Connect with us
Pubblicità

18 politico

La politica provinciale: bilanci e prospettive future

Pubblicato

-

La legislatura provinciale iniziata nell’ottobre del 2018 con l’avvento al governo del centrodestra, ha vissuto – almeno fino ad oggi – emergenze continue.

Meritano di avere particolare analisi politica almeno tre di queste.

Si è subito partiti con la tempesta Vaia e per la quale sono ancora chiaramente visibili gli sfregi al nostro territorio di montagna. Successivamente siamo stati investiti dalla pandemia mondiale che ancora ci deve preoccupare per il futuro e non ci permette mai di abbassare definitivamente la guardia per tornare alla consueta normalità. Infine, la crisi dell’Azienda sanitaria, deflagrata con l’improvvisa scomparsa della giovane ginecologa Sara Pedri che ci ha portato alla negativa ribalta mediatica nazionale e che ha scosso le coscienze di molti trentini.

Una legislatura difficilissima e che avrebbe messo a dura prova chiunque fosse stato al governo della Provincia.

La gestione straordinaria ed emergenziale ha implicato e porta ancora in dote la necessità di prendere decisioni rapide e che non permettono di gestire il tempo per elaborare strategie politiche di medio-lungo termine. Purtroppo fino a quando non si potrà tornare all’ordinarietà presumo che assisteremo ancora a molte difficoltà. Bisogna anche valutare il fatto che il passaggio auspicabile da una fase all’altra non sarà comunque indolore e dovrà necessariamente essere progressivo.

Per l’immediato futuro credo che bisogna preservare almeno tre settori strategici: lavoro, sanità e scuola.

Per quanto riguarda il lavoro dovremo continuare ad impegnarci al massimo con la campagna di vaccinazione per limitare le restrizioni dovute all’eventuale riaffermarsi delle varianti del virus nel periodo autunnale e che già stanno dando dei chiari segnali di avvertimento e pericolo in questo periodo estivo.

La sanità è altrettanto fondamentale e deve farsi trovare pronta in caso di emergenza e riuscire a fare chiarezza sui fatti di cronaca che hanno investito come uno tsunami il reparto di ginecologia e ostetricia. Bisogna però non dimenticarsi mai del prezioso lavoro svolto per la cura e la prevenzione con un impegno che non ha precedenti nella storia recente.

Sono certo che tutti i professionisti sanitari sapranno rialzare la testa con orgoglio e passione, ma certamente bisogna investire in nuovi modelli organizzativi del lavoro e ricominciare a fare investimenti importanti nelle strutture per tenere alta la qualità, l’efficienza e l’efficacia dei servizi sanitari resi ai trentini.

Infine la scuola dove i nostri giovani hanno pagato un prezzo altissimo sia in termini di limitazione della libertà personale quanto rispetto alla didattica. Dobbiamo andare orgogliosi del fatto che in Trentino la DAD ha funzionato bene, ma certamente in termini di relazioni umane i giovani hanno oggettivamente sofferto. Forse questo potrebbe giustificare almeno in parte anche le esagerate euforie per gli Europei di calcio.

L’impegno politico deve essere quello di recuperare al massimo il gap di conoscenza e di relazioni umane cercando di mantenere la massima fruibilità delle scuole in presenza, dei trasporti pubblici e delle possibilità di incontro. Anche in questo caso l’ apertura della campagna vaccinale ai giovani è importante per permettere i momenti di socialità che loro richiedono con forza e ne hanno tutti i diritti.

La discussione politica sul green pass ne è la plastica realtà, ma credo che nell’alternativa tra zone colorate con limitazioni e possibilità di usufruire delle relazioni con un lasciapassare ufficiale non vi sia dubbio alcuno sulla prevalenza di quest’ultimo.

Al netto di tutti questi problemi ancora da affrontare con decisione e lungimiranza ci si comincia ad avvicinare velocemente all’appuntamento con le elezioni provinciali.

Senza fare ipotesi insostenibili credo che i primi due banchi di prova politici saranno l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica e le elezioni politiche nazionali che anticiperanno le provinciali del 2023.

I sondaggi ormai da mesi danno in netto vantaggio il centrodestra dove si registra la vertiginosa ascesa di Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni che è l’unico partito rimasto all’opposizione del Governo delle larghissime intese presieduto da Mario Draghi. I risultati reali delle elezioni politiche sono però tutt’altra cosa rispetto ai sondaggi e ci forniranno un quadro più definito anche delle alleanze. Il ritorno alla schema classico del bipolarismo mi pare sia la strada maestra per permettere la stabilità al Governo che verrà.

Per il nostro Trentino credo che anche qui il centrodestra rimanga sempre una coalizione solida e coesa, con una dialettica politica interna molto dinamica e che sicuramente cercherà di provare a bissare il clamoroso successo delle provinciali del 2018, ma avendo però alle spalle cinque anni di esperienza di governo. A suo favore giocheranno anche le risorse europee che arriveranno a tutte le Regioni dal Governo e che dovranno essere investite sul nostro territorio per rilanciare economia ed occupazione, per modernizzare la Pubblica Amministrazione e imprimere una forte accelerazione alla digitalizzazione e semplificazione.

Sono sfide importanti che andranno giocate fino in fondo e che richiedono la collaborazione e l’impegno di tante persone dentro e fuori dalla Pubblica Amministrazione. Auspico che nel prossimo futuro si possa però non essere continuamente in emergenza e ci sia il tempo per poter valutare bene dove indirizzare le risorse economiche per lo sviluppo del Trentino.

Di contro il centrosinistra pare sia ancora alla ricerca di sé stesso dopo la batosta del 2018 e a nulla sembrano contare gli appelli di qualche autorevole esponente che per motivi di mera opportunità personale o forse per una vera e propria visione politica, sta richiamando continuamente gli alleati ad un serrato confronto che possa portare all’individuazione del candidato Presidente e per contrastare l’attuale governatore Maurizio Fugatti.

Il primo possibile candidato, il Sindaco di Rovereto Francesco Valduga pare sia stato congelato velocemente forse a causa delle vicende che lo hanno visto protagonista in negativo per le azioni di responsabilità erariale da parte della Corte dei Conti. In questo momento però non sembrano intravvedersi altri possibili protagonisti all’orizzonte a meno che non si pensi di convincere a candidare in Provincia il nuovo Sindaco di Trento Ianeselli.

Dovrà essere comunque il Partito democratico a dover fare da eventuale traino alla coalizione di centrosinistra che ha certamente bisogno di un grande rinnovamento e deve avere l’obiettivo di recuperare il consenso depauperato nei lunghi anni di governo della nostra Provincia. Non sarà così tanto facile da realizzare dai banchi della minoranza, il tempo a disposizione non è così galantuomo e se devi pensare a ricostruire una coalizione devi farti trovare più pronto degli altri oppure il destino potrebbe essere già segnato.

a cura di Andrea Merler

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Grandi imprese, un Fondo di 400 milioni a sostegno delle aziende in momentanea difficoltà
    Dal Ministero dello Sviluppo Economico arriva al notizia di un fondo da 400 milioni istituito per il sostegno delle aziende che si trovano in momentanea difficoltà a causa dell’emergenza covid. Cos’è Si tratta di una... The post Grandi imprese, un Fondo di 400 milioni a sostegno delle aziende in momentanea difficoltà appeared first on Benessere […]
  • Stop cartelle ad agosto, ma ripartono le rate saldo – stralcio e rottamazione -ter
    L’agenzia delle Entrate e riscossione comunica le novità introdotte dal Decreto Sostegni Bis riguardo l’invio delle cartelle esattoriali. In particolare, è stato confermato lo stop ad agosto, ma ripartiranno le rate del saldo -stralcio e... The post Stop cartelle ad agosto, ma ripartono le rate saldo – stralcio e rottamazione -ter appeared first on Benessere […]
  • Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona
    Da qualche giorno è stato varato dal Governo un bonus , il reddito di libertà destinato alle donne vittima di violenza. Reddito di Libertà, cos’è Si tratta di un una misura molto attesa visto che... The post Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo
    Con l’arrivo della stagione estiva l’attenzione è puntata verso il turismo. Per questo, al fine di stimolare gli spostamenti, il Decreto Sostegni Bis prevede finanziamenti alle Regioni destinati al rimborso delle spese mediche ai turisti.... The post Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla
    Con la pandemia è emersa l’esigenza di trovare una nuova organizzazione del lavoro che cercasse di riadattare l’esperienza, trasferendo fuori dalla sede operativa la maggior parte delle attività lavorative. Questo processo ha iniziato a delineare... The post Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla appeared first […]
  • Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce
    Il particolare periodo storico ha spinto molte attività a cercare soluzioni alternative per la vendita dei propri prodotti, una di queste è sicuramente l’apertura delle vetrina digitale con le vendita online. Qualsiasi imprenditore desideri aumentare... The post Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce appeared first on Benessere Economico.
  • Vacanze nell’aria, in Italia l’incredibile esperienza del viaggio in mongolfiera
    Un turismo diverso, lento ma intenso, sospesi in aria e trasportati dal vento, ma senza la fretta di arrivare. Il fascino di un’escursione in mongolfiera sorprende sempre e regala emozioni difficili da dimenticare. In molte regioni d’Italia le occasioni di viaggiare alla velocità dettata dal vento, ammirando coste e campagne, mare cristallino e vigne, non […]
  • In Italia arriva la prima Beach SPA marina: un’offerta turistica naturale e consapevole
    Gli elementi naturali caratteristici della spiaggia del Salento legati all’acqua salina del mare e all’aria estiva, diventano dei veri percorsi benessere all’interno di una spa che nasce direttamente sulla costa, in spiaggia, all’aria aperta. Un’idea unica per chi ama il mare e l’aria aperta, ma non vuole perdere tutte le conseguenze rigenerati e vitalizzanti tipiche […]
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]

Categorie

di tendenza