Connect with us
Pubblicità

Trento

Il licenziamento è stato legittimo: la maestra no-mask perde in tribunale

Pubblicato

-

Nella foto sulla sinistra Lorenza Simoncelli
Pubblicità

Pubblicità

Il licenziamento da parte di Lorena Simoncelli, maestra di ruolo alla materna di Sant’Ilario che si era rifiutata di indossare la mascherina sul lavoro, è legittimo.

Lo ha deciso ieri il giudice del lavoro Giorgio Flaim che ha respinto il ricorso contro il licenziamento della maestra deciso dalla provincia di Trento. Il rifiuto di indossare la mascherina da parte di Lorena Simoncelli era stata segnalata dai genitori fin da subito la riapertura della scuola materna.

La maestra aveva ricevuto prima numerosi avvertimenti mai ascolati, poi diverse ammonizioni non tenute nella giusta considerazione. Il funzionario della scuola aveva convocato la maestra tentando di farla ritornare sui suoi passi mettendola al corrente del rischio licenziamento. Ma non c’è stato nulla da fare per la maestra No Mask, per questo era infatti stata licenziata.

Tutto era cominciato alla fine di settembre quando una mamma si era resa conto che l’insegnante non indossava la mascherina e da lì sono partite tutta una serie di contestazioni. Dopo una prima convocazione, la maestra era stata sospesa in via cautelare e invitata a fornire dei documenti che giustificassero il fatto che non dovesse portare la mascherina.

La donna aveva portato delle teorie di alcuni medici (Stefano Montanari e Giuseppe De Donno), i quali affermano che indossare la mascherina per diverse ore al giorno può creare gravi danni alla salute.

Aveva inoltre portato alcune certificazioni di psicologici, i quali affermano che i bambini posso avere seri danni a livello livello linguistico e psicologico a interagire con un adulto a volto semicoperto. Motivazioni che però non le hanno salvato il posto di lavoro. La maestra infatti è stata licenziata. La stessa documentazione è stata riproposta ieri in sede processuale. Ma anche in questo caso il giudice Flaim non l’ha tenuta in considerazione.

Pubblicità
Pubblicità

Il licenziamento era stato deciso dal Dipartimento istruzione per  «la violazione del regolamento interno grave», visto che «le mascherine sono non uno strumento a protezione del singolo dipendente, ma soprattutto a protezione dei bimbi e dei colleghi». La donna era stata convocata più volte anche dalla Provincia (datore di lavoro) per cercare un compromesso ma si è sempre rifiutata di indossare la mascherina.

Essendo però un obbligo la Provincia non aveva potuto soprassedere. «Il procedimento si è concluso perché ha mantenuto ferma la sua posizione dopo reiterati inviti a tornare sui suoi passi e a scegliere altre strade — spiegava allora Roberto Ceccato, dirigente del Dipartimento istruzione e cultura della Provincia autonoma di Trento —. Purtroppo i nostri tentativi non hanno prodotto risultati. Quindi nessun licenziamento in tronco».

Ieri a sostenere la maestra No – Mask fuori dal tribunale di Trento erano presenti una ventina di persone in attesa della sentenza arrivata verso le 13.00. Visto il tam tam delle ultime settimane sui social si attendeva più gente tenuto conto anche che una decina di persone era legata ai sindacati di base.

In serata l’assessore Mirko Bisesti ha commentato che «non si tratta di una vittoria ma della volontà di far rispettare le regole nel rispetto di tutti. Quando era emersa la cosa abbiamo tentato di dissuadere la maestra con avvertimenti che però non sono stati tenuti in considerazione»

L’assessore ha confermato che a Settembre si ritornerà a scuola con mascherine e distanziamento «Almeno per ora».  

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella58 minuti fa

Su «Mi manda Rai3» la testimonianza di Giovanni Battista Maestri sullo scandalo del caseificio di Coredo

Trento1 ora fa

Calano i medici e aumentano gli assistiti: sanità pubblica verso il rischio privatizzazione

Trento1 ora fa

Rifiuti: è di 186 euro la spesa media per famiglia in Trentino nel 2022

Trento1 ora fa

Ieri la colletta alimentare in tutti i supermercati trentini

Italia ed estero1 ora fa

Pensioni, polemiche sulla nuova “Opzione donna”: per i giuristi è incostituzionale discrimina chi non è mamma

Le ultime dal Web1 ora fa

“Corpo Libero”: un romanzo thriller e di formazione, tra luci e ombre di sport e adolescenza

Trento2 ore fa

Attività socio assistenziali e sanitarie: in arrivo misure straordinarie per i rincari energetici anno 2022

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Il Parco dello Stelvio verso il rinnovo della CETS

Arte e Cultura3 ore fa

Al Castello del Buonconsiglio la mostra «Incontri in Giappone»

Trento4 ore fa

In Trentino le Comunità di valle diventano “Amiche delle famiglie”

Trento14 ore fa

Azienda sanitaria: per smaltire le liste di attesa ci vorranno 3 o 4 anni

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

In Cassa Rurale “Energia e Ambiente”: a Cles un convegno con il professor Maurizio Fauri

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Dal flash mob in piazza a Mollaro alla panchina decorata dagli studenti clesiani: la Val di Non dice “no” alla violenza sulle donne

Piana Rotaliana15 ore fa

L’Assessore Zanotelli nominata membro della Confraternita della vite e del Vino di Trento

Rovereto e Vallagarina16 ore fa

A Nomi l’albero di Natale «Granny» contro gli sprechi e il caro bollette

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Maxi rissa davanti alla coop di viale Trento a Rovereto

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento1 settimana fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento4 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella7 giorni fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento6 giorni fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

34 fallimenti in Trentino negli ultimi 12 mesi

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento2 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza