Connect with us
Pubblicità

Trento

Claudio Cia, Fratelli d’Italia: «Mantenere alta l’attenzione sulla pulizia dei nostri ospedali»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il consigliere provinciale di Fratelli d’Italia in una nota evidenzia più volte, l’encomiabile lavoro di medici, infermieri, OSS, personale ausiliario e amministrativo ospedaliero che è stato determinante per contenere gli effetti della pandemia.

Secondo Cia però ora che il Covid sta iniziando a manifestarsi con minore virulenza però è necessario fare tutto il possibile perché il lavoro di queste figure professionali prosegua in un contesto di totale sicurezza ed attenzione alla salute dei pazienti.

«A tal proposito – denuncia il consigliere di Fratelli d’Italia – spiace constatare la mancanza di adeguate pulizie che mi è stata segnalata nella struttura ospedaliera più importante della nostra provincia, l’Ospedale Santa Chiara. Le immagini che mi sono pervenute mostrano carrelli incrostati da sangue, feci ed altri materiali che ivi rimangono per giorni e giorni, emanando un fetore nauseante».

Pubblicità
Pubblicità

E ancora:«Le cause sono la rottura dei sacchi per la spazzatura, troppo fragili per contenere alcune tipologie di rifiuti prodotte in ospedale, ed una intollerabile rilassatezza nelle attività d’igiene ambientale. Da inizio pandemia infatti, per evitare gli accessi non indispensabili in strutture di cura, l’organismo di controllo che si occupa di monitorare le attività di pulizia e sanificazione degli ambienti ospedalieri ha ridotto significativamente le ispezioni, consentendo quindi, a quanto pare, all’azienda di pulizie di lesinare sul personale impiegato e/o sugli orari».

Secondo Claudio Cia «sulla sanità però non è tollerabile allentare la soglia d’attenzione, pensate che questi carrelli distano pochi centimetri dalla “linea verde”, da cui passano persone fragili, malate, appena operate che sono quindi particolarmente esposte a infezioni. Ci tengo a ricordare come già prima dell’emergenza Covid-19 le infezioni ospedaliere uccidessero in Italia circa 50mila pazienti all’anno, segno evidente di una tendenza ad investire davvero poco nella prevenzione.

A prescindere da emergenze di carattere sanitario, – conclude – è dunque necessario effettuare controlli con maggiore frequenza e severità affinché l’impegno e la dedizione di tanti operatori che lavorano quotidianamente in prima linea a contrasto del Covid non venga svilito da pratiche intollerabili finalizzate al risparmio a discapito della salute dei pazienti».

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
rel="nofollow"Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento1 giorno fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Offerte lavoro2 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento7 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza