Connect with us
Pubblicità

Trento

L’Arcivescovo Lauro durante la messa di Pasqua: «Il Risorto scaccia le paure e apre al futuro»

Pubblicato

-

“Dopo più di un anno di pandemia, quell’’andrà tutto bene’ degli inizi è ormai uno sbiadito ricordo. Frustrazione mista a rabbia sembrano prendere il sopravvento: con fatica gli auguri escono dalle nostre labbra”. E’ inevitabile e amara la constatazione con cui l’arcivescovo di Trento Lauro Tisi apre l’omelia della Messa solenne di questa Domenica di Pasqua.

“Come uscire da questa asfissia di speranza? Da dove riprendere il filo rosso della fiducia per tornare a respirare Vita?”, si chiede l’Arcivescovo, indicando da subito una risposta:La Parola di Dio ancora una volta ci soccorre: nel racconto delle apparizioni, il Risorto si assume in prima persona il compito di fugare dubbi, scacciare paure, aprire al futuro”.

Ad attestare il Risorto anche la comunità dei discepoli che, pur nelle contraddizioni della storia, consente a monsignor Tisi di affermare: “Dopo duemila anni continua il miracolo della santità, fatto di uomini e donne trasformati in pagine di Vangelo, resilienti, fedeli al Dio della vita”.

Pubblicità
Pubblicità

Don Lauro conclude:Non mi stancherò di dirlo: segno di Risurrezione è la meravigliosa umanità di Gesù consegnata dalle pagine evangeliche, rivelatrice di un amore ‘altro’, che fatichiamo a far diventare nostro, ma in realtà appartiene ai nostri desideri e alle nostre attese più profonde. Entriamo allora con i discepoli nel sepolcro e, da increduli, diventiamo credenti”.

IL TESTO DELL’OMELIA PRONUNCIATA DALL’ARCIVESCOVO LAURO  – Maria di Magdala non riesce a staccare il pensiero dalla morte: mai avrebbe immaginato di trovare la pietra ribaltata e di scoprire l’inutilità degli oli aromatici per ungere il Corpo del Signore.

Questa donna, oppressa dal ricordo struggente del Maestro, interpreta pienamente lo stato d’animo con cui viviamo questa Pasqua. Dopo più di un anno di pandemia, quell’“andrà tutto bene” degli inizi è ormai uno sbiadito ricordo. Frustrazione mista a rabbia sembrano prendere il sopravvento: con fatica gli auguri escono dalle nostre labbra.

Pubblicità
Pubblicità

I teli della morte ripiegati, la pietra sepolcrale rimossa, la tomba vuota non riescono – a differenza dei discepoli – a farci correre al sepolcro per dar credito alla Vita che vince la morte.

L’ispezione al sepolcro da parte di Pietro e dell’altro discepolo sono icona della Chiesa chiamata a testimoniare il Crocifisso Risorto. Il cuore dell’annuncio ecclesiale fatica a far breccia nel nostro cuore. Ci ritroviamo a gestire un triste quotidiano, intriso di stanchezza, lamento, rivendicazioni e rabbia.

Come uscire da questa asfissia di speranza? Da dove riprendere il filo rosso della fiducia per tornare a respirare Vita? La Parola di Dio ancora una volta ci soccorre: nel racconto delle apparizioni, il Risorto si assume in prima persona il compito di fugare dubbi, scacciare paure, aprire al futuro.

Per Maria di Magdala, gli apostoli e i discepoli di Emmaus, l’approdo alla fede nella Risurrezione è frutto dell’iniziativa del Risorto che spiega le Scritture, prepara pane e pesce arrostito, mangia con i discepoli, offre la sua pace.

Pur nella difficoltà di questa Pasqua, ci è offerta la possibilità di ripercorrere lo stesso itinerario, trovando ancora nelle Scritture le conferme della Risurrezione.

Ne è prova la comunità dei discepoli. Dopo aver abbandonato, tradito, rinnegato il Maestro, si ricompatta, ritrova coraggio e riconosce in Lui il collante attorno a cui legare la propria vita e, come ci ricorda il testo degli Atti, giungere al dono estremo di sé. Questa comunità nel corso della storia ha tradito e continua a farlo, spesso si è allontanata dal Maestro, ha oscurato il Vangelo.

Tuttavia, dopo duemila anni continua il miracolo della santità, fatto di uomini e donne trasformati in pagine di Vangelo, resilienti, fedeli al Dio della vita. Lo conferma la lunga teoria di martiri, mai – lo ricorda spesso papa Francesco – così numerosi come in quest’ora della storia. Lo documenta il banchetto Eucaristico che da duemila anni, ogni domenica, raccoglie, a tutte le latitudini, uomini e donne che ascoltando la Parola e condividendo il Pane spezzato, diventano servizio e dono.

Non mi stancherò di dirlo: segno di Risurrezione è la meravigliosa umanità di Gesù consegnata dalle pagine evangeliche, rivelatrice di un amore “altro”, che fatichiamo a far diventare nostro, ma in realtà appartiene ai nostri desideri e alle nostre attese più profonde.

Entriamo allora con i discepoli nel sepolcro e, da increduli, diventiamo credenti.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza