Connect with us
Pubblicità

Trento

Paccher contro la sinistra: «Situazione ginecologia figlia delle scelte scellerate della sinistra»

Pubblicato

-

In seduta straordinaria il Consiglio provinciale ieri ha discusso della situazione di sanità e delle criticità del reparto di ginecologia del Santa Chiara.

Durante il suo intervento Roberto Paccher (Lega) ha criticato duramente le opposizioni per la richiesta di un consiglio straordinario giudicato «inutile e che non ha apportato nulla di nuovo a riguardo di quanto già si sapeva. Alla fine  – ha osservato Paccher – abbiamo sentito critiche al programma della lega a sulle comunità di valle e una serie di cose banale ed inutili.  Si è discusso del nulla parlando di cose che esulano dalla tematica per cui è stato convocato questo consiglo straordinario»

Roberto Paccher ha ribattuto a Paola Zanella per aver parlato di un argomento estraneo al tema di oggi come il commissariamento delle Comunità di valle. E ha citato un giornale altoatesino che titola denunciando il problema, che quindi non solo trentino, delle liste di attesa bibliche in alcuni ospedali dell’Alto Adige e dell’annullamento di una visita su due a causa dei tempi di attesa troppo lunghi.

Pubblicità
Pubblicità

Per Paccher dalle minoranze sono emerse critiche alla Lega e a Salvini e non una riflessione sul tema di oggi. La verità per Paccher è che negli anni in cui ha governato il centro-sinistra sono stati depotenziati gli ospedali e i reparti di maternità sul territorio portando ad un intasamento anche del reparto di ginecologia dentro il quale si lavorava anche per 15 ore al giorno.

«Quando Rossi evoca trame oscure e la richiesta di traspareanza si dimentica di quanto ha combinato con il NOT. Le minoranze della sinistra devono fare autocritica per come hanno lasciato la sanità alla giunta Fugatti che ha dovuto ereditare anche la situazione del reparto di ginecologia che è stato mal attenzionato dal precedente governo. L’intasamento del reparto e i conseguenti nervosismi, malesseri, e disagi  – ha continuato Paccher – sono colpa del centro sinistra è conseguenza diretta della scellerata scelta di depotenziare la sanità territoriale chiudendo i reparti di maternità e gli ospedali di valle. Chiudere è molto facile, poi riaprire invece diventa difficile ma noi lo abbiamo fatto» 

Nella sua relazione Stefania Segnana ha precisato che la Giunta era stata messa al corrente della situazione ma anche rassicurata dai direttori dell’Apss Bordon prima e Benetollo poi. 

Pubblicità
Pubblicità

L’assessora ha poi detto che il più alto grado di dimissioni – 16 nel 2016 e 7 nel 2017 di cui 5 per cessazioni e 2 per mobilità  – era avvenuto prima dell’insediamento della giunta Fugatti.

La Giunta insediatasi nell’ottobre del 2018 aveva chiesto all’allora direttore dell’Apss Bordon di effettuare delle verifiche. Bordon aveva sempre rassicurato la Giunta circa le problematiche segnalate anche successivamente. Anche il nuovo direttore, Benetollo – ha aggiunto l’assessora – aveva fornito analoghe rassicurazioni sull’argomento.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza