Connect with us
Pubblicità

18 politico

La questione del trasformismo politico: cosa fare?

Pubblicato

-

Le sprezzanti parole usate dal Consigliere provinciale Alessandro Savoi nei confronti delle due consigliere Alessia Ambrosi e Katia Rossato che hanno definitivamente abbandonato la Lega per aderire a Fratelli d’Italia hanno ottenuto un risultato: la condanna bipartisan.

Le due consigliere peraltro sono state subito imitate anche da un altro esponente della Lega. Il consigliere comunale Daniele Demattè,convinto” leghista della prima ora, marito della Rossato ed appena eletto nell’ottobre del 2020, ha pensato bene di seguire la moglie in Fratelli d’Italia.

Motivi di linea politica si sono affrettati a sostenere tutti e tre perché a loro dire non hanno digerito il sostegno della Lega al Governo istituzionale Draghi e allora secondo loro era meglio aderire “coerentemente” a Fratelli d’Italia che come noto è rimasto l’unico partito all’opposizione.

Non tocca certo a me e non voglio certo giustificare il consigliere Savoi che peraltro si è già scusato pubblicamente e ha rassegnato le dimissioni da Presidente del partito, ma il vero punto politico è un altro.

Mi chiedo: è forse politicamente corretto umiliare la volontà elettorale cambiando partito in corso di mandato?

Non dobbiamo poi tanto stupirci di quello che è appena accaduto in Trentino nella Lega.

A livello nazionale non stiamo meglio, basti pensare alle defezioni del Partito Democratico che hanno fatto nascere Italia Viva di Renzi e che hanno poi creato le condizioni per la caduta del Governo Conte bis o quelle nel Movimento Cinque Stelle o in altri partiti che si ritrovano a rimpinguare il sempre più numeroso gruppo misto.

Questa é una questione annosa e urgente anche se mi si dirà che il trasformismo politico ha una sua copertura costituzionale data dall’art. 67 che non prevede il vincolo di mandato. Lo so bene, ma è altrettanto vero che questa norma era nata perché i parlamentari potessero svolgere il proprio incarico senza obblighi nei confronti dei partiti, dei programmi elettorali e dei cittadini stessi.

L’eletto non deve avere un preciso vincolo giuridico, ma solo una responsabilità politica e una libertà di azione per svolgere le proprie funzioni senza pressioni ed ingerenze esterne.

Il vero problema sta però nel fatto che questo modus agendi dei politici è tutt’altro che basato sulla responsabilità politica e se da un lato è legittimato dalla norma costituzionale citata, dall’altro mina alle fondamenta il rapporto con gli elettori andando ad allontanare sempre di più la politica dai cittadini. Il solco ormai è talmente marcato che per rendersene conto basti solo pensare a tutti quelli che ormai non esercitano più il loro diritto di voto, il 40% di elettori che sposterebbero facilmente gli equilibri politici di qualsiasi coalizione di governo.

E allora cosa si potrebbe o si dovrebbe fare? – Cambiare la Costituzione si sa è un iter complesso, ma che non sarebbe da escludere a priori. Penso che nel breve termine bisognerebbe invece intervenire a livello di regolamenti di funzionamento interna corporis della Camera e del Senato in primis, ma anche degli altri livelli istituzionali.

Si lascerebbe così la libera scelta del singolo di abbandonare un partito o una coalizione rispettando il principio costituzionale, ma che però avrebbe come conseguenza diretta anche la rinuncia espressa alla relativa indennità perché quella credo che non sia affatto dovuta e a prescindere da tutto.

La patologia del trasformismo e del transfughismo in corso di mandato va curata con le norme e questa è una responsabilità della politica.

Per questo credo che se non vogliamo minare ancora di più le basi della moderna democrazia, rendere i Governi facilmente ricattabili da piccoli o grandi gruppi parlamentari formatisi post elezioni e vedere cambi di maggioranze elette non ci sono altre alternative.

Penso però che anche noi elettori abbiamo la nostra responsabilità che è quella di non dare più la nostra fiducia ai politici che cambiano partito o addirittura schieramento politico per mere convenienze personali o diventeremo sempre più complici di un sistema politico ormai malato da tempo.

Questo lo possiamo fare sempre quando esercitiamo il nostro diritto di voto anche se la politica dovesse decidere di non provare a cambiare le regole del gioco.

La credibilità della politica non si può portare avanti solo con la retorica o con le risibili giustificazioni date dai singoli, ma affrontando i problemi e cercando di risolverli per evitare che queste cose non accadono ancora.

Andrea Merler

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Recovery Bond, il piano delle emissioni
    Con l’obiettivo di rifinanziare la ripresa degli Stati dell’Unione Europea attraverso il Recovery Fund la Commissione ha collocato sul mercato la prima prima emissione di Recovery Bond, ovvero un debito comune europeo. Cosa sono i... The post Recovery Bond, il piano delle emissioni appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Sociale, dal primo di luglio via allo sconto automatico in bolletta: a chi si rivolge e come accedere
    Dopo le ultime correzioni dell’Authority Arera, il primo luglio è pronto a partire il bonus sociale che prevede uno sconto automatico in bolletta di luce, acqua e gas. Cos’è il bonus sociale Il bonus sociale... The post Bonus Sociale, dal primo di luglio via allo sconto automatico in bolletta: a chi si rivolge e come […]
  • Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona
    Dal Ministero dello Sviluppo economico e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze debutterà un nuovo decreto che prevede 100 euro, senza limiti di Isee per la rottamazione della vecchia “tv” Il cambio del digitale terrestre... The post Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative
    Con una dotazione totale di 9,5 milioni di euro, a partire dal 24 giugno potranno essere presentate le domande di agevolazione per Startup innovative dal Programma Smart Money. Smart Money, Cos’è Smart Money è una... The post Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative appeared first on Benessere Economico.
  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Orange Wine: l’affascinante vino arancione torna di tendenza
    Il mondo dell’enologia non si divide solo in vini rossi, bianchi o rosati. Sempre più spesso infatti, grazie alla continua evoluzione nel settore arrivano sul mercato nuove tendenze particolarmente apprezzate. Questo è il caso dell’Orange Wine, il vino arancione, un vino che secondo molti sommelier regala gusti ed odori del tutto inaspettati. Infatti, nonostante l’Orange […]
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]

Categorie

di tendenza