Connect with us
Pubblicità

Dietro le quinte

Dal bonus ai diciotteni di Renzi al voto ai sedicenni di Letta: una caccia, senza pudore, ai voti

Pubblicato

-

L’ultimo post sulla pagina Facebook di Enrico Letta, segretario del PD, è dedicato al voto ai sedicenni. Forse può apparire un tema non propriamente urgente, visti i tempi che corrono, ma è un giudizio errato.

Il PD di Letta ha bisogno di sopravvivere. E sa che è davvero dura. Perché dopo l’uscita di Matteo Renzi e le improvvise dimissioni di Nicola Zingaretti, il partito fa acqua da tutte le parti.

Pur mantenendo il controllo di buona parte dei media, infatti, appare sempre più scoperto sul fronte del consenso popolare.

Si aggiunga che l’alleato principale, il M5S, è servito a tenere al potere il PD dopo la sconfitta del 2018, ma sta pagando caro il suo trasformismo: all’esterno, perché difficilmente gli italiani potranno illudersi una seconda volta sulla natura del movimento, sulla sua onestà ostentata, ma di fatto pari all’incompetenza; all’interno, causa il franare di Beppe Grillo e lo scontro al calor bianco tra il cuculo Conte e il defenestrato Casaleggio.

Come fare, in queste condizioni, a sopravvivere?

Letta sta cercando, anzitutto, di mutar pelle: non vuole più apparire il vecchio democristiano di sinistra, doppio ed aduso a mille capriole e contorsioni. Ci ha già provato, ma Pisa, sua città d’origine, le ha buscate ancora una volta da Firenze.

Ora Letta vuole presentarsi come un rigido decisionista: appare sempre categorico, brutale, quasi a ricordare al suo partito che sì, ha lasciato la Francia per salvare il Partito, ma stavolta farà il sovrano assoluto.

Non è detto, però, che questo mutamento di modi, sia, alla lunga, vincente: sì, Letta è riuscito a disarcionare due renziani di ferro, Marcucci e Delrio, ma è facile immaginare che i due stiano aspettando l’occasione propizia per la vendetta.

Nella sua ansia di dimostrarsi un leader forte e incontrastato, inoltre, Letta tenta ogni giorno di inasprire il clima all’interno della maggioranza, sperando forse di spingere Matteo Salvini ad un’uscita dal governo (tornerebbe così ad essere l’azionista più forte).

E’ facile capire che il gioco non deve essere gradito a Mario Draghi, che potrebbe rimanere schiacciato tra due fuochi. Tanto più che difficilmente Salvini ripeterà l’imprudenza di lasciare un governo, come fece nell’agosto di due anni orsono.

Tirare continuamente la corda, indebolire un governo di unità nazionale che dovrebbe occuparsi di sistemare la casa che crolla non è nell’interesse del Paese, ma in quello del PD e di Letta sì.

Infatti, rebus sic stantibus, il rischio per Letta è trovarsi a breve con Draghi al Quirinale e il Pd all’opposizione.

La strategia lettiana prevede dunque in primo luogo la ricerca del casus belli con il principale partito avversario, polarizzando ancora il dibattito e cercando nel contempo di intercettare i voti grillini in uscita, e, in secondo luogo, la caccia a nuovi voti, andando a pescare in territori inesplorati, sui cui piantare per primi la bandierina.

E qui torniamo al post lettiano da cui siamo partiti. Qualcuno pensa davvero che Letta abbia identificato nel voto ai sedicenni, e nello ius soli, la soluzione dei reali problema del paese?

Ovviamente no, ma proporre il voto per i più giovani e per gli immigrati, è il modo, demagogico e populista, per provare intestarselo: “io ti do il voto, tu mi voti”. Alcuni anni orsono fu Renzi a “comperare” il voto di moltissimi diciottenni con il famoso “bonus” di 500 euro a loro dedicato; oggi è il pisano cresciuto all’ombra di Romano Prodi a tentare analoga strada, con i sedicenni.

A cura di Francesco Agnoli 

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza