Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

Le principali commissioni dei fondi d’investimento

Pubblicato

-

Oggi molti nuovi Trader si avventurano nei Fondi d´Investimento, alla ricerca della redditività offerta dai fondi. Tuttavia, è un errore comune tra i neofiti non tenere conto delle commissioni, delle spese e delle tasse, che un investimento può generare. Vediamo: “Le principali commissioni dei Fondi d´Investimento”.

Redditività reale o falsa? – Come abbiamo discusso in precedenza, l’obiettivo principale di ogni investitore, in particolare dei nuovi investitori, è la redditività.

Questa misura viene utilizzata per valutare se un fondo o qualsiasi altra attività è favorevole o meno, in base al suo profilo di rischio.

Pubblicità
Pubblicità

In molti casi, la redditività può darci aspettative fuorvianti, poiché molti Trader inesperti non tengono conto delle commissioni, delle spese e delle tasse che genera un investimento. Questi costi giocano un ruolo importante soprattutto nella redditività a lungo termine.

Per ottenere un’aspettativa di redditività più realistica, dobbiamo calcolare questi costi e dedurli anno dopo anno. Pertanto, elencheremo “Le principali commissioni di un Fondo di investimento“.

Le principali commissioni dei fondi d’investimento – Ogni prodotto finanziario genera, oltre ai benefici, costi che dobbiamo coprire, di seguito indichiamo “le principali commissioni di un Fondo di investimento”:

Pubblicità
Pubblicità

Commissione di abbonamento – Questa commissione viene addebitata da tutti i fondi d´investimento per la sottoscrizione di quote di fondi. Viene pagato al momento dell’ingresso nel fondo e di solito è una percentuale del capitale investito.

Commissione di gestione – Probabilmente il più importante che hanno i fondi comuni d´investimento, poiché è guadagnato dalla stragrande maggioranza dei fondi. È incaricato dall’ente di gestione della gestione del capitale dei suoi partecipanti. Di solito è una percentuale del patrimonio del fondo e viene detratta giornalmente dal patrimonio netto del fondo. Sarà detratto dalla redditività ottenuta, positiva o negativa.

Commissione di deposito – Tale commissione è maturata dall’ente depositario, per l’amministrazione e la custodia dei titoli del fondo. Di solito è una percentuale delle attività del fondo e viene detratta giornalmente dal valore di regolamento.

Commissione di custodia – Viene addebitato per la custodia dei valori del fondo, generalmente viene addebitato separatamente, oppure può essere anche detratto giornalmente dal valore di regolamento del fondo. Tutti i fondi sono addebitati, ma principalmente in fondi esteri perché comportano una maggiore gestione.

Commissione per il successo – Viene addebitato esclusivamente quando il fondo d´investimento ottiene benefici che superano il “water mark”, tale limite viene stabilito quando il fondo raggiunge il massimo di un certo periodo di tempo (normalmente 3 anni), a tutela del partecipante, poiché impedisce il gestore vuole addebitare commissioni extra per l’aumento del patrimonio netto del fondo, che non sono sempre reali benefici per il partecipante.

Commissione per il rimborso – Questa commissione viene addebitata quando il partecipante riscatta parte o tutte le sue partecipazioni. Questo è calcolato come percentuale del capitale rimborsato. Come abbiamo sottolineato all’inizio di questa nota, anche i fondi d´investimento generano spese, vediamo quali sono i più comuni:

Spese generate da fondi di investimento – I fondi, in quanto istituti d´investimento, hanno anche le proprie spese generate dalla loro attività. Sebbene queste spese spesso non incidano direttamente sui partecipanti, se sono troppo elevate potrebbero ridurre la redditività del fondo.

Spese di revisione: tutti i fondi d´investimento devono per legge essere sottoposti a revisione contabile per verificare che i conti dell’ente di gestione siano corretti. Queste spese sono difficili da stimare a causa della variazione dei costi di revisione e revisore.

Spese di intermediazione: I fondi d´investimento richiedono che un Broker operi sui mercati. Il broker addebiterà commissioni per ogni operazione di compravendita, che alla fine andrà a incidere sul patrimonio del fondo, perché maggiore è la rotazione degli asset nei portafogli, maggiori saranno i costi.

Spese di cambio valuta: i fondi che investono in attività denominate in valuta estera devono sostenere le spese di cambio valuta. L’entità di gestione deve cambiare la propria valuta per la vendita e l’acquisto delle attività in cui investe. Questa modifica viene solitamente effettuata tramite le banche, il che rappresenta una spesa per il fondo d´investimento.

Come possiamo conoscere i costi totali di un fondo di investimento? – Abbiamo precedentemente indicato le principali commissioni di un fondo d´investimento, tuttavia, non tutti i fondi di investimento addebitano tutte queste commissioni. Attualmente, ad esempio, i fondi che hanno una commissione di successo di solito addebitano una commissione di gestione inferiore e molti non richiedono una commissione di sottoscrizione o rimborso.

Pertanto, è alquanto difficile fare un confronto tra diversi per determinare quale sia il più economico. Per questo abbiamo un indicatore noto come TER (Total Expenses Ratio) dove vengono pubblicate le spese totali del fondo, comprese le commissioni e le altre spese (correnti o non correnti).

Per ulteriori informazioni leggete l’articolo su Rankia Italia su “Che cos´é il TER?” (leggi di più)-Possiamo anche ottenere queste informazioni come OGC (Ongoing Charges), dove tutte le spese correnti del fondo sono rappresentate annualmente come percentuale del patrimonio netto. Sebbene segni una certa differenza tra loro, il TER include le spese non correnti che dipendono da altre circostanze. Mentre l’OGC da parte sua non riscuote la commissione di successo.

Come calcoliamo le commissioni adattando il valore di liquidazione del Fondo – Il valore di liquidazione è la base utilizzata dai fondi d´investimento per calcolare le commissioni più importanti. Tuttavia, questo non è un valore stabile, il valore della liquidità può subire fluttuazioni dovute a possibili massicci afflussi e deflussi di capitale all’interno del fondo in un giorno specifico.

Per ridurre l’effetto di questo swing, i fondi possono utilizzare tecniche come lo Swing Price, ampiamente utilizzato da “Vanguard Funds”. Questa tecnica è una regola di valutazione del fondo in base alla quale può valutare le attività al di sopra o al di sotto dell’ultimo prezzo, in caso di forti afflussi o deflussi di capitale. Ciò al fine di tutelare i partecipanti che rimangono nel fondo o i nuovi partecipanti che entrano nel fondo.

Come abbiamo già detto, non tutti i fondi addebitano tutte le commissioni, alcuni offrono molti più vantaggi e sono più economici di altri. Tuttavia, spetta a ciascun investitore valutare le opzioni e prendere la decisione migliore.

Se vuoi saperne di più sui fondi d’investimento visita la sezione fondi d’investimento di Rankia Italia qui.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza