Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Scoperti 1.500 migranti che non avevano diritto al reddito di cittadinanza

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La Gdf, in collaborazione con l’Inps, ha accertato l’illiceità di 1.532 domande di reddito di cittadinanza, presentate nel 2020 da cittadini extracomunitari abitanti a Genova, ma prive dei requisiti necessari, quali la residenza ed il soggiorno sul territorio nazionale per dieci anni (di cui gli ultimi due continuativi). Le somme indebitamente percepite ammontano a oltre 3,4 milioni di euro.

L’indagine nasce nell’ambito dell’intensificazione dei controlli delle Fiamme Gialle decisi in più riunioni in Prefettura in sede di Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per contrastare l’illegalità diffusa nel centro storico di Genova.

Gli investigatori, coordinati dalla procura, hanno incrociato le informazioni delle banche dati con quelle della questura e dell’istituto di previdenza. Dalle indagini è emerso che le somme percepite indebitamente ammontano a 3.458.736, somme che proiettate sull’intero periodo di erogazione (18 mesi) sarebbero state pari a 11 milioni e 881.339 euro.

Pubblicità
Pubblicità

I finanzieri hanno anche scoperto che i beneficiari invece di acquistare beni di prima necessita’ hanno monetizzato l’importo accreditato sulla card emessa dalle Poste, attraverso alcuni commercianti compiacenti dei vicoli.

Nel merito Francesco Vecchi, giornalista mediaset, ha pubbicato un libro che dopo un’attenta ricerca conferma che il 40% dei beneficiari del reddito di cittadinanza non avrebbero nessun diritto del ricevimento. Il titolo è «Gli scrocconi. Per ogni italiano che lavora, dieci vivono sulle sue spalle».

Francesco Vecchi dimostra che gli scrocconi si moltiplicano mentre il nostro paese, con i suoi 60 milioni di abitanti, si regge ormai su un manipolo di italiani operosi che “tirano la carretta” per tutti: 5 milioni di individui che si spaccano la schiena e che dallo stato ricevono molto meno di quanto versino in tasse (di solito, almeno la metà dei redditi). Tra sgobboni e scrocconi c’è naturalmente un’ampia via di mezzo, fatta di onesti lavoratori, disoccupati veri e famiglie in reale difficoltà.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Alto Garda e Ledro32 minuti fa

Cade con la moto, 21 enne elitrasportato al santa Chiara

economia e finanza42 minuti fa

Aziende italiane in Russia, Razov: “Molte lavorano ancora con la Russia. In tanti non appoggiano le sanzioni”

Trento50 minuti fa

Universitari e studenti iscritti a corsi post diploma: sui mezzi pubblici locali a prezzi scontati

Trento1 ora fa

Oggi alle ore 10 scatta la 71ª Trento Bondone. Ieri le prove funestate da numerosi incidenti

Riflessioni fra Cronaca e Storia1 ora fa

I neri e l’aborto negli Usa

Trento1 ora fa

La Provincia aderisce alla Carta di Missione UE “Adattamento ai cambiamenti climatici”

Hi Tech e Ricerca1 ora fa

La provincia investe nella ricerca e nell’innovazione sul territorio

Trento1 ora fa

Anziani e persone vulnerabili, i consigli per vincere il caldo

Italia ed estero2 ore fa

Vola sopra il filo spinato e si spezza l’osso del collo. Tragedia per un biker di 63 anni

Trento2 ore fa

Recupero dell’architettura e del paesaggio rurale, riaperti i termini per i contributi

Hi Tech e Ricerca2 ore fa

Wonderflow eletta migliore startup dell’Innovation Village Retail

Trento3 ore fa

Premio Eccellenza Formazione: tre riconoscimenti per Tsm-Trentino School of Management

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

L’invito ai medici di base: «Ambulatorio anche ad Avio»

Bolzano11 ore fa

Tragico tamponamento in A22: un morto e un ferito grave

Rovereto e Vallagarina12 ore fa

Si lancia su una highline sui «Denti della Sega di Ala»: impatta la roccia e muore

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza