Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Scuole dell’Infanzia aperte anche a luglio, l’amaro sfogo delle maestre della Scuola di Rallo: “Non siamo babysitter”

Pubblicato

-

Recentemente su tutto il territorio provinciale imperversa la polemica riguardante la proposta fatta dalla Provincia Autonoma di Trento di tenere aperte le Scuole dell’Infanzia anche a luglio. Per raccogliere conferme, la giunta Fugatti, malgrado la contrarietà di numerosi Consiglieri ed esperti del settore Scuola dell’Infanzia, procede a testa bassa inviando a tutte le famiglie che hanno un figlio all’asilo un questionario da compilare.

Le maestre della Scuola dell’Infanzia di Rallo di Tassullo “Nuovo germoglio” (Comune di Ville d’Anaunia) hanno redatto un comunicato stampa riversando così la loro indignazione. La portavoce Saida Rossetto commenta: “E’ una cosa vergognosa perché quando si parla di scuola e di bambini si auspicherebbero scelte ponderate e non specchi per le allodole, svendendo la scuola a 50 €uro; il questionario inviato risulta tendenzioso”.

“In questi giorni un acceso dibattito infiamma le pagine dei social ma, purtroppo, come accade spesso, tutto si risolve in sterile polemica. Eppure si parla di bambini che sono, o almeno dovrebbero essere al centro dell’attenzione di tutti, delle famiglie, delle istituzioni e della scuola e per i quali si auspicherebbero scelte ponderate, rispettose dei tempi e delle esigenze della loro crescita.

Pubblicità
Pubblicità

Il dibattito riguarda l’apertura della scuola dell’infanzia durante i mesi di luglio: non è cosa nuova, si tratta di un tema ricorrente e forse non varrebbe la pena perderci troppo tempo se non fosse che, con la scusa della pandemia, vengono messi in discussione principi che si consideravano acquisiti, come quello per cui alla crescita armonica dei bambini, soprattutto quelli della prima infanzia, sono deputate con competenze e ruoli specifici, entità diverse.

La scuola dell’infanzia è una di queste: ha, infatti, l’obiettivo di un percorso di apprendimento misurato sulle capacità dei bambini, progettato in modo da garantire il loro benessere psicofisico e teso a svilupparne tutte le specificità in un’ottica inclusiva e secondo itinerari in continuità con il successivo ordine scolastico. L’obiettivo è ambizioso, richiede competenze e professionalità e si persegue attraverso una scansione temporale che tiene conto in prima istanza delle esigenze dei bambini. Si, perché per i bambini la scuola dell’infanzia non è luogo di svago, è luogo di impegno – gradevole, misurato, adeguato all’età fin che si vuole -, ma sempre di impegno si tratta.

Le attività ricreative di cui il bambino ha estremo bisogno e che dovrebbero essere garantite al pari di quelle strettamente educative sono compito di altre entità, se la famiglia per tutte le ragioni organizzative, economiche e culturali, che ci sono note, non può sopperirvi. E’ per questa ragione che negli scorsi anni si sono sviluppate iniziative, anche sostenute con finanziamenti pubblici, per garantire ai bambini occasioni di svago, di intrattenimento, di gioco e quindi di crescita. Di fronte alle difficoltà delle famiglie le istituzioni hanno creato o sostenuto i centri estivi, le settimane verdi, le iniziative di gioco, i laboratori natura, le attività sportive etc. E questo non perché la scuola chiude a fine giugno e bisogna tappare un buco ma perché a fine giugno è giusto che per i bambini inizi la ricreazione.

Pubblicità
Pubblicità

Questo era vero gli scorsi anni e lo è anche ora: la pandemia può davvero togliere ai bambini che hanno frequentato la scuola a partire dal 1° settembre 2020 il loro periodo di svago? Queste ultime settimane di chiusura (per la verità per alcuni bambini, figli di operatori sanitari, la scuola continua ad essere aperta) possono davvero mettere in discussione un principio tanto ovvio?

La scuola dell’infanzia durante l’ultimo anno ha svolto il suo compito con tutte le difficoltà del contesto garantendo ai bambini il diritto all’apprendimento. Ma dal primo luglio i bambini hanno un altro diritto, quello allo svago. Per questo ci vogliono competenze, energie e progetti, che la scuola non ha perché non è il suo ruolo ma altri hanno e sono pronti.

Se lasciamo che tutto si risolva nella sterile polemica tra i limiti della scuola e le esigenze della famiglia, le istituzioni avranno perso l’occasione di guardare all’infanzia come un bene prezioso“.

 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro
    Da qualche anno il mondo del lavoro è stato travolto dalla Gig Economy dividendo l’opinione pubblica e l’economia. Cos’è la Gig Economy Nonostante l’arrivo della Gig Economy sia un fenomeno relativamente recente, negli ultimi 10... The post Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona
    Dal Governo nasce il programma GOL, Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori che punta a rilanciare l’occupazione in Italia, con un investimento di 4.9 miliardi di euro da investire tra il 2021 e il 2025. I... The post Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona appeared first on […]
  • Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online
    Da qualche settimana, è stata introdotta la possibilità di delegare una persona di fiducia all’esercizio dei servizi online pubblici. Identità digitale o SPID a cosa serve Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ovvero Spid permettere... The post Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza