Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Sentenza ex Ilva: condannati i Riva a 20 e 22 anni. 3 anni e mezzo anche per Nichi Vendola

Pubblicato

-

Oggi, 31 maggio la corte di assise di Taranto ha condannato a ventidue anni di reclusione Fabio Riva e a  20 Nicola Riva. 

I giudici hanno condannato a 3 anni e mezzo anche Nichi Vendola.

La corte di assise era stata chiamata a giudicare nell’ambito del processo «Ambiente Svenduto» che vedeva alla sbarra ben 47 imputati ed era relativo ai reati di disastro ambientale, avvelenamento di sostanze alimentari e omissione dolosa di cautele sui luoghi di lavoro contestati alla gestione Ilva da parte del gruppo Riva.

Pubblicità
Pubblicità

Il periodo esaminato parte dall’avvento della gestione Riva sino al 2013. Per Fabio e Nicola Riva, che sono tra i principali imputati, i pm avevano chiesto rispettivamente 28 e 25 anni. Vendola, per il quale erano stati chiesti 5 anni, risponde invece di concussione aggravata per aver esercitato pressioni su Arpa Puglia, l’Agenzia per l’ambiente della Regione Puglia, affinché ammorbidisse i suoi rapporti sulla fabbrica.

Assolto invece l’ex presidente del cda Ilva, Bruno Ferrante, che è stato anche prefetto di Milano (per lui i pm avevano chiesto 17 anni), mentre 4 anni sono stati inflitti ad Adolfo Buffo (la richiesta era di 17 anni), all’epoca dei fatti direttore del complesso di Taranto ma ora direttore generale di Acciaierie d’Italia, la nuova società tra ArcelorMittal Italia e Invitalia, con quest’ultima che rappresenta lo Stato.

Ventuno anni, invece, a Luigi Capogrosso, ex direttore a Taranto (28 anni la richiesta anche per lui) e 21 anni e 6 mesi, a fronte di una richiesta di 28, per Girolamo Archinà, consulente dei Riva per i rapporti istituzionali e definito dai pm la “longa manus” verso la politica e le istituzioni. Capogrosso e Archinà sono tra gli imputati principali insieme a Fabio e Nicola Riva.

Pubblicità
Pubblicità

Inoltre, c’è chi ha avuto una condanna superiore alle richieste dell’accusa: è Giorgio Assennato, ex dg Arpa Puglia, che in aula ha rinunciato alla prescrizione. Per lui i pm avevano chiesto un anno. Ne ha avuti due. Ad Assennato viene contestato il favoreggiamento verso Vendola, in sostanza avrebbe negato le pressioni dell’ex governatore pugliese su Arpa.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza