, potrebbe essere in pericolo per la mancanza di personale.

E’ invece diverso l’approccio delle Rsa nei confronti degli scettici dell’inoculazione contro il Covid. Le Rsa infatti solleciteranno nuovamente queste persone e nel caso di opposizione proporranno loro di fare un tampone molecolare obbligatorio ogni settimana.

Nel caso in cui ci fossero ancora persone che si oppongono al tampone, questi verranno sanzionati in maniera dura. Da ieri inoltre, tutte le settimane, i rappresentanti delle Rsa e l’Azienda sanitaria si riunirà settimanalmente per tenere la situazione sotto controllo.

Secondo quanto viene detto ad oggi dai rappresentanti, il problema di infezione non sarebbe per gli ospiti i quali sono tutti vaccinati ma per le altre fasce d’età. Il 94% dei vaccinati positivi al virus nelle case di riposo infatti non avrebbe complicazioni.

Il problema sarebbe dunque per i visitatori che rischierebbero l’infezione. Per questo dunque i lavoratori delle Rsa saranno vaccinati oppure tenuti monitorati settimanalmente con tampone molecolare. Si è deciso di non adottare la linea dura come quella per gli ospedalieri perché solo poche decine di lavoratori in meno nelle Rsa potrebbero causare blocchi e mancanza di personale indispensabile.

L’approccio del problema per gli insegnanti invece è diverso. Ieri il ministro Gelmini ha spiegato che la prossima setttimana verrà depositato un disegno di legge apposito che comprende l’obbligatorietà del vaccino per tutto il personale scolastico. Si parla di circa 4.000 insegnanti in Trentino (67,5% su circa 13 mila persone).

Maglia nera delle scuole trentine le maestre degli asili e delle scuole d’infanzia. Anche in questo caso chi non si vaccinerà prima dell’inizio delle scuole verrà sospeso dalle lezioni.

Nella nostra provincia sono il 36,26% i residenti a cui non è stata ancora somministrata la prima dose di vaccino. Un gruppo di 176.178 cittadini del Trentino rimane ostile alle vaccinazioni per coscienza oppure solamente per pigrizia su una popolazione (sopra i 12 anni) di 485.874.

Il ministero della salute sul suo portale nel merito scrive che «Bufale e disinformazione sono molto pericolose quando riguardano la salute e spesso non è facile distinguerle tra milioni di informazioni. In queste pagine facciamo chiarezza sulle fake news più diffuse, smentendole alla luce delle evidenze disponibili». 

Poi una serie di informazioni che riguuardano i vaccini comprese le numerose fake che circolano ormai dai mesi sui social, alcune delle quali incredibili a cui è impossibile credere ma che invece alcuni cittadini prendono come la nuova bibbia mettendo in serio pericolo se stessi e gli altri. (qui le notizie a riguardo)

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza