Connect with us
Pubblicità

Trento

Aperture materne luglio: in commissione continua il duello sul no

Pubblicato

-

Nella seduta di ieri della Quinta commissione, presieduta da Alessia Ambrosi (Fratelli d’Italia), si sono svolte le audizioni sulla petizione (n. 13) per il no all’apertura a luglio delle scuole materne.

Un dibattito che ha visto le posizioni del sindacato, della Federazione delle scuole materne, del Consiglio del sistema educativo, di Lucia Coppola (Europa Verde), Sara Ferrari (Pd), Filippo Degasperi (Onda Civica) a quelle di Mara Dalzocchio e Devid Moranduzzo della Lega che hanno difeso la decisione dell’assessore Bisesti.

Livio Degasperi dirigente del Servizio infanzia del Dipartimento istruzione ha affermato che il confronto c’è stato ed ha ricordato il questionario al quale hanno risposto a favore dell’apertura a luglio 6200 famiglie.

Pubblicità
Pubblicità

Le iscrizioni sono state 7230 in una settimana e l’estensione di un’altra settimana è stata fatta per chi ha avuto difficoltà con le iscrizioni online. Alla fine 7500 famiglie (il 53%) hanno aderito alla proposta il che significa l’apertura di tutte le scuole, tranne quella di Casatta di Valfloriana.

Il servizio dei trasporti è stato attivato ed è stato confermato il prolungamento orario fino a due ore. Il milione e due, ha detto ancora il dirigente, servirà a coprire i cosi del personale a tempo determinato.

I servizi di conciliazione, inoltre, si potrebbero attivare dopo le 16,30 quando chiudono le scuole materne. Il vantaggio della scelta della Giunta sta nell’ampiezza della copertura del servizio e sul fatto che si potrà garantire una certa continuità degli insegnanti e delle classi. Degasperi ha infine affermato che l’estensione a luglio dell’anno scolastico è determinato dal fatto che, durante le fasi calde della pandemia, oltre alle chiusure per la zona rossa, il 20% delle classi sono state quarantenate.

Pubblicità
Pubblicità

I costi sono stati stimati su quelli dei mesi normali di scuola e la scelta di allungare di un mese si basa anche sul fatto che negli anni pre Covid venivano staccati 1700 buoni servizio per gli asili estivi da giugno ad agosto mentre con le scuole materne si coprono 7500 utenti.

Il sindacato: il nostro no è in difesa della scuola materna come scuola – Marcella Tomasi segretaria della Uil – Fpl ha affermato che la petizione è un tassello della dura vertenza contro l’apertura estiva delle materne che, per il sindacato, è solo un modo per allungare il calendario scolastico, mentre sul territorio ci sono una serie di iniziative di conciliazione da potenziare e da rendere gratuite per le famiglie. Quindi, ha continuato l’esponente della Uil, il sindacato è favorevole a questa petizione anche perché la scuola dell’infanzia è il primo tassello del sistema scolastico e non può essere utilizzato come un sostitutivo della conciliazione famiglia – lavoro.

Co. e. Si.: A luglio faremo comunque del nostro meglio – Pierluigi Saccani, membro del Consiglio di Co.e.Si, ha ricordato che lo sforzo fatto è stato quello di fare della scuola dell’infanzia una scuola vera. Una scuola che ha saputo dare risposte all’emergenza Covid coinvolgendo i genitori; una scuola in grado di affrontare sfide complesse. Per questo l’apertura a luglio non doveva essere calata dall’alto ma doveva essere una decisione partecipata. Purtroppo, ha continuato, al centro di questo scontro non c’è questa visione di scuola e questo è preoccupante. Comunque, anche a luglio le scuole aderenti a Co.e.Si. cercheranno di dare il meglio concependo questa proroga dell’anno scolastico come una risposta ai bisogni creati da questo momento.

La Federazione scuole materne: la scuola non può essere snaturata – Lucia Stoppini, direttrice della Federazione provinciale scuole materne, ha detto che c’è un bisogno di conciliazione delle famiglie, ma la scuola deve essere scuola e non può essere snaturata. Insomma, la scuola non può rispondere ai bisogni diversi da quelli didattico – pedagogici. Oltre ai problemi organizzativi, i bambini dopo 10 mesi di scuola hanno bisogno di ambienti, insegnanti e compagni diversi.

La Federazione, ha ricordato Lucia Stoppini, ha chiesto di spostare gli investimenti a favore dei servizi estivi e per la copertura dei costi per le famiglie. Infine, la direttrice ha stigmatizzato il metodo con il quale l’assessorato è arrivato alla decisione di ampliare l’anno scolastico a luglio e ha espresso preoccupazione per quella che ha definito una deriva. Anche se, pur non condividendo per nulla la scelta, le scuole faranno del proprio meglio.

Consiglio del sistema educativo: una scelta che non rispetta i bambini – Maurizio Freschi, vicepresidente del Consiglio del sistema educativo provinciale ha ricordato che il Consiglio ha espresso le perplessità sulla scelta della Giunta, anche perché è emerso che i costi saranno più alti della cifra stanziata e che si sarebbero potuta utilizzate per altri servizi. Infine, ha ricordato che il Consiglio non è stato coinvolto

  • Pubblicità
    Pubblicità
Fiemme, Fassa e Cembra6 ore fa

Vola con la macchina in un dirupo per 200 metri, gravissimo 88 enne di Predazzo

Fiemme, Fassa e Cembra7 ore fa

La storia di Michela: «La mia vita come un arcobaleno e un sogno da raggiungere»

Trento8 ore fa

Coronavirus: contagi in calo e ricoveri stabili nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento15 ore fa

Loredana Ciccantelli, Confapi Trentino: «Il Trentino ha dimostrato di avere un piano di azione concreto per quanto riguarda l’accoglienza turistica»

Riflessioni fra Cronaca e Storia16 ore fa

Filosofia politica. Verità o autorità? Da dove origina la legge?

Telescopio Universitario17 ore fa

Amministrazione condivisa: verso un “Recovery Plan civico”. Convegno giovedì 20 a Giurisprudenza

Alto Garda e Ledro17 ore fa

La mostra ufficiale del Museo di Auschwitz-Birkenau a Riva del Garda

Arte e Cultura17 ore fa

Living Memory, la forza dell’impegno. In programma teatro, musica e testimonianze

Bolzano17 ore fa

Tentò di uccidere l’ex a Bronzolo: pena ridotta in appello per un nigeriano

Arte e Cultura17 ore fa

A Nogaredo presentato il volume “Capolavori” della Regione

Giudicarie e Rendena17 ore fa

Porte di Rendena: il Piedibus è già un successo

Bolzano17 ore fa

Rapina impropria, danneggiamento e aggressione alla Polizia: coppia di marocchini finisce in manette

Rovereto e Vallagarina17 ore fa

Uccisione cane da parte dei lupi: l’uomo è rimasto accerchiato in balia dei lupi per 30 minuti

Trento18 ore fa

Omicron: nel 53% dei casi il primo sintomo è il mal di gola. Ecco i nuovi sintomi

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Altri 209 contagi da Coronavirus nelle Valli del Noce

Trento2 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento1 settimana fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento1 settimana fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento2 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento2 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento3 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le popolazioni dell’Altopiano…

Necrologi

Categorie

di tendenza