Connect with us
Pubblicità

18 politico

Morti bianche: «Migliorare il sistema di prevenzione. Insieme si può»

Pubblicato

-

Nella giornata mondiale della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro del 28 aprile abbiamo avuto un altro infortunio mortale nel settore forestale nei boschi della Val di Fiemme.

Un brutto modo per ricordare l’importanza di questa giornata perché la perdita di un giovane operaio trentenne ci lascia sempre senza parole, quasi impotenti, ma non vorrei che l’ennesima mortebiancavenisse ancora archiviata senza prendersi l’impegno di fare qualcosa per tutti gli altri lavoratori.

Il punto è: cosa si potrebbe fare? Nel febbraio di quest’anno, nella Conferenza provinciale sulla sicurezza sul lavoro, io stesso da esperto della materia ho lanciato una proposta politica a tutti i consiglieri provinciali. Recuperare le risorse economiche derivanti dall’applicazione delle violazioni in materia di sicurezza sul lavoro, variabili anno per anno, per reinvestirle nella prevenzione.

Un obiettivo chiaro che era peraltro già indicato espressamente nell’art. 13, sesto comma del D.Lgs. 81/08 meglio noto come testo unico in materia di sicurezza sul lavoro. 

Il problema è che in Trentino questo non è mai stato applicato e a partire appunto dal 2008! Stiamo parlando di risorse economiche importanti di svariati milioni di euro. Per questo serve che la politica indichi la strada da seguire, una linea di indirizzo all’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari che ha la competenza in materia di sicurezza sul lavoro nel senso di monitorare a bilancio tali risorse variabili per provvedere poi a destinare per creare cultura del lavoro.

Nella Provincia Autonoma di Bolzano si sono resi conto che gli infortuni sul lavoro non si limitano con i controlli, ma con la prevenzione e per questo nel dicembre 2019 hanno iniziato ad investire 600.000 euro nella prevenzione. La cultura della sicurezza, la formazione efficace dei lavoratori e dei professionisti o altre iniziative di prevenzione si riescono a fare in modo efficace in estendo risorse economiche, non solo con slogan o demagogia politica. Quasi sempre lo sentiamo ribadire da tutti dopo un infortunio mortale o gravissimo sul lavoro, ma poi nulla cambia.

Per questo mi assumo la responsabilità di ribadire pubblicamente con forza la possibilità che ci viene offerta dal TU in materia di sicurezza sul lavoro, auspicando che la Giunta provinciale ascolti questa sollecitazione.

Voglio sperare che la sicurezza sul lavoro sia anche l’occasione per approvare un provvedimento all’unanimità perché la salute è un diritto fondamentale che non dovrebbe mai avere una connotazione politica ideologica perché in fin dei conti al lavoro ci devono andare tutti.

La festa del lavoro il 1 maggio sia l’occasione per ricordare le vittime del lavoro con il rispetto che meritano e per prendersi l’impegno collettivo per migliorare il sistema di prevenzione. Insieme si può.

A cura di Andrea Merler

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza