Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Norme anti covid: in Valsugana scoperto un nuovo ciclista «fenomeno»

Pubblicato

-


Scoppia un nuovo caso di mancato rispetto delle regole anti covid. Riguarda un ciclista che in piena zona rossa, dove è vietato sconfinare dal perimetro provinciale, decide di fare il «tour delle province», rendendolo tranquillamente noto sui social media e applicazioni varie.

Lo precisiamo subito: lui non è un ciclista amatoriale qualsiasi ma niente meno che Diego Ropele, segretario dell’associazione dilettantistica Dragon Bike Strigno (associazione amatoriale di ciclismo) presieduta da Franco Bertagnoni. Ropele, residente ad Ospedaletto, è di professione insegnante presso un istituto della zona. 

E nelle ultime ore non si parla d’altro in Valsugana. Sono molti infatti gli appassionati sportivi che stanno mostrando chiara insofferenza per chi a loro parere si vanta di non rispettare le regole.

Pubblicità
Pubblicità

Il caso è scoppiato sulla conosciuta applicazione «Strava.com», scaricabile da chiunque, dove molti ciclisti caricano la propria attività sportiva.

Il ciclista ribelle, dopo aver reso ingenuamente pubblico il suo percorso, è stato infatti duramente contestato da numerosi utenti ai quali, attraverso una sua personalissima visione dei fatti, ha voluto replicare con un lungo post .

LA REPLICA DI ROPELE: “Politicamente parlando penso che solamente una persona che voti PD o LEU sia così ottusa da rispettare delle norme sulle libertà individuali così anticostituzionali e prive di senso e cerco di spiegarti il perché: ART. 1 del DL n. 30 del 13 marzo 2021 recante ‘ulteriori misure per contenere e contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19′.

Pubblicità
Pubblicità

Ti chiedo: da un punto di vista sanitario il mio comportamento come può danneggiare il contenimento e il contrasto del COVID 19? Esatto, stai pensando la mia stessa cosa, ovvero che è una cagxta pazzesca. Andare in bici partendo quasi sempre alle 6 di mattina se non prima, quindi non incrociando nessun ciclista per almeno le prime due ore e mezza, per pedalare in posti poco frequentati e lontano dai centri urbani più importanti (tre settimane fa, scalando Cima Campo, non ho incrociato anima viva da Rivai al Camping Alice) non implica nessuna rottura alla catena del contenimento e della diffusione del virus, fermo restando che, come affermato dall’immunologo Anthony Fauci, uno dei simboli assunti dai democratici come modello per la lotta al COVID in una conferenza del settembre 2020, la trasmissione asintomatica è quasi impossibile.

Quindi io vado in bici da solo, con prudenza, in posti lontani da possibili assembramenti, sono sano (se faccio giri fra le 3 / 5 ore significa che non ho nulla) pertanto da un punto di vista sanitario non sono un ‘untore’. Passiamo all’aspetto legislativo: ti sembra giusto che ci sia la DAD (didattica a distanza) e non la MAD (messa a distanza)?

Eppure i soggetti più a rischio sono gli anziani a cui permetti di andare in chiesa e magari all’esterno di essa si fermano per parlare. Ogni domenica almeno quattro canali televisivi la trasmettono, quindi questo è il primo non senso. Ti sembra giusto che si conceda a chi ha una seconda casa, magari un Veneto o Lombardo, di poter venire qua da noi, quindi rischiando che questo arrivo generi possibilità di assembramenti e a uno che va in bici da solo in Veneto, senza generare assembramenti, lo impedisci? Ci sarebbero altri esempi, ma mi fermo qua.

Personalmente non credo che tutto ciò sia concepibile in un paese civile, quindi non mi sento né un farabutto né in colpa, Se mi dovessero fermare e mi dessero la multa la pagherei senza fare storie perché, come affermato dal prof. Becchi, docente di Filosofia del Diritto all’Università di Genova: ‘Di fronte ad una legge ingiusta, di fronte ad un divieto che viola i miei diritti inalienabili, che prezzo sono disposto a pagare per oppormi?’

Per favore, non si ripeta la ormai insopportabile lezioncina per cui le leggi si possono sempre criticare ma, finché sono leggi, le si deve sempre rispettare. E perché mai? Perché sono leggi. Perché la legge è legge. Questo ‘positivismo giuridico’ da quattro soldi, è roba da tardo Ottocento, anche se ha fatto gravi danni nel Novecento.

E poi non è questo il punto. Infatti io non dico che una legge ingiusta non sia più legge, dico solo che è giusto violarla. Ma, questa la replica, non si può violare una legge. Certo che si può: solo, se ne paga, poi, la conseguenza. Ossia la sanzione che la legge stessa prevede per la sua trasgressione. Ebbene, la domanda che continuo a farmi è allora la seguente: ‘Che prezzo sono disposto a pagare per la mia libertà?’. A nessuno piace essere ‘multato’ con l’irrogazione di una sanzione amministrativa di 400 euro (seppur, impugnandola, si può sperare di vederla annullata).

Ma la mia libertà, almeno 400 euro, li vale. Per la verità, penso che la mia libertà non abbia prezzo. E dunque in questo caso il timore della sanzione, almeno nel mio caso, non funziona. Se il prezzo da pagare è questo, sono disposto a pagarlo. La mia coscienza non mi permetterebbe di vendermi per 400 euro”.

Ora Ropele rischia una bella sanzione della somma da lui menzionata nel post. Il ricordo corre ad un suo collega ciclista di Rovereto finito sulle pagine di tutti i giornali nazionali.

Come dimenticare infatti le «mitiche» gesta di Marco Modesto Brazzo che durante il primo lockdown, bloccato sulla ciclabile dalla polizia di Stato rispose:  “Sono un soggetto di diritto internazionale. Con gli sconosciuti non parlo e le divise non le conosco. Identificatevi”. Brazzo nei giorni seguenti non aveva mollato continuando a pedalare tranquillamente con la sua bici da corsa in barba al lockdown.

Aveva però avuto altri incontri ravvicinati con le forze dell’ordine che erano sempre finiti allo stesso modo. Con una sanzione e in uno di questi anche con una denuncia. (qui articoli)

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli
    Dal 10 maggio l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile, nella sezione dedicata del sito internet, la dichiarazione dei redditi precompilata. Solo dal 19 maggio sarà invece possibile modificare, integrare ed inviare la Dichiarazione. In alcuni... The post Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese
    Il tema del cambiamento climatico, obiettivo mondiale per i prossimi anni ha ribaltato l’intera economia compresa di piccoli investitori costretti ad organizzarsi verso il nuovo cambiamento. Questo è il motivo che ha spinto Boston Consulting... The post Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese appeared first on Benessere Economico.
  • Professionisti e autonomi: esonero contributi e bonus ISCRO in arrivo
    A breve sarà operativo l’esonero dei contributi professionisti per l’anno 2021. Il Decreto attuativo firmato dal Ministro del Lavoro, Orlando dovrà dare operatività alla misura che consentirà di non versare per l’anno in corso contributi... The post Professionisti e autonomi: esonero contributi e bonus ISCRO in arrivo appeared first on Benessere Economico.
  • Mise, al via le candidature IPCEI: contributi fino al 100% per progetti digitali innovativi
    Il Ministero dello Sviluppo economico ha aperto le porte ad un bando più che mai attuale, rivolto a tutte le aziende che manifestano il proprio interesse a partecipare alla costruzione di un “IPCEI” nella catena... The post Mise, al via le candidature IPCEI: contributi fino al 100% per progetti digitali innovativi appeared first on Benessere […]
  • Al via la stagione del turismo spaziale, un’economia in crescita
    L’obiettivo di un’economia spaziale fondata anche sul turismo si sta avvicinando così velocemente, tanto da far annunciare la prima data per l’apertura dei viaggi turistici spaziali. Primo volo turistico La compagnia missilistica Blue Origin appartenente... The post Al via la stagione del turismo spaziale, un’economia in crescita appeared first on Benessere Economico.
  • Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele
    In arrivo un disegno di legge temporaneo per rimediare alla discontinuità del lavoro nel mondo dello spettacolo. Una sorta di bonus contributivo per pareggiare, dal punto di vista pensionistico i lavoratori dello spettacolo per gli... The post Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele appeared first on Benessere Economico.
  • Hotel Sonnenhof: un’oasi di wellness in una location strategica
    Hotel Sonnenhof si trova sulla strada del sole della Val Pusteria e spicca per un design alpino-moderno, un’oasi del wellness semplicemente stupenda e un panorama che non ha eguali. Il nome di questo hotel di Brunico è tutto un programma: soleggiata, infatti, non è solo la posizione del Hotel Sonnenhof – wellness hotel in Alto […]
  • Al Hotel Winkler al Plan de Corones il concetto di vacanza trova un altro livello
    L’Hotel Winkler al Plan de Corones non è un hotel qualsiasi, si tratta infatti di un hotel benessere in Alto Adige con 5 stelle, ma anche uno sport hotel nelle leggendarie Dolomiti, un family resort che propone tanto spazio per grandi e piccoli, un design hotel nel cuore della natura. La particolarità di questo hotel […]
  • Purmontes: uno chalet di lusso in Alto Adige
    Naturale. Autentica. Contemporanea. Senza tempo. Pregiata. Questi sono gli aggettivi che definiscono il nuovo modo d’intendere un’esperienza di villeggiatura esclusiva, nello chalet Purmontes, uno chalet di lusso in Alto Adige. Purmontes spicca per un concetto unico che fonde l’uomo e la natura in un Tutto armonioso. La modernità è sapientemente combinata al passato, le tradizioni […]
  • Hotel Lanerhof, in Val Pusteria per rilassarsi con ogni comfort
    “Sempre sorprendente, sempre diverso, sempre unico e assolutamente indimenticabile. Questa è la vera vacanza all’Hotel Lanerhof, alle porte delle Dolomiti!” Situato nel pittoresco paesino di Mantana, un luogo delizioso dove è possibile ritirarsi in totale distensione per godersi al meglio la magia della varietà. In questo hotel in Val Pusteria è possibile fare esperienze esclusive […]

Categorie

di tendenza