Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Condanna Valduga: Claudio Cia alla fine aveva ragione e non «diceva il falso»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Per la giunta Valduga è un duro colpo che ne mina la credibilità.  La condanna del sindaco di Rovereto Francesco Valduga per la nomina del direttore generale Mauro Amadori nel 2016, con una procedura avviata a pochi mesi dalla sua elezione a primo cittadino della città della Quercia lascia sgomenta la città.  L’assunzione di Amadori poi  fu riconfermata anche nel 2020.

A quasi sei anni di distanza, la scelta è stata considerata illegittima dai giudici contabili per mancanza dei requisiti professionali necessari a ricoprire il ruolo, con un danno stimato di circa 300 mila euro (di cui 120 mila addebitabili a Valduga). Gli altri 180 mila euro lo dovranno pagare i contribuenti roveretani. 

A Valduga viene anche contestato il dolo, ovvero il fatto di avere pianificato la nomina insieme ad altri dirigenti tra una rosa di altri 26 candidati.

Pubblicità
Pubblicità

Era stato il consigliere provinciale Claudio Cia (FdI) a sollevare la questione del sospetto «walzer dei dirigenti» nel lontano 2016. Da qui era cominciata l’indagine della corte dei Conti.

Cia aveva anche depositato un’interrogazione dove chiedeva con quale legittimazione il “city manager” del Comune di Rovereto potesse assumere ruoli dirigenziali e, visto che esiste un Albo dei dirigenti al quale attingere per gli incarichi dirigenziali, per quale motivo il Sindaco e la Giunta municipale di Rovereto non se ne fosse avvalso, privilegiando una figura esterna, fiduciaria e di nomina politica quale dirigente del Personale ed inoltre con incarico di supervisione e controllo interno dell’attività amministrativa delle Società partecipate del Comune di Rovereto e relativi procedimenti.

La tesi di Claudio Cia fu sostenuta a spada tratta anche da tutti i sindacati e le opposizioni. Ma il sindaco Valduga tirò dritto.  L’interrogazione dell’esponente confluito ora in Fratelli d’Italia generò un grosso scontro sui media provinciale con numerosi botta e risposta. Nel documento Cia più di una volta scrisse che Amadori non aveva le competenze per la gestione del personale del comune di Rovereto.

Pubblicità
Pubblicità

«Se il sindaco invece di accusarmi di essere portatore di «rara disonestà intellettuale» – appellandosi al contempo adun vago “con la Regione ci siamo confrontati” -, avesse l’accortezza di esaminare con obiettività il contenuto delle risposte alle mie interrogazioni, avrebbe conferma che quanto da me affermato e riportato dalla stampa riflette esattamente quanto corrisposto dalla Giunta regionale e avrebbe inoltre conferma che né lui, né la Giunta comunale possono scavalcare ed emarginare le competenze specifiche dell’Organo sovrano che è il Consiglio comunale nelle materie di sua diretta ed esclusiva competenza». Questa una delle dichiarazioni di Cia alla quale Valduga risposte «Cia dice il falso: nessuna illegittimità»  

Claudio Cia in un’altra dichiarazione avvertì Valduga dicendo che in sindaco di Rovereto «pensa di poter seguire criteri di discrezionalità, che però confliggono con le norme alle quali tutti indistintamente devono sottostare tanto più negli incarichi istituzionali. Chiunque esamini il procedimento seguito per sconvolgere l’assetto amministrativo del Comune di Rovereto, con il contemporaneo orientamento a concentrare poteri in una sola persona consapevolmente escludendo il Consiglio comunale, può rendersi conto che gli atti rivelano un percorso tutt’altro che chiaro, trasparente e ligio al rispetto della normativa in vigore e può inoltre rendersi conto come la fretta sia cattiva consigliera e suggerisca iniziative capaci di far emergere seri e fondati interrogativi circa la legittimità degli atti prodotti».

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Cani Gatti & C2 ore fa

“Lo sport non cancella l’odore! Trentino terra insanguinata”, striscioni animalisti allo stadio Euganeo di Padova

Bolzano2 ore fa

Maxi sequestro di droga in un’azienda: un arresto

Bolzano2 ore fa

Minibus si schianta a bordo della carreggiata

Valsugana e Primiero2 ore fa

Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino: il “Forum” della Carta Europea per il Turismo sostenibile ha approvato la Strategia e il Piano d’Azione

Rovereto e Vallagarina5 ore fa

Meraviglioso Natale in Vallarsa: ecco tutto il programma di dicembre

Arte e Cultura5 ore fa

Natale al Mart: ecco tutte le aperture di dicembre

Italia ed estero6 ore fa

Continuano gli sgomberi degli abuvisi in tutta Italia, Piantedosi: «Strategia per legalità e riqualificazione dei territori»

Rovereto e Vallagarina6 ore fa

Ex Alpe: approvato il Progetto Esecutivo

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Imbocca la pista chiusa e finisce sull’erba: sciatore 20 enne finisce al santa Chiara

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Italia ed estero7 ore fa

Abusivismo edilizio, i dati in Italia secondo il rapporto Bes

Alto Garda e Ledro8 ore fa

L’assessore Bisesti in visita alla sezione montessoriana della scuola primaria Zadra di Riva del Garda

Trento8 ore fa

Tedesco e certificazione linguistica: prosegue la collaborazione tra Provincia e Conferenza permanente dei Ministri dell’istruzione tedeschi

Fiemme, Fassa e Cembra8 ore fa

“Sport di cittadinanza”, a Tesero il terzo appuntamento

Valsugana e Primiero9 ore fa

Baselga di Piné, la fibra ottica arriverà entro il 2023

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Io la penso così…2 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento4 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Trento4 giorni fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento3 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza