Connect with us
Pubblicità

Dietro le quinte

Dal bonus ai diciotteni di Renzi al voto ai sedicenni di Letta: una caccia, senza pudore, ai voti

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

L’ultimo post sulla pagina Facebook di Enrico Letta, segretario del PD, è dedicato al voto ai sedicenni. Forse può apparire un tema non propriamente urgente, visti i tempi che corrono, ma è un giudizio errato.

Il PD di Letta ha bisogno di sopravvivere. E sa che è davvero dura. Perché dopo l’uscita di Matteo Renzi e le improvvise dimissioni di Nicola Zingaretti, il partito fa acqua da tutte le parti.

Pur mantenendo il controllo di buona parte dei media, infatti, appare sempre più scoperto sul fronte del consenso popolare.

Si aggiunga che l’alleato principale, il M5S, è servito a tenere al potere il PD dopo la sconfitta del 2018, ma sta pagando caro il suo trasformismo: all’esterno, perché difficilmente gli italiani potranno illudersi una seconda volta sulla natura del movimento, sulla sua onestà ostentata, ma di fatto pari all’incompetenza; all’interno, causa il franare di Beppe Grillo e lo scontro al calor bianco tra il cuculo Conte e il defenestrato Casaleggio.

Come fare, in queste condizioni, a sopravvivere?

Letta sta cercando, anzitutto, di mutar pelle: non vuole più apparire il vecchio democristiano di sinistra, doppio ed aduso a mille capriole e contorsioni. Ci ha già provato, ma Pisa, sua città d’origine, le ha buscate ancora una volta da Firenze.

Ora Letta vuole presentarsi come un rigido decisionista: appare sempre categorico, brutale, quasi a ricordare al suo partito che sì, ha lasciato la Francia per salvare il Partito, ma stavolta farà il sovrano assoluto.

Non è detto, però, che questo mutamento di modi, sia, alla lunga, vincente: sì, Letta è riuscito a disarcionare due renziani di ferro, Marcucci e Delrio, ma è facile immaginare che i due stiano aspettando l’occasione propizia per la vendetta.

Nella sua ansia di dimostrarsi un leader forte e incontrastato, inoltre, Letta tenta ogni giorno di inasprire il clima all’interno della maggioranza, sperando forse di spingere Matteo Salvini ad un’uscita dal governo (tornerebbe così ad essere l’azionista più forte).

E’ facile capire che il gioco non deve essere gradito a Mario Draghi, che potrebbe rimanere schiacciato tra due fuochi. Tanto più che difficilmente Salvini ripeterà l’imprudenza di lasciare un governo, come fece nell’agosto di due anni orsono.

Tirare continuamente la corda, indebolire un governo di unità nazionale che dovrebbe occuparsi di sistemare la casa che crolla non è nell’interesse del Paese, ma in quello del PD e di Letta sì.

Infatti, rebus sic stantibus, il rischio per Letta è trovarsi a breve con Draghi al Quirinale e il Pd all’opposizione.

La strategia lettiana prevede dunque in primo luogo la ricerca del casus belli con il principale partito avversario, polarizzando ancora il dibattito e cercando nel contempo di intercettare i voti grillini in uscita, e, in secondo luogo, la caccia a nuovi voti, andando a pescare in territori inesplorati, sui cui piantare per primi la bandierina.

E qui torniamo al post lettiano da cui siamo partiti. Qualcuno pensa davvero che Letta abbia identificato nel voto ai sedicenni, e nello ius soli, la soluzione dei reali problema del paese?

Ovviamente no, ma proporre il voto per i più giovani e per gli immigrati, è il modo, demagogico e populista, per provare intestarselo: “io ti do il voto, tu mi voti”. Alcuni anni orsono fu Renzi a “comperare” il voto di moltissimi diciottenni con il famoso “bonus” di 500 euro a loro dedicato; oggi è il pisano cresciuto all’ombra di Romano Prodi a tentare analoga strada, con i sedicenni.

A cura di Francesco Agnoli 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento1 ora fa

Fugatti: “Risorse umane centrali per l’attuazione del PNRR”

Trento1 ora fa

Distretto Trentino Digitale 2026, Spinelli: «Nel documento le azioni della Provincia sul digitale, anche con le risorse PNRR»

Arte e Cultura2 ore fa

Il rinoceronte tra passato, presente e futuro: l’ombra dell’unicorno

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Dalla Polonia a Cles grazie al gemellaggio con il Liceo Russell

Trento2 ore fa

Avviato il progetto “spazzino di quartiere” con la sperimentazione a Gardolo

Trento2 ore fa

La mostra sull’Autonomia diventa itinerante

Trento2 ore fa

Coronavirus: 565 contagi e rianimazioni vuote nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 ore fa

Kanova Playground, domani alle 18 l’inaugurazione del rinnovato campo di pallacanestro

Trento4 ore fa

Via libera alla riforma delle Comunità di Valle, Gottardi: «Una riforma che rimette al centro i Comuni e i Sindaci»

Valsugana e Primiero5 ore fa

Al Pergine Festival, il femminile senza tempo della “Penelope” di Martina Badiluzzi

Bolzano5 ore fa

Val Gardena: ragazza di 17 anni cade dal balcone

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Declinazioni Artistiche di Neurodiversità: Casa de Gentili a Sanzeno ospita la mostra “Equivalenze”

Giudicarie e Rendena5 ore fa

Carambola di 4 veicoli sulla strada statale 237 di Borgo Lares

Bolzano6 ore fa

Steineben: nottata difficile per i Vigili del Fuoco di Lazfons

Rovereto e Vallagarina6 ore fa

Si piange la scomparsa di Ivan Baldessarelli, “Un uomo dalle mille risorse”

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica2 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Le Vignette di Fabuffa4 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Società4 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Politica2 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Italia ed estero3 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza