Connect with us
Pubblicità

Trento

Il Consiglio Provinciale dei Giovani lancia l’allarme: «Siamo in ginocchio»

Pubblicato

-

Una serie di iniziative dedicate ad approfondire l’Autonomia del Trentino, nell’alveo delle celebrazioni dei 50 anni dall’approvazione del Secondo Statuto di Autonomia: è la proposta del Consiglio Provinciale dei Giovani, istituito con la legge 7/2008 proprio per promuovere la partecipazione e la cittadinanza attiva dei giovani.

E fra i prossimi obiettivi dell’organismo anche una proposta innovativa, quella di formulare delle “quote giovani”, per rimettere in gioco le nuove generazioni. Oggi si è tenuta la conferenza stampa di presentazione, moderata dal capo ufficio stampa Giampaolo Pedrotti, che ha visto la presenza dell’assessore alla cultura Mirko Bisesti, del dirigente dell’Agenzia provinciale per la famiglia Luciano Malfer, del presidente e vicepresidente del Consiglio Provinciale Giovani, rispettivamente Eleonora Angelini e Sanà Sadouni, nonché in collegamento del presidente del Consiglio Walter Kaswalder e del rettore Flavio Deflorian.

Dall’assessore Bisesti sono arrivate parole di ringraziamento ai giovani impegnati all’interno del Consiglio “per l’attività messa in campo e le iniziative organizzate per i vostri coetanei: da voi ci arriva un messaggio di fiducia, di speranza, di voglia di fare e di costruire! Il vostro è davvero un contributo propositivo per tutto il Trentino, abbiamo bisogno di voi!”.

Pubblicità
Pubblicità

Il Consiglio Provinciale dei Giovani lancia comunque un allarme: questa tribolata epoca del Covid ha falcidiato i nostri nonni e ha messo in ginocchio i giovani, che stanno perdendo opportunità di crescita e di lavoro.

Per questo motivo questo organismo che rappresenta i giovani trentini sta pensando a una proposta innovativa: sta immaginando la formulazione di “quote giovani”.

Quote che rimettano in gioco i giovani, che ridiano l’energia che solo i giovani sanno dare a tutta la nostra società. A spiegarlo con chiarezza è Eleonora Angelini, la presidente del Consiglio Provinciale Giovani.

Pubblicità
Pubblicità

In questo momento ci sono due situazioni critiche – spiega Angelini –  da una parte gli effetti disastrosi della pandemia su chi frequenta la scuola, a causa di Dad e distanziamento sociale; e gli effetti disastrosi sui giovani in età da lavoro, che trovano un mercato chiuso. Dentro il Consiglio provinciale Giovani abbiamo deciso di lanciare l’allarme perché si parla spesso di giovani, ma i problemi vengono affrontati con misure parziali e inadeguate. Certo, per quel che riguarda il mercato del lavoro è ovvio che si debba pensare a salvare le aziende e a tutelati tutti i lavoratori: quelli dipendenti e ancor più quelli autonomi. Ma nel contempo occorre immaginare e realizzare anche misure finalizzate a sostenere i giovani, sia in età scolare, sia in età lavorativa”.

Oltre a lanciare l’allarme fate delle proposte concrete?

Certo. Il Consiglio Provinciale Giovani, sia chiaro, ha pochissimi mezzi e nessun potere reale. Ma ha un ruolo: quello di sollecitare delle soluzioni. E quindi noi abbiamo allestito delle proposte per coinvolgere le istituzioni, oltre che i cittadini e i giovani tutti. Vorremmo sperimentare in Trentino un’iniziativa che per semplicità comunicativa abbiamo chiamato Quote Giovani. E per questo abbiamo creato tutte le condizioni, almeno questo è l’intento, per arrivare entro la fine dell’anno, al massimo i primi mesi del 2022, ad una proposta organica”.

A che servono delle “quote giovani” nel mondo di oggi? Non vi sentite, proprio come giovani, di dover puntare al merito?

Certo che si deve puntare al merito. Ma qualcuno ci deve spiegare com’è possibile per un giovane riuscire a farcela, con il merito, se non c’è lo spazio fisico per competere, per entrare in gioco. Bisogna creare degli spazi. E bisogna quindi spezzare i profondi e inaccettabili squilibri che esistono tra le generazioni, cercando di inserire una quota giovani, non tanto ai fini elettorali, ma in ogni parte di dimensione pubblica, nella società a 360 gradi”.

Avete in mente quote di rappresentanza in società pubbliche?

E’ uno dei punti su cui stiamo strutturando la nostra proposta. Ma ciò che conta è trovare un modo per bilanciare la presenza dei giovani: non solo per dare spazio a chi ora non lo ha, ma soprattutto per offrire l’apporto di idee, la freschezza e il coraggio tipici dei giovani, anche agli adulti e agli anziani. Per rimettere in moto una società completa e rappresentativa di tutte le età”.

Volete istituzionalizzare la presenza di giovani e la fuoriuscita di anziani?

Ma no! Tutt’altro. Non abbiamo in mente la rottamazione perché pensiamo che ogni età porti con sé una ricchezza, mentre se le generazioni vengono lasciate sole finiscono per essere dominate dal loro carattere meno costruttivo. Guardi, se la nostra fosse una società di soli anziani, sarebbe governata dalla paura, se di soli adulti dal pragmatismo, se di soli giovani dall’incoscienza. Se lavorano tutti insieme, invece, avremo una società governata da un mix di esperienza, concretezza, coraggio, ossia dalle parti positive di ciascuna generazione. Ecco perché occorre trovare una formula che lo permetta. Perché rimette in circolo la democrazia generazionale”.

Nel vostro programma ci sono le Quote giovani, ma anche proposte formative. Perché? Non ci sono già scuole e università?

Anche nei tempi passati c’erano scuole e università, ma c’erano anche scuole di partito e grandi associazioni culturali e sociali che svolgevano un’attività di formazione diffusa, quella non nozionistica, quella di vita e insieme di strutturazione collettiva. Si coniugano sempre i “giovani” con la parola “futuro”. Ma ai giovani serve il presente ed è chiaro che questa pandemia ha accentuato questo bisogno esistenziale e professionale, a cominciare dal rapporto con il web. Un rapporto importante, ma che va capito meglio. Ecco perché abbiamo previsto un progetto in collaborazione con l’Università di Trento e Padova che partirà con un convegno a fine ottobre dal titolo “Giovani, web e Pandemia”, coordinato dal prof. Riccardo Mazzeo con altri importanti relatori”.

Vi immaginate una scuola di formazione per giovani?

Più che una scuola politica, che suona d’antico, un’opportunità di crescita collettiva. Abbiamo organizzato infatti una serie di seminari a contatto diretto con dei protagonisti del mondo del lavoro, del management, dell’Autonomia. Perché è anche sull’Autonomia e sulle chance che offre a tutti noi e ai giovani che occorre crescere. Crescere tutti insieme, ma badando a fortificare i giovani, che sono il presente e il futuro della società”.

I nomi dei componenti del consiglio provinciale (nella foto del titolo) sono: la  presidente Eleonora Angelini, la vicepresidente Sanà Sadouni, il Segretario Raffaele Amistadi, Luigi Rivieccio, Mattia GasperottiLina Melissa Martinez LanzzianoVittorio BenoniMarco MoserVincenzo Salvatore AnastasiPietro SighelLeonardo Divan e Gianni Zampedri.

I seminari

Autonomia e Istituzioni, Mercoledì 9 giugno 2021, dalle ore 17.30 alle ore 19.30

relatore dott. Mauro Marcantoni – sociologo, dirigente Istituto per l’Assistenza allo Sviluppo Azienda di Trento (IASA): ruolo delle Istituzioni Autonomistiche nei processi di sviluppo della realtà trentina, con particolare attenzione agli strumenti e alle risorse disponibili, alle modalità di esercizio delle competenze di autogoverno, al ruolo fondante del capitale sociale; 

Autonomia e Reti, , Mercoledì 15 settembre 2021, dalle ore 17.30 alle ore 19.30

relatore dott. Diego Cattoni – amministratore delegato A22: ruolo fondante delle reti nei processi di crescita sociale e economica, con particolare attenzione ai nodi critici della mobilità, alle prospettive dei sistemi di trasporto, alle conseguenze del tunnel del Brennero; 

Autonomia ed Economia, , Mercoledì 22 settembre 2021, dalle ore 17.30 alle ore 19.30

relatore dott. Michele Andreaus – professore ordinario di Economia azienda UniTn: profili evolutivi dell’economia trentina, logiche e strumenti di politica economica, limiti e opportunità della gestione autonomistica, casi di successo e di insuccesso;

Autonomia e Conoscenza, Mercoledì 29 settembre 2021, dalle ore 17.30 alle ore 19.30

relatore dott.ssa Monica Zambotti Dirigente Uff. Politiche di inclusione e Cittadinanza: ruolo dell’istruzione nei percorsi di crescita personale e professionale dei giovani, limiti e pregi del sistema scolastico trentino, la conoscenza dell’Autonomia nei programmi scolastici;

Autonomia e Finanza, Mercoledì 9 ottobre 2021, dalle ore 17.30 alle ore 19.30

relatori avv. Marco Radice e dott. Lorenzo Bertoli – rispettivamente presidente e direttore Cassa del Trentino spa: i sistemi di finanziamento della Provincia Autonoma di Trento, cenni storici, recente evoluzione, criticità da affrontare e opportunità da cogliere, rischi legati alla crisi generata dalla pandemia da coronavirus 19;

Autonomia e Storia, Mercoledì 13 ottobre 2021, dalle ore 17.30 alle ore 19.30

relatore dott. Lorenzo Baratter Direttore del Museo Centro Documentazione Luserna : le radici del Trentino contemporaneo, il rapporto con la provincia di Bolzano e gli sviluppi del sistema di autonomia regionale attraverso le biografie di alcune donne e uomini che, negli ultimi due secoli, hanno avuto un ruolo importante nel caratterizzare e influenzare lo sviluppo economico, sociale e culturale del territorio trentino.

Nella foto sotto il presidente e vice presidente del consiglio provinciale Eleonora Angelini e Sanà Sadouni

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona
    Da qualche giorno è stato varato dal Governo un bonus , il reddito di libertà destinato alle donne vittima di violenza. Reddito di Libertà, cos’è Si tratta di un una misura molto attesa visto che... The post Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo
    Con l’arrivo della stagione estiva l’attenzione è puntata verso il turismo. Per questo, al fine di stimolare gli spostamenti, il Decreto Sostegni Bis prevede finanziamenti alle Regioni destinati al rimborso delle spese mediche ai turisti.... The post Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla
    Con la pandemia è emersa l’esigenza di trovare una nuova organizzazione del lavoro che cercasse di riadattare l’esperienza, trasferendo fuori dalla sede operativa la maggior parte delle attività lavorative. Questo processo ha iniziato a delineare... The post Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla appeared first […]
  • Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce
    Il particolare periodo storico ha spinto molte attività a cercare soluzioni alternative per la vendita dei propri prodotti, una di queste è sicuramente l’apertura delle vetrina digitale con le vendita online. Qualsiasi imprenditore desideri aumentare... The post Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis
    Nei contributi a fondo perduto previsti dal Bonus affitto 2021 sono previsti nuovi beneficiari grazie all’ampliamento della platea dettata dal Decreto Sostegni Bis. Bonus affitto 2021, come funziona Definito dal Decreto Rilancio, il bonus affitto... The post Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis appeared first on Benessere Economico.
  • Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro
    La Commissione Europea sta lavorando ad un pacchetto di norme che limiterebbe la circolazione di contanti nei Paesi membri. Il pacchetto che potrebbe entrare in vigore nel 2024, propone di fissare in tutta Europa un... The post Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • In Italia arriva la prima Beach SPA marina: un’offerta turistica naturale e consapevole
    Gli elementi naturali caratteristici della spiaggia del Salento legati all’acqua salina del mare e all’aria estiva, diventano dei veri percorsi benessere all’interno di una spa che nasce direttamente sulla costa, in spiaggia, all’aria aperta. Un’idea unica per chi ama il mare e l’aria aperta, ma non vuole perdere tutte le conseguenze rigenerati e vitalizzanti tipiche […]
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]

Categorie

di tendenza