Connect with us
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Moena: Loris Cocca assolto anche in appello. Resta la condanna per la fuga

Pubblicato

-

La Corte d’appello ha confermato l’esito del giudizio di primo grado: Loris Cocca, il conducente della Ford Focus che ha travolto il 19 enne Mattia Sommariva nei pressi di Moena, non ha responsabilità penali.

La procura aveva chiesto la condanna a 2 anni e 9 mesi per omicidio stradale aggravato ma l’imputato, difeso dagli avvocati Marco Vernillo e Antonio Saracino, è stato assolto da questo reato e ritenuto colpevole solo per fuga in seguito ad incidente stradale.

I fatti risalgono al 9 aprile 2018. Il giovane si trovava sul suo monopattino, lungo la strada de Pecè, tra Soraga e Moena, quando venne investito dall’auto guidata dal 34enne campano.

Pubblicità
Pubblicità

Il conducente scappò dal luogo dell’incidente senza prestare soccorso al ragazzo riverso a terra, incosciente. Il personale del 118 raggiunse immediatamente il luogo, allertato dai passanti, ma per Mattia non ci fu nulla da fare, morì sul colpo in seguito alle ferite riportate. Sul luogo i vigili del fuoco, i carabinieri di Moena e la polizia della Val di Fassa si occuparono dei rilievi e di ricostruire la dinamica dell’incidente.

Nell’incidente la Focus aveva perso la targa riportando evidenti segni dell’impatto. Le forze dell’ordine si misero subito alla ricerca del pirata della strada, rintracciandolo nel giro di pochissimo tempo nella cucina del ristorante dove lavorava. Per lui scattarono le manette per omicidio stradale, aggravato dalla fuga e dall’essersi messo alla guida ubriaco, oltre che per aver superato i limiti di velocità presenti in zona.

L’uomo ammise immediatamente le sue responsabilità, sostenendo però di essere scappato in preda ad uno stato di shock e di essersi recato a casa a bere della birra, prima di andare al lavoro.

Pubblicità
Pubblicità

Determinanti per l’assoluzione sono state le consulenze tecniche: tossicologica e cinematica. La prima, sulla base della curva di Widmark che misura la concentrazione di alcol nel sangue, ha stabilito che Cocca ha davvero bevuto dopo l’incidente.

Infatti, un’ora e mezza dopo il fatto, i valori di alcol erano ancora in crescita. Per quanto riguarda la dinamica del sinistro, il perito tecnico della Corte ha stabilito che il mezzo viaggiava a circa 10 km/h oltre il limite di 50 e che l’impatto fu inevitabile in quanto Mattia avrebbe repentinamente invertito il senso di marcia mentre si trovava in mezzo alla strada.

Rimane quindi per Cocca solo il reato di fuga, in quanto non è concepibile scappare dal luogo di un incidente senza prestare soccorso alla vittima, nemmeno se in preda ad un forte stato di shock.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Piccoli angoli di paradiso immersi nella natura incontaminata, una perfetta alternativa al mare
    La bellezza incontaminata della natura fatta di scrigni selvaggi e posti da favola, accende la passione per l’Italia e per le sue straordinarie mete che spesso, nascondono scenari incredibili. Non solo acqua di mare, ma anche fiumi, cascate e canyon diventano un luogo ed un’alternativa perfetta per fare il bagno e rilassarsi. Infatti, per chi vuole […]
  • Nuotare nel Reno: un’esperienza unica nel suo genere
    Dalle montagne spettacolari, agli immensi boschi fino alle gole selvagge, la Svizzera circondata dalla sua natura incontaminata diventa inevitabilmente sinonimo di sostenibilità. Questa attenzione si riflette sui consumi, sulla lungimiranza nel riciclaggio della popolazione, ma anche sul turismo. Infatti, il turismo svizzero spinge i suoi visitatori ad entrare quanto più possibile a contatto con l’ambiente […]
  • Kylie Skin, la linea beauty di Kylie Jenner
    “La cura della pelle e il trucco vanno di pari passo e Kylie Skin è qualcosa che ho sognato subito dopo Kylie Cosmetics. Ci ho lavorato per quella che sembra una vita, quindi non posso credere che sia finalmente arrivato! Costruire la mia linea di trucco da zero mi ha insegnato molto e sono così […]
  • The Ordinary – The Balance Set: la skin care di qualità adatta a tutte le tasche
    The Ordinary è un marchio di DECIEM (società ombrello di brand focalizzati su trattamenti avanzati di bellezza) in continua evoluzione di trattamenti per la skin care. The Ordinary offre trattamenti clinici elettivi di cura per la pelle a prezzi onesti. The Ordinary è “Formulazioni cliniche con onestà”. Tutti i prodotti DECIEM,  compresi quelli del brand The Ordinary, […]

Categorie

di tendenza