Connect with us
Pubblicità

Trento

Anche Extinction Rebellion in piazza a Trento per riportare al centro il tema ambientale

Pubblicato

-

Ieri, anche a Trento come in altre città d’Italia c è stata la manifestazione dell’organizzazione ambientalista non-violenta di Extinction Rebellion.

Le piazze davanti al Duomo di Trento, nel pomeriggio, erano due: da una parte c’erano Confcommercio, Confesercenti e Associazione Albergatori e Federalberghi.

Le tre associazioni si sono riunite ed hanno proposto cinque punti essenziali per la ripresa economica del paese e per la riapertura che a loro parere, come scriviamo qui è fondamentale.

Pubblicità
Pubblicità

Dall’altra parte c’è stata una manifestazione ed una rappresentazione teatrale simbolica fatta da alcuni ragazzi dell’associazione Extinction Rebellion. L’associazione non violenta era in piazza per manifestare contro le “grandi banche” che contribuirebbero all’aggravarsi della crisi climatica ed ecologica finanziando le aziende che investono nell’energia derivata dai fossili.

A parere dei ragazzi, il Coronavirus avrebbe fatto distogliere l’attenzione globale nei confronti della crisi climatica. Secondo loro, questa tematica dovrebbe essere portata di nuovo al centro dell’attenzione.

Il loro messaggio era rivolto specialmente ad “Intesa Sanpaolo” e “Unicredit” ovvero le maggiori finanziatrici della “bolla del carbonio” che porterebbe introiti di 900 miliardi di euro. Per esprimersi, i manifestanti hanno cominciato a danzare in cerchio sotto il suono dei tamburi.

Pubblicità
Pubblicità

E’ nel loro interesse dirottare i soldi oggi investiti nel fossile in una nuova economia e società. Se queste istituzioni riorientassero il loro sostegno a favore della transizione energetica, potrebbero dare una spinta cruciale alla decarbonizzazione dell’economia.” Così viene scritto in uno dei volantini che sono stati distribuiti dal gruppo come proposta alle banche e alle istituzioni assicurative e finanziarie che attualmente “stanno contribuendo all’aggravarsi della crisi climatica ed ecologica.” La finanza rappresenterebbe infatti il terzo emittore globale di CO2. 

Vengono anche poi proposti dei punti al governo; tra questi vi è anche il “riconoscimento dell’emergenza climatica ed ecologica.” Si richiede quindi un’altra situazione d’emergenza oltre a quella attuale derivata dal Covid.

Probabilmente misure emergenziali comprese. “Emissioni di gas serra allo zero netto entro il 2025 e stop alla distruzione degli ecosistemi oceanici e terrestri.” E’ anche questa una delle richieste al governo. Secondo loro, la pandemia potrebbe dunque dare inizio ad una nuova società con una logica economica differente.

Nella situazione economica e sociale che ci troviamo a vivere attualmente le richieste avanzate sono infantili. In un periodo in cui la gente non arriva a fine mese, nel quale le aziende falliscono, i ristori e gli aiuti dello stato sono minimi e in cui crescono a dismisura problemi di ogni genere, l’ambiente passa in secondo piano. E’ inoltre impossibile che lo Stato investa nell’ambiente soldi che attualmente non ci sono neppure per la gente comune. Sarebbe sbagliato.”Si è espresso così un uomo da noi intervistato che stava assistendo con disappunto all’evento.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin
    Dal lavoro alla vita privata, fino al tempo libero: flessibilità è sicuramente la parola dell’anno, tanto da arrivare ad influenzare anche il mondo del noleggio. Anche questo settore infatti, negli ultimi anni ha declinato la... The post Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin appeared first on Benessere Economico.
  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza