Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

La notte più lunga: continuano i bombardamenti dell’esercito Israeliano su Hamas

Pubblicato

-

L’esercito israeliano continua l’attacco ad Hamas dopo una breve tregua durata un paio di ore.

Il portavoce dell’IDF ha detto che nelle ultime 24 ore gli aerei e i caccia hanno attaccato più di 90 obiettivi delle organizzazioni terroristiche di Hamas e la Jihad Islamica in tutta la Striscia di Gaza. L’esercito prima di ogni attacco avverte i civili palestinesi per dar loro modo di mettersi in salvo prima dei bombardamenti.

Sono stati quasi 150 gli attacchi aerei lungo la Striscia: edifici abbattuti, e un numero imprecisato di morti.

Pubblicità
Pubblicità

Il confilitto tra Israele e Hamas non si placa e nelle ultime ore nuovi raid aerei israeliani si sono abbattuti su Gaza City, dopo l’attacco alla torre dei media del giorno prima che secondo gli israeliani conteneva materiale di Hamas: colpiti, tra gli altri, una strada del centro e due edifici residenziali.

Tra gli obiettivi attaccati le case del Presidente dell’ufficio politico di Hamas nella Striscia di Gaza, Yahya Sinwar, e suo fratello, Muhammad Sinwar, che è responsabile dell’approvvigionamento e della manodopera dell’organizzazione a Khan Yunis. Le case servono come infrastruttura terroristica per l’organizzazione.

Tra le case e gli uffici di alti funzionari attaccati: l’ufficio di Samah Saraj, capo della pianificazione e sviluppo presso l’ufficio politico dell’organizzazione, la casa di Yusuf ‘Abd al-‘Ahoub, comandante del battaglione Zeitoun di Hamas a Gaza City e Abd al,  casa di al a Rafah, leader nel contrabbando del terrorismo di Hamas.

Pubblicità
Pubblicità

Nell’ambito di ulteriori attacchi alla “metropolitana” di Hamas nella Fase II  una trentina di obiettivi sono stati attaccati, da aerei da combattimento  utilizzando circa 100 armi di precisione. Inoltre, dozzine di siti di produzione e stoccaggio di armi sono stati attaccati a Tel Aloha Sabra, Sheikh Umdan e Gaza City, alcuni dei quali sono stati immagazzinati nelle case di agenti terroristici e navali di Hamas.

Hamas, seppur lievemente, è ancora in grado di agire. Nelle ultime 48 ore ha lanciato 40 razzi sullo Stato di Israele.

L’organizzazione terroristica Hamas colloca deliberatamente i suoi mezzi militari nel cuore della popolazione civile. L’IDF sta prendendo mille precauzioni per ridurre al minimo i possibili danni ai civili non coinvolti durante le sue attività militari.

L’esercito Israeliano ha distrutto la casa del leader della Jihad Islamica Khaled al-Batash nel nord di Gaza con 20 missili penetranti.

Dall’inizio dell’operazione “Guardiano delle Mura“, sono 2.900 i razzi che sono stati lanciati dalla Striscia di Gaza, 450 dei quali sono caduti all’interno di Gaza e 1.150 sono stati abbattuti dal sistema di difesa israeliano aerea Iron Dome.

Stamane la Striscia di Gaza si è svegliata scoprendo un altro pezzo della “Metropolitana” di Hamas distrutta durante la notte.

I bombardamenti delle strade fanno emergere i tunnel costruiti dai terroristi. Ogni chilometro di tunnel costa mezzo milione di dollari, soldi donati dalla comunità internazionale che invece di andare a beneficio dei cittadini per la costruzione di ospedali, scuole, moschea o quant’altro, vengono investiti nella costruzione di armamenti da utilizzare contro la popolazione israeliana.

Secondo Israele la comunità internazionale si deve interrogare per capire come sia potuto accadere che in un pezzo di terra con due milioni di abitanti, un gruppo di criminali e terroristi sia riuscito a sequestrare l’intera popolazione, e con i soldi della comunità internazionale.

I NUMERI DELL’OPERAZIONE GUARDIANO DELLE MURA – Il 70% dei siti della costruzione di razzi è stato distrutto. Il 30% rimane ancora attivo e si presume che l’IDF cercherà di raggiungere questo obiettivo. Il 25% della schiera missilistica di Hamas è stata lanciata o distrutta.

Circa il 75% è ancora nelle mani di Hamas ed è ben protetto da pozzi di lancio sotterranei e tunnel. Hamas ha ancora la capacità di lanciare missili contro Israele per molti altri giorni.

Ad Hamas  ci sono ancora 15 battaglioni organizzati in 4 brigate. La metà di loro è stata messa fuori combattimento, alcuni durante un’azione dell’IDF contro la metropolitana di Hamas, altri durante i giorni dei combattimenti. A parte loro, le unità di comando navale d’élite di Hamas delle Brigate Izz al-Din al-Qassam non sono state danneggiate. Sono ben nascoste in tunnel protetti dagli attacchi aerei.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze
    Dopo anni di pressione dell’Unione Europea, Whasington cede e apre la possibilità di una tassa digitale globale per le multinazionali del web. Di cosa si tratta e come funziona L’accordo parla di un’imposta minima del... The post Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze appeared first on Benessere Economico.
  • Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano
    Con il nuovo Decreto varato dal Governo, esce anche il nuovo Portale del Reclutamento per la Pubblica Amministrazione, un luogo rivoluzionario dove si incontrerà domanda e offerta di lavoro pubblico. Di cosa si tratta All’interno... The post Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano appeared first on […]
  • Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo
    L’Italia rincorre la strada per la ripresa e cresce la fiducia dei consumatori che si riavvicina ai livelli pre-pandemia. I dati vengono confermati dall’Istituto nazionale di statistica, Istat che racconta di un’Italia più fiduciosa e... The post Cresce la fiducia dei consumatori e delle imprese: Italia verso un trend positivo appeared first on Benessere Economico.
  • Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti
    In previsione della chiusura del primo semestre del Cashback fissata per il 30 giugno 2021, gli utenti che hanno dato vita a movimento sospetti riceveranno un avviso. Cashback, il rimborso In quella data gli utilizzatori... The post Addio ai “furbetti” del Cashback, in arrivo avvisi per i pagamenti sospetti appeared first on Benessere Economico.
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]
  • Tempo di vacanze: conoscete già l’Hotel Alpen Tesitin a Tesido?
    A Monguelfo si trova un eccezionale luogo di benessere e relax, dove ci si dedica ai piaceri della bella vita. Gli spazi inondati di luce e la piacevole sensazione di essere a proprio agio sono frutto dell’arte dell’accoglienza che si respira dal primo momento durante le vacanze in Val Pusteria all’Hotel Alpen Tesitin. La posizione […]

Categorie

di tendenza