Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Chieste le dimissioni di Valduga, ma lui replica: «Farò ricorso»

Pubblicato

-

Ieri sera in consiglio comunale a Rovereto serata infuocata dove il Sindaco Valduga è stato chiamato a rispondere a due domande di attualità pervenute in Consiglio in merito alla nota vicenda giudiziaria che ha lo visto insieme ad altri amministratori e dirigenti del Comune di Rovereto condannati in primo grado dalla Corte dei Conti di Trento.

La prima domanda di attualità a firma della Consigliera Gloria Canestrini: Per noi” – ha premesso la rappresentante di Rinascita Rovereto – “una sentenza di colpevolezza di primo grado, e lo dico anche per il lavoro che faccio, non è, tout court, un giudizio di condanna definitiva che deve portare alle dimissioni di un funzionario. Ma ci preoccupa il tono della sentenza. Per quanto riguarda il Sindaco si parla di dolo e non di colpa grave, della quale sono accusati alcuni assessori ancora in carica, e che indica una imperizia, una incapacità professionale. Per il Sindaco e due funzionari, invece, si configura il dolo, cioè la consapevolezza di violare la norma. Una colpevolezza che imputa ai soggetti il fatto che non potevano non conoscere la legge”

“A nostro giudizio questo è molto grave”. Nello specifico le domande riguardavano la credibilità del Sindaco, se lo stesso ritenga compatibile il proseguimento del mandato in presenza della condanna, il danno di immagine per il Comune anche alla luce dei lunghi tempi della Giustizia e l’autorevolezza del Direttore generale.

Pubblicità
Pubblicità

Il Sindaco Francesco Valduga ha quindi replicato: “Ho ribadito e difendo l’importanza della terzietà degli organi giudicanti”, ha detto, “ma rivendico dentro questa terzietà la possibilità di spiegare quelle che sono le ragioni che mi hanno portato a seguire l’iter che abbiamo seguito, ragioni di fronte alle quali non ritengo condivisibile una sentenza che appare anche non comprensibile. Il “non potevamo non sapere”, così come detto dalla Consigliera Canestrini, non si può applicare di fronte al fatto che conoscevamo il regolamento regionale a cui fa riferimento l’assunzione in oggetto: il tema è quello di un Ordinamento degli Enti locali che è competenza primaria regionale. Si pone un problema più ampio che è quello del valore dell’Autonomia. Siamo orgogliosi della nostra Autonomia che è provinciale e regionale, e in questo caso si fa riferimento a una legge regionale che ha valore nel nostro territorio e come tale va difesa”.

Il secondo tema portato in aula da Valduga è stato quello della sproporzione tra responsabilità degli amministratori e l’eventuale colpa: “Non è presunzione di impunità e gli amministratori non vogliono e non devono essere impunti, ma c’è oggettivamente una sproporzione, al di là delle singole storie personali, tra l’eventuale danno e le responsabilità dell’amministratore stesso. In questi giorni lo abbiamo visto anche con casi di cronaca nazionale ed è un tema indipendente dal destino del sottoscritto. Dobbiamo tarare questa sproporzione o non troveremo più nessuno disposto ad assumersi la responsabilità di essere Sindaco”.

Entrando nel merito dell’assunzione, ha ricordato che si è trattato di una selezione pubblica: “Stiamo parlando di una selezione concepita da uffici comunali insieme a uffici regionali, che ne vagliano la legittimità, con una commissione fatta dai dirigenti dei due più grandi comuni della Regione e che ha visto 26 candidati, nessuno dei quali ha fatto opposizione alla scelta fatta”.

Pubblicità
Pubblicità

Ha quindi detto, parlando del presunto danno erariale, che “la differenza tra lo stipendio del Dirigente e quello del Direttore generale che non è 311 mila euro, ma molto molto meno. Inoltre ci troveremmo a pagare un danno che viene calcolato considerando tutto il tempo intercorso tra una denuncia del 2016, presa in mano a primavera 2020, con una sentenza arrivata quattro anni dopo l’esposto”.

Rispondendo ai singoli punti, ha ricordato che proprio per quanto detto dalla stessa Consigliera Canestrini, la sentenza di primo grado non è una condanna definitiva.

Sul secondo punto, ha ricordato che il dolo e la piena colpevolezza si vedranno solo quando sarà completato il percorso giudiziario. Per quanto riguarda l’immagine, ha detto che se in appello dovesse essere rovesciata questa sentenza, l’eventuale danno di immagine per il Comune sarà ampiamente risarcito, ma non quello provocato da certi dibattiti.

Ha infine difeso la competenza del Direttore Generale:il fatto che sia “sine titulo” – ha detto – è riportato da una sentenza di primo grado e quindi non si può ancora dire e non è vero perché così non è per la normativa regionale e per il regolamento del Comune di Rovereto”. “Il ritardo tra il 2016 e la primavera del 2020 ha permesso di valutare il lavoro fatto dal Direttore Generale, che ha dimostrato le proprie competenze sul campo”. “In questa stessa aula – ha ricordato – viene spesso detto anche dai consiglieri di minoranza come l’amministrazione comunale funzioni e il merito è anche di questa opera di riorganizzazione”. Ha infine auspicato che “l’appello venga fatto presto e che possa ristabilire una realtà fattuale e processuale che sta dentro un confine di norme che noi conoscevamo. Ma bisogna vedere se tutti parliamo delle stesse”.

La Consigliera Gloria Canestrini si è detta non soddisfatta della risposta. 

Piergiorgio Plotegher (FdI), dicendo di non voler entrare nel merito della sentenza, ha quindi posto una domanda riferita al presunto danno erariale dovuto anche alla Giustizia ritardata, ricordando le vicende processuali che hanno coinvolto esponenti del centro-destra nazionale, e chiedendo chi dovrebbe rispondere ad un eventuale azione di regresso da parte del Comune.

Il Sindaco Valduga ha chiarito che l’azione non è contro il Comune, ma contro i singoli attori e che per il Comune non c’è alcuna spesa. “Effettivamente, qualora fosse confermata la condanna il Comune sarà “ristorato” di quello che viene identificato come un danno erariale, ovvero la differenza tra lo stipendio del Dirigente e quello del Direttore generale. E quindi l’Amministrazione che ha avuto un Direttore Generale che ha esercitato pienamente e con soddisfazione da parte dell’Amministrazione stessa le proprie funzioni, qualora fosse confermata la condanna, avrebbe diritto anche a un rimborso. E’ una situazione di “soddisfatti e rimborsati”.

Il consigliere Plotegher si è detto parzialmente soddisfatto della risposta. Ha criticato la lunghezza dei tempi della giustizia.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza