Connect with us
Pubblicità

Trento

Nessuna diffamazione: Mauro Ottobre perde la causa con La Voce del Trentino. Dovrà pagare 24 mila euro di spese legali

Pubblicato

-

Ora a certificarlo è anche il Tribunale di Trento: Mauro Ottobre è il “re degli assenteisti”. (com’era stato definito da tutti i giornali).

Gli articoli scritti dalla nostra redazione non erano diffamatori. La Voce del Trentino ha agito sempre con correttezza dicendo la verità e riportando fatti reali, trasparenti, concreti e sostenuti da prove e fonti ineccepibili e credibili.

È questo il giudizio del Tribunale di Trento che ha dato ragione al nostro editore Roberto Conci, difeso dall’avvocato Andrea Bolner, che era stato denunciato per diffamazione da Mauro Ottobre. Il contendere erano stati una serie di articoli realizzati e diffusi dal nostro giornale alcune settimane prima delle elezioni amministrative del 2018.

Pubblicità
Pubblicità

Per l’ex onorevole piove anche sul bagnato: infatti il giudice Morandini lo ha anche condannato al pagamento delle spese legali del nostro editore quantificate in 10 mila euro, quelle dell’allora direttore Norelli (7.000 euro) più il 15% delle spese generali ed accessorie. Per lui arriverà una mazzata di circa 25 mila euro da pagare a cui vanno aggiunte le spese dei suoi avvocati.

Una caporetto annunciata. «Il mio studio legale (NdR – Studio Bolner&Domenichelli) – dichiara Roberto Conci (nella foto a destra) mi aveva detto di stare tranquillo, e così è stato perché il giudice ha tenuto conto giustamente delle prerogative costituzionali dell’articolo 21 che dice che la stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. Nel nostro caso avevamo poi riportato la verità dei fatti sostenuta da fonti e documentazioni vere».

I contenuti degli articoli sottolineavano le moltissime assenze dell’onorevole Ottobre durante la legislatura 2013/2018 dove era stato eletto grazie ad accordo fra PATT e PD Trentino. Ottobre durante i 5 anni di mandato aveva raggiunto la cifra record di assenze in parlamento pari al 60,98%Su 24.836 sedute è stato assente alle votazioni per la precisione ben 15.146 volte. (qui articolo approfondito)

Pubblicità
Pubblicità

Il nostro giornale riportava i dati delle sue numerose assenze rilevate sul sito openpolis (sito del governo, leggi qui), fonte quindi ineccepibile. Ottobre nella sua replica aveva anche definito fake news i numeri riportati dal nostro giornale. Ma invece non era così, perché tutto quello che La Voce del Trentino aveva scritto era vero, purtroppo.

Ottobre si era sentito diffamato dalle informazioni riportate negli articoli e aveva chiesto 120 mila euro di risarcimento. Attraverso un’incredibile e creativo sillogismo l’ex onorevole del PD aveva dato la colpa ai contenuti degli articoli per la sua sonora sconfitta alle elezioni dove si era presentato capolista di Autonomia Dinamica, partito messo in piedi all’ultimo momento dopo il fallimento del partito dei Sindaci.

Il giudice Massimo Morandini ha rigettato la richiesta di Ottobre spiegando che «è accertata e declarata l’insussistenza delle ragioni di fatto e di diritto fondanti la richiesta avversaria, rigettarsi le domande ex adverso svolte, con condanna della controparte ai sensi dell’art. 96 c.p.c. ad un importo non inferiore ad euro 10 mila od altra somma che verrà ritenuta equa o di giustizia.»

Fra i motivi della decisione il dottor Morandini nella sentenza (iscritta al n. r.g. 2872/2019) cita anche il fatto che i dati riportati negli articoli del nostro giornale sono esatti e che corrispondono a verità. Nelle motivazione inoltre si legge che «sono state esercitate le prerogative costituzionali previste dall’art. 21 della Carta Fondamentale; che gli articoli in questione non avevano contenuto diffamatorio ed erano rispettosi dell’etica e della deontologia; che il linguaggio adoperato, “pur essendo colorito ed incisivo”, aveva rispettato i canoni “richiesti dalla professionalità della nostra redazione”; che Ottobre non sarebbe mai stato eletto “essendo il suo partito deficitario dal punto divista dei consensi, specie dopo la scelta di correre da solo senza nessun alleato”.

Le assenze di Ottobre all’epoca del suo mandato parlamentare avevano trovato ampio risalto su tutte le testate giornalistiche del Trentino. «Di qui è del tutto evidente l’interesse della collettività ad essere informata dell’attività di un parlamentare, tanto più allorquando, nel legittimo esercizio del diritto di cronaca e di critica, se ne stigmatizzi certi comportamenti che obiettivamente sono degni di censura. Da ultimo ricorre anche il presupposto della correttezza espositiva dei fatti (cosiddetta continenza) in quanto negli articoli oggetto di contestazione non si ravvisa l’impiego di termini o espressioni dal contenuto gratuitamente diffamatorio».

Mauro Ottobre nella sua difesa aveva detto che le assenze erano dovute anche ai suoi numerosi viaggi a Miami per cercare di liberare Chico Forti. Anche i questo caso però il giudice gli ha dato torto scrivendo: «fermo restando che non vi è prova che le autorità si sono rese disponibili nel dicembre 2020 al trasferimento del Forti, condannato all’ergastolo per omicidio volontario in forza di sentenza emessa nel 2000 e da tempo diventa irrevocabile, al trasferimento in un carcere italiano, grazie all’interessamento dell’attore, considerato che il suo mandato parlamentare è venuto a cessare nel 2018, è solo con la mail dell’avv. Lawrence E. Blike dd, 08.02.2019 (v. doc. 16), prodotta in allegato all’atto di citazione dd. 17.07.2019, “che l’On. Ottobre era stato indicato come manager della società per mero errore, laddove giammai aveva avuto alcuna autorità per operare in veste di manager, né aveva intrapreso alcuna azione tale titolo”

In definitiva – secondo il giudice Morandini –  esclusa la natura diffamatoria degli articoli di stampa per cui è causa, non è dato comprendere «come l’attore li ritenga lesivi dell’onore e della reputazione, quando anni prima analoghi articoli erano stati pubblicati su testate giornalistiche ben più note della ‘Voce del Trentino’, e mai contestati.

Da ultimo il giudice rileva che non vi è «alcuna prova del nesso di causalità tra la pubblicazione degli articoli in questione e la mancata elezione a consigliere provinciale dell’Ottobre, dovuta quest’ultima assai verosimilmente nella creazione ex novo di una nuova lista politica (“Autonomia Dinamica”) poche settimane prima del voto.»

Ma la cosa non potrebbe finire qui. «Nei prossimi giorni insieme al mio studio legale valuteremo le strade da intraprendere per tutelare gli interessi e l’immagine del mio giornale che Ottobre in alcune dichiarazioni ha denigrato pesantemente»spiega l’editore Conci che aggiunge: «È significativo come Ottobre voglia imbavagliare la stampa che dice la verità sul suo conto ed è a dir poco imbarazzante il suo comportamento intimidatorio ed arrogante nei confronti di chi ha scritto solo la verità. Ma non voglio infierire su un personaggio che ha ben altro da pensare in questo momento visto che è indagato per reati ben più gravi. Rimane la tristezza di quelli che lo hanno votato a suo tempo e che si sono accorti chi era davvero l’onorevole, pagato coi soldi di tutti noi cittadini a fronte di qualche viaggio a Locri e per l’accoglienza di una scuola elementare di Trento. Questo in 5 anni di mandato, insomma il festival del nulla».

 

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza