Connect with us
Pubblicità

Trento

Ecco come sono stati spesi i 165 milioni di euro arrivati dallo Stato

Pubblicato

-

Durante il tradizionale question Time dei lavori iniziati stamane in aula consiliare il consigliere del Partito Democratico Giorgio Tonini ha chiesto alla giunta quanti dei 165 milioni di euro provenienti dall’accordo “Pat Governo” per compensare i mancati introiti per il lockdown dell’inverno-primavera 2020, sono stati effettivamente spesi lo scorso anno e in quale percentuale questa cifra ha contribuito all’avanzo di amministrazione di 218 milioni.

L’assessore competente Gottardi ha risposto che i 165 milioni di euro non hanno alimentato l’avanzo di amministrazione 2020, ma sono stati ripartiti in questo modo: 72 milioni per la viabilità provinciale rapidamente cantierabile; 10 all’Itea per interventi di manutenzione straordinaria del patrimonio edilizio; 14,15 milioni all’Apss per coprire le spese conseguenti alla pandemia e 2,85 milioni assegnati alle Rsa per interventi su immobili e attrezzature; 12 milioni all’Agenzia del lavoro per interventi di politica del lavoro; 10 milioni ai Comuni per investimenti sul patrimonio comunale; 110 milioni all’Agenzia provinciale per l’incentivazione delle attività economiche per il finanziamento di investimenti nel settore del turismo e del commercio (5 milioni per il bando qualità nel settore del turismo e 5 per il bando qualità nel settore del commercio); 5 milioni a Trentino Sviluppo per finanziare un bando per il sostegno delle attività economiche nelle valli; altri 8 milioni sempre a TS per la partecipazione in strumenti finanziari delle imprese; 5 milioni a TS per interventi sugli impianti funiviari e sul patrimonio produttivo nel settore industriale; 8 milioni hanno incrementato gli apporti al fondo Promocoop ad alimentazione mista pubblico privata per rafforzare e rilanciare le imprese del settore cooperativo; 1 milione ha incrementato il fondo immobiliare di Cooperfidi ad alimentazione pubblico-privata; 6 milioni di euro sono stati destinati al settore agricolo, e di questi 1,4 milioni sono stati finalizzati ad incrementare le risorse con cui garantire il finanziamento del 100% dell’indennità compensativa e 4,6 milioni per il finanziamento degli investimenti; 1 milione, infine, è stato assegnato alla Fondazione Kessler per interventi di trasformazione digitale.

Tonini nella replica ha apprezzato ma anche osservato che resta l’interrogativo di quante risorse siano state poi effettivamente “messe a terra” e quindi spese, in particolare per quanto riguarda le opere pubbliche.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza