Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Vaia: partiti i lavori al Doss de Robiom

Pubblicato

-

Sono partiti in questi giorni i primi lavori per il ripristino del bosco di Doss de Robiom, sopra Brentonico, devastato dalla tempesta Vaia del 2018.

«Gli interventi prevedono in prima battuta la realizzazione di una pista forestale per permettere l’esbosco di tutto il legname schiantatosi a fine ottobre 2018 e saranno interamente realizzati dal Servizio Foreste della Provincia e finanziati con gli appositi “fondi Vaia”» spiega l’assessore comunale alle foreste Moreno Togni.

Per vari motivi, legati alla grande mole di interventi simili in tutto il Trentino colpito da Vaia e poi dalla pandemia, i lavori hanno subito un inevitabile slittamento in avanti. «Siamo quindi alle prime fasi della “rinascita” di un posto caro ai brentegani e che si vorrebbe trasformare in un luogo più fruibile e connesso con l’abitato. L’idea è quella di progettare, attraverso un percorso partecipato, un nuovo bosco».

Pubblicità
Pubblicità

Il processo partecipato è partito già a marzo 2019 con una riunione pubblica dove i cittadini si sono espressi in merito a quello che vorrebbero che il Doss de Robiom diventasse in futuro. «Una serata molto positiva e ricca di spunti per progettare un bosco più permeabile con spazi aperti e una “viabilità” a portata di famiglia, con una semplice segnaletica ma nel contempo con un minimo elemento di antropizzazione, in equilibrio quindi con l’ambiente. Ne è nata anche l’idea di creare un luogo didattico dove fare le prossime feste degli alberi e dove la scuola possa continuare il suo progetto del “bosco degli gnomi”, arricchito magari da qualche scultura in legno realizzata sui tronchi che verranno lasciati nel terreno dove sono cresciuti».

Il prossimo passo sarà appunto quello di prelevare tutto il legname schiantato e tutti gli alberi pericolanti e vecchi che verranno poi sostituiti con nuove essenze, più adatte al luogo e autoctone, con prevalenza di latifoglie a sostituzione delle conifere che prima della tempesta erano in maggioranza come il pino nero, l’abete e il larice. «Alberi che verranno in parte piantumati ma che in gran parte cresceranno in maniera spontanea grazie a un sottobosco molto ricco ed eterogeneo che non si è mai potuto sviluppare proprio perché “soffocato” dai grandi alberi di conifera.

Al Doss de Robiom, che una volta era detto Doss di Ruvione, come riportano le mappe del catasto austriaco, pini, larici e abeti erano stati in gran parte piantati nel dopoguerra per rinverdire un posto al tempo molto brullo e per lo più sassoso anche se classificato pascolo.

Pubblicità
Pubblicità

Un progetto indubbiamente ben riuscito che ha permesso al sottobosco di formarsi grazie alle specie pioniere messe a dimora dai nostri padri e dai nostri nonni durante le loro feste degli alberi. Ora il terreno è pronto per accogliere nuove piante che in autunno assumeranno colori variopinti».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza