Connect with us
Pubblicità

18 politico

Lauree abilitanti e abolizione esame di Stato: la rivoluzione per i giovani

Pubblicato

-

Nel Pnrr (piano nazionale di ripresa e resilienza) del Recovery Plan italiano si parla di lauree abilitanti alla professione. Una vera e propria rivoluzione e semplificazione che aprirebbe le porte della libera professione ai giovani

Superare lo scoglio dell’esame di Stato, facendolo coincidere con l’esame di laurea, merita però alcune considerazioni.

In assenza di una riforma costituzionale,  e precisamente dell’art. 33 della Carta nel quale viene prescritto un esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio professionale, non si capisce se un’idea così innovativa possa passare il vaglio di costituzionalità.

Di sicuro però c’è da aspettarsi le reazioni delle corporazioni, degli Ordini professionali, in primis di quelli interessati direttamente dalla riforma e a seguire di tutti gli altri

Lo abbiamo percepito tutti con le prese di posizioni regionali sulle vaccinazioni anti Covid per superare i diritti degli anziani e dei fragili, figurarsi se non assisteremo alle alzate di scudi per l’accesso alla professione.

Se si decide di abilitare direttamente medici, veterinari, odontoiatri e psicologi non si comprende il motivo del perché questo non dovrebbe valere anche per ingegneri, architetti, commercialisti, avvocati e così via.

Si rischia di creare lauree di serie A e serie B con problemi sul piano della ragionevolezza e dell’uguaglianza.

Il vero punto politico sta però nel fatto che le nostre Università non sono ancora pronte alla formazione pratica del professionista perché basate prevalentemente su programmi teorici. In altri Paesi è diverso perché già durante gli studi universitari ci si prepara costantemente alla professione, coniugando teoria e pratica, facendosi trovare pronti al momento dell’agognata laurea, all’ingresso nel mondo del lavoro.

In Italia la pratica viene svolta con il cosiddetto periodo di praticantato o di specializzazione, di durata variabile a seconda delle professioni, dai 18 mesi degli avvocati ai tre-cinque anni dei medici specializzandi.

Io penso che se si opta per la scelta di abolire l’esame di Stato bisogna riformare anche i piani di studio universitari ovvero riconoscere il periodo di compiuta pratica, deliberato dal singolo ordine professionale, come direttamente abilitante alla professione.

Condivido con molti l’idea che non è certo l’esame di Stato a selezionare i migliori professionisti perché non è con il superamento di un esame “lotteria”, prevalentemente basato su conoscenze teoriche e valutazioni soggettive di Commissioni e Sottocommissioni a garantire l’obiettivo di avere i migliori.

La pandemia ci ha fatto comprendere che il tempo per i capricci delle corporazioni sta per terminare perché i tempi sono profondamente cambiati e anche il vecchio esame di Stato mostra il suo evidente anacronismo.

Auspici che gli Ordini aderiscano volontariamente alla visione politica innovativa del Governo Draghi.

Permettere ai giovani di percorrere la loro strada senza avere sbarramenti all’accesso è un dovere morale, vuol dire investire nel futuro e avere una visione lunga, di tenuta del sistema ed evitare la fuga di cervelli verso altri Paesi dove invece si cercare di valorizzare le nuove generazioni.

Se questa sarà la prospettiva allora anche gli Ordini e le casse previdenziali dei professionisti potranno ancora garantirsi una propria sostenibilità economica, ma in caso contrario assisteremo ad un lento e inesorabile abbandono dei giovani che ormai trovano sempre più barriere per accedere ad una professione che di  liberale pare abbia ormai mantenuto solamente il nome.

Andrea Merler

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza