Connect with us
Pubblicità

Trento

Servizi pubblici migliori se i cittadini partecipano

Pubblicato

-

La teoria economica e considerazioni di equità sociale giustificano la presenza dello Stato nell’offerta di alcuni servizi. Ma per misurare la qualità di una buona amministrazione pubblica spesso la teoria non fornisce indicazioni precise.

Oltre ai dati oggettivi infatti, è importante misurare e confrontare la performance, ascoltare la cittadinanza, renderla partecipe. Secondo Raffaella Giordano, direttrice della Direzione Relazioni Internazionali ed Economia della Banca d’Italia intervenuta oggi al Festival dell’Economia, l’evidenza mostra che esistono ampi divari di qualità ed efficienza tra paesi europei e anche tra regioni in Italia. E quindi ampi margini di miglioramento.

Nel 2020 sono stati spesi per servizi pubblici 345 miliardi, una cifra pari al 20% del pil nazionale e poco meno della metà delle spese correnti delle amministrazioni pubbliche. Oltre due terzi di queste risorse sono impiegate per finanziare sanità e istruzione, oltre a servizi di base come l’anagrafe. Le risorse dedicate a questi servizi sono ingenti e più che aumentare risorse è necessario un recupero di efficienza.

Pubblicità
Pubblicità

«Oggi che ci troviamo a fronteggiare le conseguenze di una pandemia, è cambiato il perimetro dei servizi pubblici da garantire e sono aumentate le necessità di accesso ai servizi digitali. Il ritorno dello Stato nell’economia e nella vita sociale è una sfida che merita ampie riflessioni» ha esordito Massimiliano Vatiero, ricercatore al Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento nell’incontro del ciclo “Parola chiave” che oggi il Festival dell’Economia ha dedicato al tema dei servizi pubblici.

Ma come si fa a misurare l’efficacia dei servizi pubblici? Secondo Raffaela Giordano, è una sfida complessa: «Certamente occorre tenere conto dell’evidenza empirica che parametra il raggiungimento dello scopo e il rapporto tra risorse investite e risultato ottenuto. Ma questa analisi nel settore pubblico è più complicata perché la definizione dell’obiettivo non è univoca. Ad esempio, l’istruzione serve sia per l’aumento culturale della popolazione, sia per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro. Entrambi obiettivi importanti che richiedono approcci e interventi diversi».

«Un altro elemento di difficoltà sta poi nel fatto che nel pubblico i risultati possono prodursi su un arco di tempo prolungato o anche essere legati a una distribuzione degli utenti del servizio non omogenea, dove hanno molto peso le condizioni di partenza. I risultati variano anche a seconda della metodologia adottata. Ecco perché occorre affiancare ai dati oggettivi anche valutazioni di tipo soggettivo, ad esempio le indagini di gradimento da parte degli utenti».

Pubblicità
Pubblicità

L’analisi vede l’Italia posizionarsi in basso in numerose classifiche europee sulla qualità percepita dei servizi e dell’amministrazione pubblica. Le rilevazioni si basano anche sulla percezione e sull’esperienza diretta delle imprese, che giudicano variabili come il peso della regolamentazione o l’efficienza sistema giudiziario.

Secondo recenti studi condotti dalla Banca d’Italia, il divario nell’efficienza tra Paesi nell’erogazione di servizi pubblici sarebbe determinato in parte dalla qualità della governance. Grazie ad alcune riforme introdotte nel nostro paese (come la legge Severino o la legge Golfo-Mosca sulle quote rosa nei cda) si rileva negli ultimi anni un miglioramento nella qualità della governance di imprese controllate con maggiore apertura alle donne, ai giovani e con il conseguente diminuzione del rischio di corruzione. Questo ha portato anche a un generale miglioramento della percezione e nel dato oggettivo dell’efficienza dei servizi.

«Un altro fattore importante per determinare l’efficienza dei servizispiega Giordanoè il controllo da parte dei cittadini. La partecipazione attiva, il coinvolgimento diretto e l’interesse nella gestione dei beni pubblici, confermato attraverso la leva del voto, mostrano di essere correlati e di avere una grande influenza sulla qualità e l’efficienza dei servizi pubblici, soprattutto in alcuni settori strategici (come istruzione, sanità, trasporti, gestione dei rifiuti) e in particolare per quanto riguarda i servizi locali».

E perché è così importante che i servizi pubblici siano efficienti? «Perché ad essi è strettamente collegata la produttività delle imprese, come dimostra uno studio, sempre della Banca d’Italia del 2020. L’impatto di un aumento dell’efficienza della pubblica amministrazione sulle imprese è molto maggiore anche dell’impatto dello sviluppo finanziario, soprattutto in alcuni settori che dipendono molto dal pubblico, come le costruzioni».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza