Connect with us
Pubblicità

Trento

Da lunedì nidi, scuole d’infanzia ed elementari aperte in Trentino

Pubblicato

-

Lunedì 29 marzo, per i successivi due giorni, per via della fine anticipata della settimana a causa delle vacanze pasquali, riaprono in presenza le scuole trentine fino alle primarie.

Dagli asili nido – che a livello comunale potrebbero rimanere aperti anche giovedì primo aprile – alle scuole d’infanzia e alle elementari. Lo ha annunciato il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, al termine della seduta di Giunta, affiancato dall’assessore all’istruzione Mirko Bisesti.

Pur attendendosi la classificazione ufficiale in zona rossa, il Trentino punta sulla riapertura, anche alla luce delle parole espresse dal premier Draghi come ha ricordato Fugatti.

Pubblicità
Pubblicità

E soprattutto tenendo conto dei dati aggiornati sul coronavirus che per il presidente lasciano intravedere spiragli positivi.

La Giunta provinciale ha deciso per la riapertura per la settimana prossima (accorciata dal calendario scolastico) durante la seduta odierna, nella quale sono stati attentamente esaminati i dati e le valutazioni della task force Covid.

“Il Trentino sarà ancora zona rossa per la settimana prossima, e non per due” ha esordito Fugatti.L’indice Rt di questa settimana è dato stabile, pari a 1,02, mentre l’Rt augmented comunicatoci dall’Istituto superiore di sanità, dato che solitamente non è pubblico e che rappresenta una sorta di previsione dell’Rt nelle prossime settimane, è 0,85, dunque in calo. Lo stesso premier ha affrontato il tema dei problemi di studenti e famiglie di fronte alle scuole chiuse e ha dichiarato che il governo sta valutando se aprire parzialmente le scuole anche delle zone rosse”.

Pubblicità
Pubblicità

L’assessore Bisesti questa mattina si è confrontato sia con i dirigenti degli istituti interessati che con il presidente del Consiglio delle autonomie locali, visto che la riapertura coinvolge i Comuni. “La scuola – ha detto – non si è mai fermata, la Dad è in corso, ma le lezioni in presenza sono un’altra cosa. La scelta si basa sulle valutazioni della task force sotto il profilo medico-sanitario. Il Trentino ha investito più di tutti per tenere la scuola aperta, è giusto quindi porre attenzione alle criticità per le famiglie e gli studenti”. Per Bisesti l’intero mondo della scuola “è al lavoro per la ripartenza”. Citando le parole di Draghi, ha aggiunto, “prendiamo con favore il fatto che Paese deve andare in questa direzione; l’obiettivo per dopo Pasqua è ragionare su scuole medie e le superiori al 50%”.

Il dirigente del Dipartimento istruzione Roberto Ceccato ha precisato che la riapertura coinvolge 45.000 bambini e alunni. Il Dipartimento è al lavoro con i colleghi dei trasporti e delle mense per impostare al meglio il passaggio sotto il profilo organizzativo, “uno sforzo complesso ma che consente benefici educativi e sociali”.

Per la settimana seguente alla Pasqua l’attenzione è puntata sulle prossime mosse a livello nazionale e sui dati per il contagio, che potrebbero trovare margini di miglioramento anche grazie alle vaccinazioni. “Il vaccino sta dando i suoi frutti, lo si vede dalle statistiche” ha aggiunto Fugatti. In conclusione il presidente ha ringraziato le famiglie e gli insegnanti: “Crediamo che questa riapertura sia un importante segnale verso i ragazzi. Auspichiamo infine che le prossime decisioni governative dicano che la scuola può riaprire anche in zona rossa o che il Trentino possa tornare arancione o giallo”.

L’ordinanza sulla riapertura sarà firmata dal presidente Fugatti dopo aver avuto l’ufficialità (attesa in serata) a livello nazionale sulla permanenza del Trentino per una settimana in zona rossa.

Il governatore ha aggiunto anche che difficilmente l’ordinanza sarà impugnata dal governo: «Con questo governo l’aria che tira è totalmente diversa rispetto al quello precedente. Sia sicuri che la decisione non verrà impugnata perché il premier Draghi ha detto più volte che sta lavorando per riaprire le scuole anche nelle zone rosse dopo Pasqua»

L’incidenza è scesa a 279 ogni 100 mila abitanti (sotto i 250 si passa in zona arancione). Ricordiamo che 15 giorni fa erano 380 i casi. In calo anche l’indice Rt (indice che interpreta l’andamento epidemiologico futuro)  che si assesta oggi allo 0,85, sotto alla media nazionale che è di 1,08. «Questi dati ci fanno ben sperare» ha concluso Fugatti

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Una Borsa Nazionale del Legno per sopperire la mancanza di materie prime
    Quella del legno è una filiera in affanno, alla costante ricerca di materie prime che scarseggiano o costano troppo per fronteggiare una domanda in costante ascesa. Carenza di materie prime La domanda supera l’offerta a... The post Una Borsa Nazionale del Legno per sopperire la mancanza di materie prime appeared first on Benessere Economico.
  • Contratto di rioccupazione e sgravi contributivi: le novità proposte dal Decreto Sostegni Bis
    In attesa della prima scadenza a fine giugno del blocco dei licenziamenti, per dare una spinta all’occupazione e scongiurare un boom di licenziamenti, il Governo sta pensando ad un “contratto rioccupazione”. Contratto di rioccupazione, cos’è... The post Contratto di rioccupazione e sgravi contributivi: le novità proposte dal Decreto Sostegni Bis appeared first on Benessere Economico.
  • Il turismo enogastronomico cresce anche in pandemia : le tendenze e i cambiamenti del prossimo futuro
    Le esperienze enogastronomiche sono ormai parte integrante dell’esperienza turistica offerta dal nostro Paese, tanto che il covid non è riuscito a fermare la sua potenza economica e il suo appeal commerciale. Rapporto sul Turismo Enogastronomico... The post Il turismo enogastronomico cresce anche in pandemia : le tendenze e i cambiamenti del prossimo futuro appeared first […]
  • Recuperare e riconvertire gli edifici dismessi: un’opportunità per il turismo
    Sicuramente, uno dei settori più colpiti dalla pandemia è stato quello del turismo. Per questo motivo sono stati stanziati 130 milioni di euro da investire nel settore, valorizzando i servizi di ospitalità collegati alla trasformazione... The post Recuperare e riconvertire gli edifici dismessi: un’opportunità per il turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli
    Dal 10 maggio l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile, nella sezione dedicata del sito internet, la dichiarazione dei redditi precompilata. Solo dal 19 maggio sarà invece possibile modificare, integrare ed inviare la Dichiarazione. In alcuni... The post Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese
    Il tema del cambiamento climatico, obiettivo mondiale per i prossimi anni ha ribaltato l’intera economia compresa di piccoli investitori costretti ad organizzarsi verso il nuovo cambiamento. Questo è il motivo che ha spinto Boston Consulting... The post Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese appeared first on Benessere Economico.
  • Hotel Sonnenhof: un’oasi di wellness in una location strategica
    Hotel Sonnenhof si trova sulla strada del sole della Val Pusteria e spicca per un design alpino-moderno, un’oasi del wellness semplicemente stupenda e un panorama che non ha eguali. Il nome di questo hotel di Brunico è tutto un programma: soleggiata, infatti, non è solo la posizione del Hotel Sonnenhof – wellness hotel in Alto […]
  • Al Hotel Winkler al Plan de Corones il concetto di vacanza trova un altro livello
    L’Hotel Winkler al Plan de Corones non è un hotel qualsiasi, si tratta infatti di un hotel benessere in Alto Adige con 5 stelle, ma anche uno sport hotel nelle leggendarie Dolomiti, un family resort che propone tanto spazio per grandi e piccoli, un design hotel nel cuore della natura. La particolarità di questo hotel […]
  • Purmontes: uno chalet di lusso in Alto Adige
    Naturale. Autentica. Contemporanea. Senza tempo. Pregiata. Questi sono gli aggettivi che definiscono il nuovo modo d’intendere un’esperienza di villeggiatura esclusiva, nello chalet Purmontes, uno chalet di lusso in Alto Adige. Purmontes spicca per un concetto unico che fonde l’uomo e la natura in un Tutto armonioso. La modernità è sapientemente combinata al passato, le tradizioni […]
  • Hotel Lanerhof, in Val Pusteria per rilassarsi con ogni comfort
    “Sempre sorprendente, sempre diverso, sempre unico e assolutamente indimenticabile. Questa è la vera vacanza all’Hotel Lanerhof, alle porte delle Dolomiti!” Situato nel pittoresco paesino di Mantana, un luogo delizioso dove è possibile ritirarsi in totale distensione per godersi al meglio la magia della varietà. In questo hotel in Val Pusteria è possibile fare esperienze esclusive […]

Categorie

di tendenza