Connect with us
Pubblicità

Trento

Movida: L’unione degli Universitari contesta l’ordinanza di Ianeselli

Pubblicato

-

(mala) Movida: non c’è dialogo tra Comune e studenti. “Inutile e dannosa” è il giudizio dell’Unione degli Universitari relativamente all’ordinanza che vieta la somministrazione di bevande tra le 22,30 e le 5 della mattina. “Spero che non restino fermi sulle loro posizioni, si deve venire incontro alle esigenze di tutti” ribatte la sindaca della notte, Giulia Casonato. E adesso?

I residenti fanno notare come tutti gli interventi decisi dal Comune siano falliti: “Dialogo e autogestione? Fallimento totale. Tolleranza e repressione soft ? Fallimento totale. Ora un’ordinanza che vale un mese? Poi arriva agosto ed a metà settembre si dovrà ricominciare tutto daccapo”.

D’accordo è vietata la somministrazione, ma se i ragazzi si comprano privatamente le bevande in altro luogo e poi se le bevono nella zona di Via Santa Maria Maddalena cosa succede? Finora ha prevalso l’idea che i ragazzi siano in troppi rispetto alle forze dell’ordine e quindi è meglio osservare.

Pubblicità
Pubblicità

Peccato che a Bolzano sabato sera in previsione dei festeggiamenti per l’eventuale vittoria dell’ Italia sull’Austria, sindaco e questore avessero preventivamente preparato la Polizia in tenuta antisommossa ed è bastato un segnale perché fossero manganellate.

La differenza sta in un sindaco decisionista (Bolzano) e in uno attendista (Trento), ma se si vuole pensare male la differenza potrebbe essere un’altra.

A Bolzano c’era la sostanziale certezza che ad essere manganellati sarebbe stata gente di destra, a Trento invece toccherebbe a gente di sinistra, molta della della quale Ianeselli lo ha votato.

Pubblicità
Pubblicità

Allora al di la della sindaca di facciata, Giulia Casonato che per età, esperienza politica e di vita, non è adatta al ruolo oppure fa solo comodo a tutti che lo sia andata a ricoprire, il sindaco Ianeselli che fa? Vive nell’imbarazzo.

Il divieto? Non è un atto repressivo. Ma se non lo è, cos’è? “Abbiamo unicamente voluto dare seguito alle decisioni prese direttamente dagli esercenti della zona”. Ma come non solo li si toglie il pane da sotto i denti, ma addirittura avevano chiuso per protesta ed adesso hanno cambiato radicalmente idea? Per il sindaco l’ordinanza agevolerebbe il loro lavoro.

C’è confusione e se chi dovrebbe decidere non ha il coraggio delle proprie idee e se dopo una decisione si trova in dovere di giustificarsi, la soluzione del problema è molto lontana.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza