Connect with us
Pubblicità

Trento

Festeggiamenti, Mirko Bisesti contro il sindaco Ianeselli: «Doveva tutelare il nostro patrimonio»

Pubblicato

-

E ci risiamo: i danneggiamenti sono continuati anche per la finale del campionato d’Europa che ha visto l’Italia salire sul tetto del vecchio continente. Si sapeva che sarebbe successo? Certo che si! E qualcuno ha preventivatamennte cercato di evitarlo? Certo che no!L’indomani della vittoria dell’Italia la fontana del Nettuno di piazza Duomo era ingombra di bottiglie, bicchieri e petardi per colpa dei soliti incivili. 

In una breve nota il sindaco Ianeselli scrive che da un primo veloce esame dei tecnici del servizio Edilizia pubblica ha scoperto che quattro staffe in acciaio realizzate su misura per reggere i proiettori posti nel catino inferiore della fontana sono state piegate e rese inutilizzabili. La fontana era stata appena restaurata e il Sindaco non ha stigmatizzato quanto successo.

Su quanto successo sono intervenute l’assessore all’istruzione Mirko Bisesti e il capogruppo della Lega in consiglio comunale Bruna Giuliani. 

Pubblicità
Pubblicità

«Si può festeggiare il successo dell’Italia? Certo che sì. Si può rovinare la Fontana del Nettuno in Piazza Duomo? NO! I comunicati stampa del giorno dopo servono a poco» – esordisce Bisesti.

E ancora: «Il rispetto passa anche da come tuteliamo il nostro patrimonio culturale. La fontana è stata restaurata di recente, è uno dei simboli di Trento e del Trentino. Al Sindaco di Trento chiedo non solo di condannare chi la scorsa notte ha esagerato nel festeggiare la finale ma anche di agire preventivamente tutelando maggiormente il nostro patrimonio soprattutto in vista di simili manifestazioni».

La lega dopo gli ulteriori danneggiamenti ha depositato una mozione in consiglio comunale nel tentativo di garantire al manufatto storico una forma di protezione seria contro vandalismi vari

Pubblicità
Pubblicità

«La Lega a riguardo è chiara su come risolvere il problema e lo ha fatto depositando un’apposita mozione che prevede di inserire una cordonata – spiega la capogruppo Bruna Giuliani – con un cartello di divieto di accesso al monumento, accompagnato dalla sistemazione di panchine all’interno della piazza».

La Lega chiede «che un simbolo importante della nostra città, di grande valore storico e artistico, non venga utilizzato come luogo di sosta oppure per mangiare all’aperto. Anche in passato si sono contati diversi danneggiamenti e non possiamo rimanere insensibili di fronte alla richiesta di tanti cittadini che chiedono misure definitive che consentano di mantenere nel tempo la bellezza di questo monumento, garantendo il rispetto dei regolamenti della città».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza