Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Ala Città di musica a passo di tango

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Sarà dedicato al grande maestro del tango Astor Piazzolla, il prossimo appuntamento di Ala Città di Musica. Sabato 3 luglio a palazzo Taddei i Virtuosi Italiani e il solista Federico Mondelci (direttore e solista) presenteranno un programma tutto dedicato al celebre musicista, compositore e arrangiatore argentino, in occasione dei 100 anni dalla sua nascita.

Ala città di musica propone anche giovedì 1 luglio il concerto finale del workshop di pianoforte del M° Roberto Paruzzo e domenica 4 luglio quello del workshop di canto del M° Roberto De Biasio. I migliori allievi , scelti accuratamente dai docenti, si esibiranno a Palazzo Pizzini alle ore 20.30.

Sabato 3 luglio alle ore 20.30 prosegue l’intensa programmazione con una speciale collaborazione tra il direttore e solista Federico Mondelci e I Virtuosi Italiani. In scena Buon Compleanno Astor! Omaggio a Piazzolla in occasione dei 100 anni dalla nascita. Federico Mondelci e gli archi de I Virtuosi Italiani hanno creato un intero programma dedicato a Astor Piazzolla in occasione del suo centesimo compleanno.

Pubblicità
Pubblicità

Astor Piazzolla compie 100 anni: un genio ma non lo sapeva, un uomo pieno di vita con l’Italia nel cuore. Chissà se avrebbe mai immaginato che nel futuro gli sarebbero stati tributati così tanti onori. Viveva sempre emozioni diverse e a seconda dei luoghi in cui si recava portava con sé delle emozioni.

“…debbo dire la verità più assoluta. Potrei raccontare una storia di angeli ma non sarebbe la vera storia. La mia è di diavoli, mescolata con angeli e con un po’ di meschinità: bisogna avere un po’ di tutto per andare avanti nella vita…”.

Queste parole di Astor Piazzolla sono tratte dal libroA manera de memorias” di Natalio Gorin, un libro-intervista dove l’uomo scopre e spiega l’artista, ripercorrendo gran parte della storia musicale argentina ed internazionale del ‘900. Il personaggio che lo incarna è un angelo, a cui Astor ha dedicato una intera suite, che viene inclusa nel programma che Federico Mondelci e gli archi de I Virtuosi Italiani gli hanno dedicato in occasione del suo centesimo compleanno.

Pubblicità
Pubblicità

Archi e sassofono si infiammano allo stesso modo di una nuova e bellissima febbre che si manifesta in brividi, segreti, palpitazioni, silenzi fluenti, trionfi e lacrime che crepitano sotto la superficie scura della musica, fondendosi in un’unità elegante e intensa come l’equilibrio della ragione e della passione.

Mondelci ha rielaborato la musica di Piazzolla con originalità e fantasia, rivestendola della stessa eleganza istintiva con cui il tono smorzato ma penetrante del suo sassofono richiama i languori altezzosi del bandoneon. Con abile affetto, devozione, professionalità e puro amore per il suo strumento, Mondelci condivide la stessa intuizione che tormentava e motivava il giovane Piazzolla: la necessità di ripensare completamente – ma sempre con rispetto e ammirazione – una musica che già esisteva, e rielabora il suo materiale tematico secondo le proprie sensibilità e imperativi creativi. Dal vaso traboccante di melodie scritte e registrate da Piazzolla per vari ensemble e scopi, Mondelci ha realizzato un nuovo e sofisticato intreccio tra orchestra e solista.

La mia passione per la musica di Astor Piazzolla è nata intorno agli anni ’90, epoca in cui le sue melodie venivano proposte molto raramente nelle sale da concerto. E’ stata un’autentica folgorazione. Ho intuito che con il sassofono si potesse dare una veste nuova alle composizioni di Piazzolla, ho così considerato di riscrivere le orchestrazioni basandomi sui vari sassofoni, principalmente soprano e contralto.  

E’ stato un lavoro intenso, assai complesso, dove mi sono spinto a limiti piuttosto estremi di virtuosismo, osando molto, sia nella scrittura della parte solistica che per le orchestrazioni. Il sassofono ridisegna le melodie e i timbri malinconici del bandoneon esplorando anche le inflessioni della voce umana mentre gli archi dell’orchestra dialogano e sostengono il ritmo di tanghi e milonghe con timbriche di straordinaria bellezza. Alcuni di questi brani sono confluiti nel CD pubblicato dall’etichetta americana Delos, che riceve una entusiastiche recensioni e il New York Times lo sceglie come CDdell’anno.

Ora il progetto torna a vivere grazie ad una collaborazione con lo straordinario ensemble de I Virtuosi Italiani, celebrando così  il 100° anniversario della nascita di Astor Piazzolla. Il programma di questo concerto comprende brani celeberrimi e anche delle rarità, tra queste una composizione dedicata a Jerry Mulligan”.

Per acquisto biglietti : www.alacittadimusica.it . Per prenotazioni e info: 347 3818293

Federico Mondelci
Docente, camerista, Solista e Direttore d’Orchestra, Federico Mondelci è da trent’anni, uno dei maggiori e più apprezzati interpreti del panorama musicale internazionale.

Diplomato in sassofono al Conservatorio di Pesaro, ha studiato anche canto, composizione e direzione d’orchestra; ha perfezionato gli studi al Conservatorio Superiore di Bordeaux sotto la guida del M° Jean-Marie Londeix, diplomandosi con “Medaglia D’Oro” all’unanimità. Federico Mondelci svolge la sua carriera a fianco di orchestre quali la Filarmonica della Scala con Seiji Ozawa, I Solisti di Mosca con Yuri Bashmet, la Filarmonica di San Pietroburgo e la BBC Philharmonic sui palcoscenici più famosi del mondo: in Europa, Usa, Australia e Nuova Zelanda.

Il suo repertorio non comprende solo le pagine ‘storiche’ ma è particolarmente orientato verso la musica contemporanea e Federico Mondelci affianca il suo nome accanto ai nomi dei grandi autori del Novecento (quali Nono, Kancheli, Glass, Donatoni, Sciarrino, Scelsi, Gentilucci, Graham Fitkin, Nicola Piovani e altri compositori della nuova generazione); eseguendone le composizioni spesso a lui espressamente dedicate, produzioni di straordinario successo che lo conclamano come raffinato solista di raro e straordinario talento.

Federico Mondelci ha registrato il repertorio solistico con orchestra, (sia il repertorio per duo con pianoforte sia per ensemble), per le etichette Delos e Chandos, e numerose produzioni che riflettono il suo grande entusiasmo per la musica contemporanea, come il CD RCA dedicato ad autori italiani e quello monografico su Giacinto Scelsi (per l’etichetta francese INA); quest’ultimo ha in fine ottenuto il “Diapason D’Or”. Tale interesse verso la nuova musica lo ha portato a collaborare con grandi compositori, tra i quali Philippe Glass, Giya Kancheli, Luciano Berio, Giacinto Scelsi, Michael Nyman, Franco Donatoni, Henri Pousseur, Graham Fitkin.

Alla apprezzatissima carriera di solista, il maestro Mondelci, nel tempo, affianca una sempre più rilevante carriera nella Direzione D’Orchestra, dirigendo con crescente passione e convincente professionalità, orchestre e solisti di fama mondiale.Ed ultimi quindi, ma non meno importanti, proprio i successi conseguiti nella direzione d’orchestra, al cui centro spiccano i nomi di celebri solisti, come Ilya Grubert, Michael Nyman, Kathryn Stott, Pavel Vernikov, Nelson Goerner, Francesco Manara, Natalia Gutman e Luisa Castellani.

Fondatore inoltre nel 1982 dell’Italian Saxophone Quartet e nel 1995 dell’Italian Saxophone Orchestra, si esibisce con entrambe queste apprezzate formazioni sia in Italia che all’estero, riscuotendo grande successo di pubblico e critica. Nel 1992 in qualità di presidente dell’ASI – Associazione Sassofonisti Italiani – ha organizzato il Xth World Saxophone Congress in Pesaro.

Le sue apparizioni come solista e come direttore solista comprendono l’Orchestra del Teatro Alla Scala, la New Zealand Symphony Orchestra, la BBC Philharmonic, la Filarmonica di San Pietroburgo, l’Orchestra da Camera di Mosca, I Virtuosi Italiani, l’Orchestra Sinfonica di Bangkok.

Nella occasione del bicentenario della nascita di Adolphe Sax, inventore del sassofono, ha ricevuto l’invito dalla Filarmonica di San Pietroburgo ad esibirsi come direttore e solista in un concerto di “gala” in data 26 giugno 2014, nella prestigiosa stagione diretta da Yuri Termirkanov. Ritornerà alla Filarmonica di San Pietroburgo il 30 aprile 2021. Nel 2017 è stato insignito del titolo di “Marchigiano dell’Anno”. (www.federicomondelci.com)

I Virtuosi Italiani.

Il complesso de I Virtuosi Italiani, nato del 1989, è una delle formazioni più attive e qualificate nel panorama musicale italiano ed internazionale, regolarmente invitata nei più importanti teatri, festival e stagioni in tutto il mondo. Viene loro riconosciuta una particolare attitudine nel creare progetti sempre innovativi, una costante ricerca nei vari linguaggi, oltre all’eccellente qualità artistica dimostrata in anni di attività.

L’attività discografica è ricchissima, con più di 150 titoli registrati per le maggiori case discografiche. Ultime tra tutte in ordine cronologico: una registrazione per la prestigiosa casa discografica Deutsche Grammophon, dedicata a una monografia di Morten Lauridsen, con la quale nel mese di giugno ha ricevuto la nomination degli Opus Classic Awards 2019, il più importante premio per la musica classica in Germania; un CD con le più famose ouverture dalle opere di Rossini per il 150° anniversario dalla morte e nel mese di agosto 2019, una registrazione per un’altra etichetta di riferimento mondiale, la Warner Classics – Erato con il contenuto interamente dedicato a Gioachino Rossini.

Collaborano regolarmente con solisti e direttori di rilevanza mondiale. Dal 2011 sono protagonisti di una Stagione Concertistica, nella Chiesa dell’Ospedale della Pietà a Venezia, luogo in cui Antonio Vivaldi per tutta la sua vita suonò, insegnò e diede la luce a tutte le opere. Direttore Principale è Corrado Rovaris. www.ivirtuosiitaliani.it

Giovedì 1 luglio ci sarà invece, il concerto finale del workshop di pianoforte del M° Roberto Paruzzo mentre domenica 4 luglio quello del workshop di canto del M° Roberto De Biasio. I migliori allievi , scelti accuratamente dai docenti, si esibiranno a Palazzo Pizzini alle ore 20.30.

Per acquisto biglietti : www.alacittadimusica.it . Per prenotazioni e info: 347 3818293

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento4 ore fa

Marmolada, proseguono le ricerche. Draghi a Canazei: «Grazie agli operatori per la loro generosità, professionalità e coraggio»

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Giovani “parcheggiatori” cercansi a Castel Thun

Fiemme, Fassa e Cembra5 ore fa

Strage Marmolada: era davvero impossibile da prevedere?

Piana Rotaliana5 ore fa

Nuovo calendario di raccolta rifiuti (secco e umido) a Mezzocorona

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Fango e detriti sulla SP67 dopo il temporale: intervengono i Vigili del Fuoco di Campodenno

Alto Garda e Ledro6 ore fa

Ad Arco la festa per il 50° anniversario del record di Renato Dionisi

Trento6 ore fa

Strage Marmolada, Facchini (Sat): «Vanno cambiati i modelli di sviluppo»

Rovereto e Vallagarina7 ore fa

Rovereto si risveglia indifesa e fragile: il grido d’allarme degli imprenditori: «Le Istituzioni preposte facciano qualcosa»

Fiemme, Fassa e Cembra7 ore fa

Strage Marmolada: i nomi delle prime vittime

Trento7 ore fa

Coronavirus: risalgono i ricoveri. In Trentino 4.647 persone in quarantena

Fiemme, Fassa e Cembra8 ore fa

Marmolada: sale a 8 il numero delle vittime, cala quello dei dispersi

Trento8 ore fa

Gardolo: ancora violenza e scontri fra stranieri

Trento8 ore fa

Difensore civico, crescono gli interventi. Temi “caldi”: il diritto di accesso agli atti e la sanità, Covid in testa

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

Successo per la prima edizione del Torneo di calcio tennis di Cles

Fiemme, Fassa e Cembra9 ore fa

Crollo Marmolada – Ghiaccio Bollente, WWF: dati e analisi disponibili da tempo, manca azione

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

eventi4 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Telescopio Universitario4 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Alto Garda e Ledro4 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Trento4 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Italia ed estero4 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Politica3 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento – Ucraina, accolte le prime due studiose

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Rovereto, continuano gli atti vandalici: prese di mira le auto parcheggiate

Politica3 settimane fa

Claudio Cia: «Patt è solo l’ombra del suo passato e pronto a mettersi con tutti per il potere»

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Fausto Iob è stato ucciso, arrestato il presunto colpevole

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza