Connect with us
Pubblicità

Piana Rotaliana

La fusione delle casse rurali è lecita: il Tribunale rigetta l’impugnazione da parte dei 396 soci «ribelli»

Pubblicato

-

Con la sentenza depositata mercoledì 31 marzo 2021, il Tribunale civile di Trento ha rigettato l’impugnazione della delibera di fusione per incorporazione della Cassa rurale Lavis, Mezzocorona e Valle di Cembra nella Cassa rurale di Trento e del successivo atto di fusione stipulato in data 23 dicembre 2019.

Per i soci «ribelli» della Cassa rurale di Lavis, Mezzocorona e Valle di Cembra è una sconfitta che brucia. Oltre al danno arrivano anche le beffe, infatti il tribunale di Trento, non solo ha respinto la richiesta dei 396 soci di annullare la fusione tra le due Casse rurali, ritenendo che le procedure di votazione siano state corrette, ma ha anche condannato i soci a rimborsare le spese di lite alla Cassa di Trento, Lavis, Mezzocorona e Valle di Cembra.

Parliamo di un conto piuttosto salato, si tratta infatti di oltre 65 mila euro.

Pubblicità
Pubblicità

La decisione ha lasciato letteralmente senza parole i 396 soci perché la motivazione sembra limitarsi a riprodurre nella sostanza le ragioni del provvedimento d’urgenza adottato dal presidente facente funzioni il 21 dicembre 2019.

Le documentate allegazioni in fatto e i plurimi motivi in diritto discussi nel corso del giudizio e oggetto di corpose memorie da parte delle difese di entrambe le parti sono stati pressoché integralmente ignorati, quasi che la decisione fosse già scritta.

Le questioni interpretative e di costituzionalità riguardanti l’applicabilità dell’art. 2504-quater c.c. anche alle fusioni tra cooperative a mutualità prevalente e l’ampiezza della pretesa efficacia sanante dell’iscrizione dell’atto di fusione sono state liquidate in poche righe, senza alcun cenno alla necessità di una ponderazione dei valori coinvolti nella vicenda anche alla luce del diritto europeo.

Pubblicità
Pubblicità

In una nota dell’associazione «Soci cooperatori Trentini» (i ribelli) si legge che «non sono state neppure esaminate analoghe questioni interpretative e di costituzionalità prospettate sulla legge che ha previsto l’obbligatorietà dell’adesione delle banche di credito cooperative a un gruppo bancario cooperativo, da cui il Tribunale desume sic et simpliciter la scomparsa della competenza della Regione/P.A.T., prevista invece da norme di rango costituzionale.

Il Tribunale ha peraltro attribuito erroneamente alla difesa dei ricorrenti una pretesa contestazione delle competenze della BCE, tesi invero mai spesa in atti, avendo i ricorrenti sempre sostenuto che le competenze di BCE, le quali nell’ambito del M.U.V. hanno attratto alcune competenze prima spettanti alla Banca d’Italia, si aggiungono e non certo si sostituiscono alle prerogative regionali e provinciali.»

Secondo i  «ribelli» «pure oggetto di singolare fraintendimento sono state le questioni di merito concernenti la validità della delibera in relazione al procedimento di fusione, che parevano onestamente incontestabili. Il regolamento assembleare della Cassa rurale Lavis – Mezzocorona e Valle di Cembro dettava: «In caso di votazione per alzata di mano, si computano soltanto i voti risultati minoritari e quelli degli astenuti a norma dell’art. 22.2. che precede e, per differenza, si computano i voti risultati maggioritari», laddove il verbale notarile non dà alcun conto dei voti risultati minoritari, attestando invece che «al fine di determinare il numero dei voti favorevoli, contrari, astenuti il Presidente ha chiesto a me notaio di procedere alla identificazione dei contrari e degli astenuti, come prescritto dal regolamento assembleare» (che è stato così palesemente disatteso).

Sorprendente, infine, oltre che errata, è la condanna alle spese, sia in sé, stante la complessità e delicatezza delle questioni – riconosciuta peraltro nel corso del giudizio dallo stesso Tribunale – sia nel quantum, il che sembra tradire un intento ‘punitivo’ nei confronti dei ricorrenti, quasi a scoraggiare l’impugnazione di una decisione che presenta ictu oculi vizi gravi ed errori marchiani

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza