Connect with us
Pubblicità

18 politico

La politica provinciale: bilanci e prospettive future

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La legislatura provinciale iniziata nell’ottobre del 2018 con l’avvento al governo del centrodestra, ha vissuto – almeno fino ad oggi – emergenze continue.

Meritano di avere particolare analisi politica almeno tre di queste.

Si è subito partiti con la tempesta Vaia e per la quale sono ancora chiaramente visibili gli sfregi al nostro territorio di montagna. Successivamente siamo stati investiti dalla pandemia mondiale che ancora ci deve preoccupare per il futuro e non ci permette mai di abbassare definitivamente la guardia per tornare alla consueta normalità. Infine, la crisi dell’Azienda sanitaria, deflagrata con l’improvvisa scomparsa della giovane ginecologa Sara Pedri che ci ha portato alla negativa ribalta mediatica nazionale e che ha scosso le coscienze di molti trentini.

Una legislatura difficilissima e che avrebbe messo a dura prova chiunque fosse stato al governo della Provincia.

La gestione straordinaria ed emergenziale ha implicato e porta ancora in dote la necessità di prendere decisioni rapide e che non permettono di gestire il tempo per elaborare strategie politiche di medio-lungo termine. Purtroppo fino a quando non si potrà tornare all’ordinarietà presumo che assisteremo ancora a molte difficoltà. Bisogna anche valutare il fatto che il passaggio auspicabile da una fase all’altra non sarà comunque indolore e dovrà necessariamente essere progressivo.

Per l’immediato futuro credo che bisogna preservare almeno tre settori strategici: lavoro, sanità e scuola.

Per quanto riguarda il lavoro dovremo continuare ad impegnarci al massimo con la campagna di vaccinazione per limitare le restrizioni dovute all’eventuale riaffermarsi delle varianti del virus nel periodo autunnale e che già stanno dando dei chiari segnali di avvertimento e pericolo in questo periodo estivo.

La sanità è altrettanto fondamentale e deve farsi trovare pronta in caso di emergenza e riuscire a fare chiarezza sui fatti di cronaca che hanno investito come uno tsunami il reparto di ginecologia e ostetricia. Bisogna però non dimenticarsi mai del prezioso lavoro svolto per la cura e la prevenzione con un impegno che non ha precedenti nella storia recente.

Sono certo che tutti i professionisti sanitari sapranno rialzare la testa con orgoglio e passione, ma certamente bisogna investire in nuovi modelli organizzativi del lavoro e ricominciare a fare investimenti importanti nelle strutture per tenere alta la qualità, l’efficienza e l’efficacia dei servizi sanitari resi ai trentini.

Infine la scuola dove i nostri giovani hanno pagato un prezzo altissimo sia in termini di limitazione della libertà personale quanto rispetto alla didattica. Dobbiamo andare orgogliosi del fatto che in Trentino la DAD ha funzionato bene, ma certamente in termini di relazioni umane i giovani hanno oggettivamente sofferto. Forse questo potrebbe giustificare almeno in parte anche le esagerate euforie per gli Europei di calcio.

L’impegno politico deve essere quello di recuperare al massimo il gap di conoscenza e di relazioni umane cercando di mantenere la massima fruibilità delle scuole in presenza, dei trasporti pubblici e delle possibilità di incontro. Anche in questo caso l’ apertura della campagna vaccinale ai giovani è importante per permettere i momenti di socialità che loro richiedono con forza e ne hanno tutti i diritti.

La discussione politica sul green pass ne è la plastica realtà, ma credo che nell’alternativa tra zone colorate con limitazioni e possibilità di usufruire delle relazioni con un lasciapassare ufficiale non vi sia dubbio alcuno sulla prevalenza di quest’ultimo.

Al netto di tutti questi problemi ancora da affrontare con decisione e lungimiranza ci si comincia ad avvicinare velocemente all’appuntamento con le elezioni provinciali.

Senza fare ipotesi insostenibili credo che i primi due banchi di prova politici saranno l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica e le elezioni politiche nazionali che anticiperanno le provinciali del 2023.

I sondaggi ormai da mesi danno in netto vantaggio il centrodestra dove si registra la vertiginosa ascesa di Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni che è l’unico partito rimasto all’opposizione del Governo delle larghissime intese presieduto da Mario Draghi. I risultati reali delle elezioni politiche sono però tutt’altra cosa rispetto ai sondaggi e ci forniranno un quadro più definito anche delle alleanze. Il ritorno alla schema classico del bipolarismo mi pare sia la strada maestra per permettere la stabilità al Governo che verrà.

Per il nostro Trentino credo che anche qui il centrodestra rimanga sempre una coalizione solida e coesa, con una dialettica politica interna molto dinamica e che sicuramente cercherà di provare a bissare il clamoroso successo delle provinciali del 2018, ma avendo però alle spalle cinque anni di esperienza di governo. A suo favore giocheranno anche le risorse europee che arriveranno a tutte le Regioni dal Governo e che dovranno essere investite sul nostro territorio per rilanciare economia ed occupazione, per modernizzare la Pubblica Amministrazione e imprimere una forte accelerazione alla digitalizzazione e semplificazione.

Sono sfide importanti che andranno giocate fino in fondo e che richiedono la collaborazione e l’impegno di tante persone dentro e fuori dalla Pubblica Amministrazione. Auspico che nel prossimo futuro si possa però non essere continuamente in emergenza e ci sia il tempo per poter valutare bene dove indirizzare le risorse economiche per lo sviluppo del Trentino.

Di contro il centrosinistra pare sia ancora alla ricerca di sé stesso dopo la batosta del 2018 e a nulla sembrano contare gli appelli di qualche autorevole esponente che per motivi di mera opportunità personale o forse per una vera e propria visione politica, sta richiamando continuamente gli alleati ad un serrato confronto che possa portare all’individuazione del candidato Presidente e per contrastare l’attuale governatore Maurizio Fugatti.

Il primo possibile candidato, il Sindaco di Rovereto Francesco Valduga pare sia stato congelato velocemente forse a causa delle vicende che lo hanno visto protagonista in negativo per le azioni di responsabilità erariale da parte della Corte dei Conti. In questo momento però non sembrano intravvedersi altri possibili protagonisti all’orizzonte a meno che non si pensi di convincere a candidare in Provincia il nuovo Sindaco di Trento Ianeselli.

Dovrà essere comunque il Partito democratico a dover fare da eventuale traino alla coalizione di centrosinistra che ha certamente bisogno di un grande rinnovamento e deve avere l’obiettivo di recuperare il consenso depauperato nei lunghi anni di governo della nostra Provincia. Non sarà così tanto facile da realizzare dai banchi della minoranza, il tempo a disposizione non è così galantuomo e se devi pensare a ricostruire una coalizione devi farti trovare più pronto degli altri oppure il destino potrebbe essere già segnato.

a cura di Andrea Merler

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento1 ora fa

Coronavirus: 106 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Piana Rotaliana1 ora fa

«Prestazione d’eccellenza»: a Mezzocorona premiati 19 singoli e 7 progetti del volontariato targato Euregio

Alto Garda e Ledro1 ora fa

Perde il controllo della vettura e finisce contro delle rocce, feriti i due occupanti

Trento3 ore fa

Occupato l’ex ostello di san Martino: i residenti segnalano episodi inquietanti su una ragazzina

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Tragedia sulla Presenella, muore 55enne di Contà

Trento9 ore fa

Malamovida, notte da incubo. I residenti: «Adesso basta! Non ne possiamo più»

Arte e Cultura9 ore fa

Orchidarium: da ieri al Muse la mostra delle Orchidee tropicali

Valsugana e Primiero9 ore fa

Passeggiate alla scoperta della storia di Levico Terme e Castel Selva, ogni giovedì pomeriggio da maggio a settembre

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

Molte occasioni per riflettere grazie al corso di sensibilizzazione al “Ben-Essere” nella comunità organizzato a Tuenno

Italia ed estero9 ore fa

Medicina, dal 2023 stop al test di ingresso unico. Messa: “Il percorso inizierà dal liceo”

Alto Garda e Ledro10 ore fa

Parcheggio e percorso pedonale a Tiarno di Sopra. 235 mila euro per 44 nuovi posti auto

Piana Rotaliana10 ore fa

Conferenza in Austria tra le scuole agrarie del Tirolo, Alto Adige e Trentino e visita in FEM della scuola di Weinsberg

Trento19 ore fa

Tragedia sul Lago di Caldonazzo, muore Liviana Ierta Melchiori di Bieno

Rovereto e Vallagarina21 ore fa

Scontro tra moto e auto, due feriti tra cui una ragazzina 12 enne

Trento21 ore fa

Il Questore Francini: «Vasco live, un grande evento sicuro»

Trento2 settimane fa

Mauro Ottobre perde anche in appello con La Voce del Trentino. Dovrà pagare altri 22 mila euro

Politica4 settimane fa

Nella prossima seduta consiliare in discussione 6 ddl, compreso quello sulla terza preferenza

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Orso a spasso tra i meleti di Mechel – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

Coronavirus: contagi contenuti e nessun decesso nelle ultime 24 ore

Trento1 settimana fa

Coronavirus: un decesso e 326 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: contagi e ricoveri in calo nelle ultime 24 ore

Trento4 settimane fa

Concerto Vasco Rossi: ecco la viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Telescopio Universitario4 settimane fa

Ricerca, l’Europa premia ancora l’Università di Trento

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 426 contagi nelle ultime 24 ore. In salita i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 66 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Anche una delegazione Trentina alla conferenza di Fratelli d’Italia, Meloni: «E’ arrivato il nostro tempo»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 156 contagi e nuovo balzo in avanti dei ricoveri nelle ultime 24 ore

Trento3 settimane fa

Vasco diffonde la prime foto del grande palco del Concerto di Trento. Saranno 11 i musicisti impegnati nel live

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

In fiamme un camioncino nel parcheggio del Rovercenter – IL VIDEO

Trento3 settimane fa

Concerto di Vasco Rossi: tutto quello che è meglio sapere il 20 maggio

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza