Connect with us
Pubblicità

Trento

I lavoratori contro il colosso Amazon: ieri sciopero a manifestazioni anche a Trento

Pubblicato

-

Ieri  22 marzo 2021 alle ore 7:30, in concomitanza con lo sciopero nazionale dichiarato contro la multinazionale americana di proprietà di Jeff BEZOS, il Sindacato di Base Multicategoriale (S.B.M.) ha organizzato un presidio davanti al Magazzino AMAZON situato a Trento Nord, a sostegno dei lavoratori in sciopero per i loro diritti lesi.

Il Sit-in è durato sino alle 12:15 ed ha visto una buona partecipazione dei drivers.

I motivi dello sciopero sono legati al rinnovo del contatto di AMAZON e ASSOESPRESSI (l’Associazione nazionale datoriale, che rappresenta le “aziende specializzate nell’attività di distribuzione dell’ultimo miglio e che operano per l’e-commerce”) che non soddisfa i lavoratori.

Pubblicità
Pubblicità

Le due aziende riporta una nota del sindacato vorrebbero «che i drivers effettuino una settimana di lavoro ordinario della durata di 44 ore su sei giorni lavorativi ed un solo giorno di riposo; eseguano obbligatoriamente 26 domeniche lavorative su 52 per ciascun anno solare; le festività (capodanno, epifania, pasqua e pasquetta, 25 aprile, 1° maggio, 2 giugno, ferragosto, ognissanti, immacolata conce-zione, natale, santo Stefano, patrono) siano considerate normali giornate di lavoro; in caso di malattia del lavoratore, il pagamento avvenga a partire dal 4° giorno in poi; il GPS satellitare montato sui mezzi di trasporto possa essere usato per controllare i drivers, con installazione di telecamere interne per il controllo dei magazzinieri. Infine hanno aggiunto la richiesta di poter liberalizzare i contratti precari (a termine, interinali, a chiamata) e di far rientrare le attività di AMAZON nei servizi pubblici essenziali (sanità, scuola, trasporto persone, ecc.) per limitare o impedire il diritto di sciopero.»

La manifestazione sindacale, tenutasi davanti ai due cancelli di ingresso ed uscita del Magazzino AMAZON di Trento (Via Monaco e Via al Pont dei Vodi, SETTORE F Zona Industriale di Spini), nonostante le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria COVID-19, ha avuto una buona partecipazione da parte dei drivers, con l’ausilio di altri lavoratori e dei sindacalisti di SBM.

Il presidio, seppur autorizzato dalla Questura di Trento in ossequio ai diritti costituzionali dei lavoratori, ha avuto brevi momenti di tensione quando il dinamico “capetto” della Filiale AMAZON di Trento ha chiesto l’intervento della polizia per l’uscita immediata dei mezzi.

Pubblicità
Pubblicità

Nonostante ciò, lo sciopero si è svolto in modo ordinato. «Oggi è stato il primo passo per far valere i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici AMAZON. La lotta non finisce qui!» sottolineano i sindacati di base multi categoriali.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele
    In arrivo un disegno di legge temporaneo per rimediare alla discontinuità del lavoro nel mondo dello spettacolo. Una sorta di bonus contributivo per pareggiare, dal punto di vista pensionistico i lavoratori dello spettacolo per gli... The post Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin
    Dal lavoro alla vita privata, fino al tempo libero: flessibilità è sicuramente la parola dell’anno, tanto da arrivare ad influenzare anche il mondo del noleggio. Anche questo settore infatti, negli ultimi anni ha declinato la... The post Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin appeared first on Benessere Economico.
  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza