Connect with us
Pubblicità

Trento

Il licenziamento è stato legittimo: la maestra no-mask perde in tribunale

Pubblicato

-

Nella foto sulla sinistra Lorenza Simoncelli

Il licenziamento da parte di Lorena Simoncelli, maestra di ruolo alla materna di Sant’Ilario che si era rifiutata di indossare la mascherina sul lavoro, è legittimo.

Lo ha deciso ieri il giudice del lavoro Giorgio Flaim che ha respinto il ricorso contro il licenziamento della maestra deciso dalla provincia di Trento. Il rifiuto di indossare la mascherina da parte di Lorena Simoncelli era stata segnalata dai genitori fin da subito la riapertura della scuola materna.

La maestra aveva ricevuto prima numerosi avvertimenti mai ascolati, poi diverse ammonizioni non tenute nella giusta considerazione. Il funzionario della scuola aveva convocato la maestra tentando di farla ritornare sui suoi passi mettendola al corrente del rischio licenziamento. Ma non c’è stato nulla da fare per la maestra No Mask, per questo era infatti stata licenziata.

Pubblicità
Pubblicità

Tutto era cominciato alla fine di settembre quando una mamma si era resa conto che l’insegnante non indossava la mascherina e da lì sono partite tutta una serie di contestazioni. Dopo una prima convocazione, la maestra era stata sospesa in via cautelare e invitata a fornire dei documenti che giustificassero il fatto che non dovesse portare la mascherina.

La donna aveva portato delle teorie di alcuni medici (Stefano Montanari e Giuseppe De Donno), i quali affermano che indossare la mascherina per diverse ore al giorno può creare gravi danni alla salute.

Aveva inoltre portato alcune certificazioni di psicologici, i quali affermano che i bambini posso avere seri danni a livello livello linguistico e psicologico a interagire con un adulto a volto semicoperto. Motivazioni che però non le hanno salvato il posto di lavoro. La maestra infatti è stata licenziata. La stessa documentazione è stata riproposta ieri in sede processuale. Ma anche in questo caso il giudice Flaim non l’ha tenuta in considerazione.

Pubblicità
Pubblicità

Il licenziamento era stato deciso dal Dipartimento istruzione per  «la violazione del regolamento interno grave», visto che «le mascherine sono non uno strumento a protezione del singolo dipendente, ma soprattutto a protezione dei bimbi e dei colleghi». La donna era stata convocata più volte anche dalla Provincia (datore di lavoro) per cercare un compromesso ma si è sempre rifiutata di indossare la mascherina.

Essendo però un obbligo la Provincia non aveva potuto soprassedere. «Il procedimento si è concluso perché ha mantenuto ferma la sua posizione dopo reiterati inviti a tornare sui suoi passi e a scegliere altre strade — spiegava allora Roberto Ceccato, dirigente del Dipartimento istruzione e cultura della Provincia autonoma di Trento —. Purtroppo i nostri tentativi non hanno prodotto risultati. Quindi nessun licenziamento in tronco».

Ieri a sostenere la maestra No – Mask fuori dal tribunale di Trento erano presenti una ventina di persone in attesa della sentenza arrivata verso le 13.00. Visto il tam tam delle ultime settimane sui social si attendeva più gente tenuto conto anche che una decina di persone era legata ai sindacati di base.

In serata l’assessore Mirko Bisesti ha commentato che «non si tratta di una vittoria ma della volontà di far rispettare le regole nel rispetto di tutti. Quando era emersa la cosa abbiamo tentato di dissuadere la maestra con avvertimenti che però non sono stati tenuti in considerazione»

L’assessore ha confermato che a Settembre si ritornerà a scuola con mascherine e distanziamento «Almeno per ora».  

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Negozi online, come aprirli e gestirli
    Ad oggi, il commercio online è diventato un’abitudine sempre più consolidata, portandolo ad essere un settore un forte espansione. Di conseguenza aprire un negozio online potrebbe essere una buona occasione imprenditoriale e di auto impiego.... The post Negozi online, come aprirli e gestirli appeared first on Benessere Economico.
  • Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure
    Da pochi giorni è stato approvato il documento programmatico di bilancio che definisce le linee di intervento che verranno inserite nella manovra finanziaria, incidendo sui principali indicatori macroeconomici e di finanza. Legge di Bilancio 2022,... The post Legge di Bilancio 2022, qualche anticipazione delle misure appeared first on Benessere Economico.
  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Il potenziale benefico delle piante da arredamento
    Oltre ad essere decorative, le piante in casa aiutano a migliorare il benessere psicofisico. Infatti, predisporre degli spazi verdi tra le mura domestiche significa contribuire positivamente sull’aspetto estetico degli ambienti, ma anche alla salute. In particolare, le piante interagiscono con l’ambiente diminuendo la presenza di polvere in casa, favorendo la rimozione delle tossine e assicurando […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]

Categorie

di tendenza